lunedì 6 luglio 2020

|Recensione| La nona Casa di Leigh Bardugo

SALVE LETTORI!
È stato un weekend parecchio turbolento nella booksfera, vi basta andare su Open per capire di cosa sto parlando.
Però qui non stiamo per parlare di questo. Almeno oggi mi prendo un attimo di pausa.
Oggi si parla del nuovo libro della zia Bardugo!

GIOIA E GIUBILO NEL REGNO!

La Nona Casa
di Leigh Bardugo
Serie: Galaxy Stern #1
Editore: Mondadori
Pagine: 420
Prezzo: 19,90
Link d'acquisto: Amazon
Galaxy "Alex" Stern è la matricola più atipica di tutta Yale. Cresciuta nei sobborghi di Los Angeles con una madre hippie, abbandona molto presto la scuola e, giovanissima, entra in un mondo fatto di fidanzati loschi e spacciatori, lavoretti senza futuro e di molto, molto peggio. A soli vent'anni, è l'unica superstite di un orribile e irrisolto omicidio multiplo. Ma è a questo punto che accade l'impensabile. Ancora costretta in un letto d'ospedale, le viene offerta una seconda possibilità: una borsa di studio a copertura totale per frequentare una delle università più prestigiose del mondo. Dov'è l'inganno? E perché proprio lei? Ancora alla ricerca di risposte, Alex arriva a New Haven con un compito ben preciso affidatole dai suoi misteriosi benefattori: monitorare le attività occulte delle società segrete che gravitano intorno a Yale. Le famose otto "tombe" senza finestre sono i luoghi dove si ritrovano ricchi e potenti, dai politici di alto rango ai grandi di Wall Street. E le loro attività occulte sono più sinistre e fuori dal comune di quanto qualunque mente, anche la più paranoica, possa immaginare. Fanno danni utilizzando la magia proibita. Resuscitano i morti. E, a volte, prendono di mira i vivi.

giovedì 2 luglio 2020

|Recensione in anteprima| Il morso della vipera di Alice Basso

IL NUOVO LIBRO DI ALICE BASSO È QUI!
Lo aspettavo? Certo che sì!
Ho amato tanto tanto tanto tanto tanto il personaggio di Vani Sarca, così tanto che ogni tanto mi viene voglia di rileggere i libri con le sue avventure, però, in questo libro non ci sarà la mia amata ghostwiter. Eh no.
Alice Basso ha dato vita a una nuova protagonista che è un peperino, una nuova storia capace di portare il lettore nel passato della nostra Italia.
Curiosi?

Un grazie alla Garzanti per la copia del libro. ♡
Il morso della vipera
di Alice Basso
Editore: Garzanti
Pagine: 302
Prezzo: 16,90
Link d'acquisto: Amazon
Il suono metallico dei tasti risuona nella stanza. Seduta alla sua scrivania, Anita batte a macchina le storie della popolare rivista Saturnalia : racconti gialli americani, in cui detective dai lunghi cappotti, tra una sparatoria e l'altra, hanno sempre un bicchiere di whisky tra le mani. Nulla di più lontano dal suo mondo. Eppure le pagine di Hammett e Chandler, tradotte dall'affascinante scrittore Sebastiano Satta Ascona, le stanno facendo scoprire il potere delle parole. Anita ha sempre diffidato dei giornali e anche dei libri, che da anni ormai non fanno che compiacere il regime. Ma queste sono storie nuove, diverse, piene di verità. Se Anita si trova ora a fare la dattilografa la colpa è solo la sua. Perché poteva accettare la proposta del suo amato fidanzato Corrado, come avrebbe fatto qualsiasi altra giovane donna del 1935, invece di pronunciare quelle parole totalmente inaspettate: ti sposo ma voglio prima lavorare. E ora si trova con quella macchina da scrivere davanti in compagnia di racconti che però così male non sono, anzi, sembra quasi che le stiano insegnando qualcosa. Forse per questo, quando un'anziana donna viene arrestata perché afferma che un eroe di guerra è in realtà un assassino, Anita è l'unica a crederle. Ma come rendere giustizia a qualcuno in tempi in cui di giusto non c'è niente? Quelli non sono anni in cui dare spazio ad una visione obiettiva della realtà. Il fascismo è in piena espansione. Il cattivo non viene quasi mai sconfitto. Anita deve trovare tutto il coraggio che ha e l'intuizione che le hanno insegnato i suoi amici detective per indagare e scoprire quanto la letteratura possa fare per renderci liberi. Dopo aver creato Vani Sarca, l'autrice torna con una nuova protagonista: combattiva, tenace, acuta, sognatrice. Sullo sfondo di una Torino in cui si sentono i primi afflati del fascismo, una storia in cui i gialli non sono solo libri ma maestri di vita.

