mercoledì 21 dicembre 2016

Gruppo di lettura: 2° Recap di Rebel di Alwyn Hamilton (Capitoli 11 a 20)

Rieccomi qui pronta e pimpante per il secondo incontro con il nostro gruppo di lettura!
Siete pronti?
Siete comodi?
Io ho già messo l'acqua sul fuoco per il mio thè, ne volete un po'?



Nel frattempo che l'acqua bolle che ne dite di iniziare subitissimo?
SPOILER ALLERT!
Consiglio di aver letto il libro almeno fino al capitolo 20 prima di leggere questo post, se così non fosse...andate via! (sempre con ammmmore!) Se volete restare a voi la scelta!






Allora QUI potete trovare il recap delle 'puntate precedenti' e come ricorderete avevamo lasciato la nostra Amani che iniziava la sua avventura attraverso il deserto in compagnia di Jin, avventura che sembra iniziare bene: infatti tra i due si instaura una buona sintonia e grazie alla bravura di entrambi riescono a trovare lavoro presso una carovana e viaggiare insieme a loro per le lande sabbiose, ma non può andare tutto bene, ovviamente e infatti per i nostri due protagonisti iniziano i guai! Per Amani è sempre molto difficile nascondere la sua identità e il deserto di notte non è certo un luogo sicuro e infatti vengono attaccati da dei Gul, esseri oscuri che mi hanno ricordato tanto i Dissennatori, altri esseri i Djin (giiuuusto?) e tanti che continuano a mandarmi in confusione, davvero! Sarebbe stata utile la presenza di un glossario sia per questo e anche per le parole che sono collegate al deserto e che non sono comunemente conosciute! Lo penso solo io?
 
Ma tornando al libro...
Di sicuro in questi capitoli alcune miei domande hanno trovato risposta, almeno adesso sappiamo com'è nato tutto questo universo magico e tutto ciò che lo abita e finalmente (!) facciamo la conoscenza di Ahmed e qui, mi spiace dirlo, mi ero fatta un'idea completamente sbagliata!! Io ero convinta che Jin fosse il Principe Ribelle e invece è il fratello!! IL FRATELLO! E parlando di Ahmed...io me l'aspettavo diverso, non so...certo è saggio e molto razionale, ma non mi convince appieno. Altra cosa per quanto riguarda tutta la compagnia dei ribelli che conta diversi elementi interessanti come Shazad, questa ragazza è già entrata nelle mie simpatie!
Poi c'è stato il colpo scena proprio nel ventesimo capitolo (già proprio alla fine di questa tappa!), un colpo di scena così non me lo sarei mai aspettato, davvero (tanto di cappello cara Hamilton!), scoprire che Amani è una Demdji, ossia metà umana e metà Djinni e questo fa di lei un'essere dai poteri sensazionali. Certo non si è capito molto bene come la madre sia entrata in contatto con quest'essere, ma spero che questa domanda trovi risposta più avanti.
Ah, e Jin non lo inquadro ancora! Per il momento non mi piace più di tanto, NO!

Ho parlato troppo?
Sì, ho parlato troppo!

No, un'altra cosa la devo dire: oltre il glossario era perfetta una mappa.

Detto questo aspetto i vostri commenti!
Per quanto riguarda il gruppo di lettura ci si legge il 30 con la recensione finale!
Sono davvero curiosa!!

E adesso vado a bere il mio thè!



7 commenti:

  1. Ciao Grazia!
    Cosa aggiungere a quello che hai detto? A parte il colpo di scena di Amami il resto non mi ha colpita più di tanto.
    Anche io, come te, credevo che fosse Jin il principe. :o
    Al momento non ho un'idea precisa di Ahmed e compagni, ma più di un ribelle mi dà l'impressione di uno che in questo ruolo ci si è ritrovato (infondo non è lui stesso ad ammetterlo?).
    Sul libro in generale confermo le impressioni della scorsa volta. È difficile appassionarsi ad una storia che si muove in un contesto oscuro e che non si fa niente per chiarire. Sono dell'opinione che l'autore deve mettermi in condizioni di capire l'universo in cui fa muovere i suoi personaggi. Nel libro ci sono continui riferimenti a elementi culturali senza che questi vengano spiegati in alcun modo e questo influisce non poco sulla qualità e piacevolezza della lettura.:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo sto riscontrando piccole mancanze che avrebbero reso migliore il libro .-.

      Elimina
  2. Ciao Grazia! Sul glossario concordo in pieno...tante parole strane e la confusione permane!!
    Jin pensavo anche io fosse il principe ribelle, invece è il fratello...va be'..comunque siamo lì dai....rimane comunque ancora una figura enigmatica.
    Ahmed...non mi è sembrato così tanto ribelle, per il momento vive in un'oasi colorata e sta più che bene!!!
    Mi sono piaciuti i nuovi personaggi Shazad e Bahi (spero sia il nome giusto...non ho il libro sotto mano!!!)
    la storia che non possono mai mentire...boh....ecco mi ha fatto fare confusione anche quella.....
    Una cosa che mi è piaciuta è il rapporto tra jin e Amani: si sono baciati "per caso" prima di saltare dal treno e poi più nulla, piano piano si conoscono, vivono sulla carovana per due mesi insieme, è chiaro che qualcosa nasce ma in modo lento...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ancora sono un incerta sul loro rapporto...mmh.

      Elimina
  3. Ciao Grazia :-) Per me questo libro continua ad essere una tiepida rappresentazione di qualcosa che sarebbe potuto essere un capolavoro ma si è fermato all'accenno.
    I personaggi sono tutti abbozzati e l'autrice sembra che ci faccia una gentile concessione a dirci qualcosa. La storia dei demji o come si scrive non so, o dei djinni insomma tutte queste creature sono affascinanti messe anche nel contesto del deserto ma se poi non lo sviluppi bene non credo che possa attirare più di tanto. Insomma non credo che sia una lettura dall'esito tanto positivo, mi aspettavo sicuramente di più, magari sono esigente io, non so, ma come storia non sembra neanche essere una introduzione a qualcosa che dopo si svilupperà al meglio. Bo... Comunque non dispero, staremo a vedere la terza parte come sarà :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo ancora non è riuscito a prendermi come speravo, forse le mie aspettative erano troppo alte.

      Elimina
  4. Ciao Grazia,peccato questo libro mi ispirava parecchio :(

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