mercoledì 31 ottobre 2018

Abbiamo sempre vissuto nel castello di Shirley Jackson |Recesione|

TREMATE LE STREGHE SON TORNATE!
BUAHAHAHAHAH

Pronti per Halloween?
Se non lo siete, per entrare in tema per voi sta per arrivare una recensione con un libro dalle atmosfere cupe e misteriose, siete pronti ad entrare a Villa Blackwood??
SE FOSSI IN VOI STAREI MOLTO ATTENTA.

Abbiamo sempre vissuto nel castello 
di Shirley Jackson
Editore: Adelphi
Pagine: 182
Prezzo: 18,00
"A Shirley Jackson, che non ha mai avuto bisogno di alzare la voce"; con questa dedica si apre "L'incendiaria" di Stephen King. È infatti con toni sommessi e deliziosamente sardonici che la diciottenne Mary Katherine ci racconta della grande casa avita dove vive reclusa, in uno stato di idilliaca felicità, con la bellissima sorella Constance e uno zio invalido. Non ci sarebbe nulla di strano nella loro passione per i minuti riti quotidiani, la buona cucina e il giardinaggio, se non fosse che tutti gli altri membri della famiglia Blackwood sono morti avvelenati sei anni prima, seduti a tavola, proprio lì in sala da pranzo. E quando in tanta armonia irrompe l'Estraneo (nella persona del cugino Charles), si snoda sotto i nostri occhi, con piccoli tocchi stregoneschi, una storia sottilmente perturbante che ha le ingannevoli caratteristiche formali di una commedia. Ma il malessere che ci invade via via, disorientandoci, ricorda molto da vicino i "brividi silenziosi e cumulativi" che - per usare le parole di un'ammiratrice, Dorothy Parker abbiamo provato leggendo "La lotteria". Perché anche in queste pagine Shirley Jackson si dimostra somma maestra del Male - un Male tanto più allarmante in quanto non circoscritto ai 'cattivi', ma come sotteso alla vita stessa, e riscattato solo da piccoli miracoli di follia.

lunedì 29 ottobre 2018

|5 cose che...| 5 cose che non possono mancare al mio Halloween!

EDIZIONE STRAORDINARIA!!



Non ci credo neanche io!
Sto davvero pubblicando un post dedicato alla rubrica "5 cose che.."?? 
WOW, SONO SOTTO SHOCK PURE IO!

Ma l'argomento che tratto oggi è molto legato a questo periodo dell'anno, curiosi??

Rubrica 5 cose che..ideata dal blog Twin Book lovers che consiste nel pubblicare ogni settimana
un elenco di 5 cose riguardanti libri, musica o cinema!
Il tema di oggi come potete leggere dal titolo è legato a Halloween, perciò bando alle ciance e via con la musica!
SÌ, MUSICA!


HALLOWEEN, HALLOWEEN!
Il modo in cui io "festeggio" questa oscura giornata è tutto mio, più che altro la prendo come scusa per dedicarmi ad alcune cosucce che snobbo durante il resto dell'anno?
Quali?

mercoledì 24 ottobre 2018

Figlie di una nuova era di Carmen Korn |Recensione|

Che voglia di rivedere Hocus Pocus!

HAPPY WEDNESDAY!
Sì, forse vi sareste aspettati un nuovo WWW che non vede vita su questo blog da un po' di tempo, ma non temete i riepiloghi settimanali, e anche quelli mensili, torneranno presto, spero...
Intanto per oggi vi beccate una nuova recensione per la vostra gioia!
Perchè voi siete sempre felici di leggere una mia recensione, vero???

E un grazie va alla Casa editrice che mi ha omaggiato della copia digitale!


Figlie di una nuova era
di Carmen Korn
Serie: Jahrhundert-Trilogie #1 (SIA BENEDETTO GOODREADS)
Editore: Fazi Editore
Pagine: 522
Prezzo: 17,50
Link d'acquisto: Amazon
Uno strano destino, quello delle donne nate nel 1900: avrebbero attraversato due guerre mondiali, per due volte avrebbero visto il mondo crollare e rimettersi in piedi, stravolgersi per sempre sotto i loro occhi. Sono proprio loro le protagoniste di questa storia, quattro donne che incontriamo per la prima volta da ragazze, ad Amburgo, alle soglie degli anni Venti. Hanno personalità e provenienze molto diverse: Henny, di buona educazione borghese, vive all'ombra della madre e ama il suo lavoro di ostetrica più di ogni cosa; l'amica di sempre Kathe, di estrazione più modesta, emancipata e comunista convinta, è un'appassionata militante; Ida, rampolla di buona famiglia, ricca e viziata, nasconde un animo ribelle sotto strati di convenzioni; e Lina, indipendente e anticonformista, deve tutto ai suoi genitori, che sono letteralmente morti di fame per garantirle la sopravvivenza. Insieme crescono e vedono il mondo trasformarsi, mentre le loro vicende personali s'intrecciano in una rete intricata di relazioni clandestine, matrimoni d'interesse, battaglie politiche e sfide lavorative, lutti e perdite, eventi grandi e piccoli tenuti insieme dal filo dell'amicizia. Pagine che ci fanno respirare il fascino d'epoca di un mondo che non c'è più: i cocktail al vermut, i cappelli a bustina, gli orologi da tasca e gli sfarzosi locali da ballo, ma anche le case d'appuntamenti, i ristoranti cinesi e le fumerie d'oppio del quartiere di St Pauli. E poi la lenta, inesorabile disgregazione di tutto, la fine di ogni libertà, il controllo sempre più pressante delle SS, la minaccia nazista... Quattro donne, un secolo di storia: "Figlie di una nuova era" è il primo capitolo di una nuova trilogia tutta al femminile.