martedì 23 giugno 2020

|Recensione| La scomparsa di Stephanie Mailier di Joël Dicker

Lettori! Buon martedì!
Inizia a far caldo e so che non dovrei lamentarmi perchè è estate, ma fa caldo e non mi piace.
NO.
Comunque!
Eccomi con una nuova recensione, contenti??
La scomparsa di Stephanie Mailier
di Joël Dicker
Editore: La nave di Teseo
Pagine: 708
Prezzo: 15,00
Link d'acquisto: Amazon
30 luglio 1994. La cittadina di Orphea, stato di New York, si prepara a inaugurare la prima edizione del locale festival teatrale, quando un terribile omicidio sconvolge l'intera comunità: il sindaco viene ucciso in casa insieme a sua moglie e suo figlio. Nei pressi viene ritrovato anche il cadavere di una ragazza, Meghan, uscita di casa per fare jogging. Il caso viene affidato e risolto da due giovani, promettenti, ambiziosi agenti, giunti per primi sulla scena del crimine: Jesse Rosenberg e Derek Scott. 23 giugno 2014. Jesse Rosenberg, ora capitano di polizia, a una settimana dalla pensione viene avvicinato da una giornalista, Stephanie Mailer, la quale gli annuncia che il caso del 1994 non è stato risolto, che la persona a suo tempo incriminata è innocente. Ma la donna non ha il tempo per fornire le prove, perché pochi giorni dopo viene denunciata la sua scomparsa. Che cosa è successo a Stephanie Mailer? Che cosa aveva scoperto? Se Jesse e Derek si sono sbagliati sul colpevole vent'anni prima, chi è l'autore di quegli omicidi? E cosa è davvero successo la sera del 30 luglio 1994 a Orphea? Derek, Jesse e una nuova collega, la vicecomandante Anna Kanner, dovranno riaprire l'indagine, immergersi nei fantasmi di Orphea. E anche nei propri.

mercoledì 17 giugno 2020

|Recensione| I ragazzi della Nickel di Colson Whitehead

Questa recensione sarebbe dovuta uscire lunedì, ma voi mi volete bene e non vi arrabbiate, vero?
Inoltre non sarà semplice parlavi di questo libro, abbiate pazienza.

I ragazzi della Nickel 
di Colson Whitehead
Editore: Mondadori
Pagine: 213
Prezzo:  18,50
Link d'acquisto: Amazon
Primi anni Sessanta, Florida. Il movimento per i diritti civili sta prendendo piede anche a Frenchtown, il quartiere afro-americano della capitale, ed Elwood Curtis, un ragazzino cresciuto dalla nonna, si forma sugli insegnamenti di Martin Luther King. Il suo grande sogno è frequentare il college e iniziare la sua nuova vita, ma proprio il primo giorno di scuola accetta un passaggio su un'auto rubata. Pur non c'entrando nulla con il furto, Elwood viene spedito alla Nickel Academy, una scuola-riformatorio per soli maschi la cui missione è trasformare il piccolo delinquente in "un uomo rispettabile e onesto". Questo sulla carta. Perché nei fatti la Nickel Academy è un vero e proprio viaggio all'inferno.

mercoledì 10 giugno 2020

|Recensione| Il segreto del pettirosso di Elisa Puricelli Guerra

SECONDA RECENSIONE DELLA SETTIMANA!
Non abituatevi, non so per quanto possa durare. Tenete le aspettative basse.
Anche perchè al momento non sto leggendo nulla! Evviva!
Sono sarcastica, sì.

COSA DEVO LEGGERE NON LO SO.
Okay.

Per il libro di cui vi parlo oggi ringrazio Giada di Book on a tree che me lo ha proposto e fatto  inviare
.
Il segreto del Pettirosso
di Elisa Puricelli Guerra
Editore: Salani
Pagine: 304
Prezzo: 14,90
1911. Una fortezza sugli Appennini. Zelda, la protagonista di questa storia, ha dodici anni e le idee molto chiare: non ne può più di corsetti e buone maniere, vuole vivere una grande avventura. Ma le giornate a Roccastrana trascorrono sempre uguali, tra le noiose lezioni dell'abate Prina e i rimproveri della prozia Editta, che la vorrebbe trasformata in una perfetta signorina. Le cose però stanno per cambiare. Durante una giornata trascorsa in biblioteca, Zelda si imbatte per caso in un diario segreto. Tra le sue pagine si racconta la storia di Alice, una ragazzina fuggita di casa per correre in aiuto di Giuseppe Garibaldi. In che modo la sua storia si intreccia a quella di Zelda e della sua famiglia? E che cosa lega il suo destino al favoloso tesoro dei Mille? Mentre l'Italia si appresta a celebrare il cinquantesimo anniversario dell'Unità e il paese vicino è sconvolto da una serie di strani furti, alla nostra eroina non resta che vestire i panni dell'improvvisata detective, destreggiandosi tra nemici spietati e insospettabili aiutanti. 

lunedì 8 giugno 2020

|Recensione| Prima regola: non innamorarsi di Felicia Kingsley

Hola miei cari piccoli lettori!
Al momento sono nella fase "COSA LEGGO?" che passa a "PERCHÉ NON FACCIO UNA TBR??" seguita da "MA TANTO LA TBR NON LA SEGUO QUASI MAI!" ed è quel "quasi" che mi frega.
Sono convinta di poter leggere dei determinati libri e poi cambio idea, sono molto volubile quando si parla di libri.
Malissimo.
E poi...
...dite che dovrei stilare una TBR estiva?? Lo scorso anno non mi è andata maluccio se non ricordo male.
Ma chissà!
Per il momento parliamo del libro che ho letto! Anzi! Nella settimana appena trascorsa ne ho letti 2.
2 libi in una settimana, che evento meraviglioso!
Comunque, di che libro vi parlo?
Un grazie all'autrice per la copia del libro e non solo!

P.S.: IL BLOG DA QUALCHE PROBLEMINO CON LA VERSIONE DA MOBILE, A QUANTO PARE BLOGGER CI VUOLE MALE.
SE NON VEDETE LE IMMAGINI NON PRENDETEVELA CON ME.



Prima regola: non innamorarsi
di Felicia Kigsley
Editore: Newton compton
Pagine: 416
Prezzo: 9,90
A soli trentadue anni, l'affascinante Nick Montecristo ha già vissuto varie vite: ricercatore universitario, falsario, gestore di una bisca clandestina e, oggi, ladro per conto terzi nel mercato nero dell'arte. La sua fama lo precede: è chiamato " Il Chirurgo", perché è preciso, puntuale, un abile osservatore e i suoi lavori sono sempre perfetti. Contattato da Lord Cavendish, uno dei più famosi collezionisti d'arte al mondo , per recuperare un diario misterioso risalente al '700, è determinato a mettere a segno un altro colpo magistrale. Ma questa volta Nick non sarà solo. Al suo fianco ci sarà Sylvie Coreau, una truffatrice figlia d'arte, in grado di parlare ben nove lingue; conosciuta nel giro come " La Gazza Ladra" per la sua mano veloce e i colpi lampo. Peccato che né lei né Nick abbiamo intenzione di collaborare. Riusciranno a non pestarsi i piedi e mantenere un rapporto professionale, nonostante l'attrazione tra loro inizi a farsi irresistibile?