lunedì 22 ottobre 2018

Legend di V.E. Schwab |Recensione|

*toc toc*
C'è qualcuno?
Siete qui? Oh, eccovi!

Sono stata per un po' assente, ma adesso eccomi qui con una nuova fantasmagorica recensione!

Un grazie alla Casa Editrice per la copia digitale.


Legend 
di V.E. Schwab
Serie: A darker shade of magic #2
Editore: Newton Compton
Pagine: 510
Prezzo: 14,90
Link d'acquisto: Amazon
Dopo la Notte Nera, una nuova minaccia incombe su Londra Grigia, Londra Bianca e Londra Rossa. Sono passati quattro mesi da quando Kell ha trovato la pietra nera. Quattro mesi da quando ha incrociato il suo cammino con quello di Delilah, Rhy è stato ferito e i terribili gemelli Dane sono stati sconfitti. Ma, soprattutto, quattro mesi da quando la terra ha inghiottito il corpo di Holland insieme alla pietra, trascinandoli per sempre a Londra Nera. Le vite di Rhy e Kell ora sono indissolubilmente legate: se Kell muore, muore anche Rhy. Di notte, gli incubi perseguitano Kell con le immagini vivide degli eventi magici che si sono susseguiti e con il ricordo di Lila, sparita come era sua intenzione sin dall'inizio. Intanto, mentre a Londra Rossa fervono i preparativi per i Giochi degli Elementi, una competizione magica internazionale, un'altra Londra si sta lentamente risvegliando. Come un'ombra che, invece di dissolversi al mattino, accresce la sua oscurità, Londra Nera sta nuovamente interferendo con l'equilibrio magico. E per ripristinare l'ordine è necessario che un'altra Londra cada...

giovedì 11 ottobre 2018

|Questa volta leggo...|Come fermare il tempo di Matt Haig |Recensione|

Signori e signore!
Benvenuti ad un nuovo appuntamento con il QUESTA VOLTA LEGGO!

Questa volta leggo..., un appuntamento mensile che vi accompagnerà giorno dopo giorno nei blog che vi partecipano con dei le recensioni di libri collegati da un argomento comune, bella idea è?
Ringraziate le menti geniali di Chiara di La lettrice sulle nuvole, Dolci di Le mie ossessioni librose e Laura di La Libridinosa!


L'argomento scelto per questo mese è: LIBRO DALLA COPERTINA BLU e la mia scelta è ricaduta su...


Come fermare il tempo
di Matt Haig
Editore: Edizioni e/o
Pagine: 360
Prezzo: 18,00
Link d'acquisto: Amazon
Pensate a un uomo che dimostra quarant’anni, ma che in realtà ne ha più di quattrocento. Un uomo che insegna storia nella Londra dei giorni nostri, ma che in realtà ha già vissuto decine di vite in luoghi e tempi diversi. Tom ha una sindrome rara per cui invecchia molto lentamente. Ciò potrebbe sembrare una fortuna… ma è una maledizione. Cosa succederebbe infatti se le persone che amate invecchiassero normalmente mentre voi rimanete sempre gli stessi? Sareste costretti a perdere i vostri affetti, a nascondervi e cambiare continuamente identità per cercare il vostro posto nel mondo e sfuggire ai pericoli che la vostra condizione comporta. Così Tom, portandosi dietro questo oscuro segreto, attraversa i secoli dall’Inghilterra elisabettiana alla Parigi dell’età del jazz, da New York ai mari del Sud, vivendo tante vite ma sognandone una normale. Oggi Tom ha una buona copertura: insegna ai ragazzi di una scuola, raccontando di guerre e cacce alle streghe e fingendo di non averle vissute in prima persona. Tom deve a ogni costo difendere l’equilibrio che si è faticosamente costruito. E sa che c’è una cosa che non deve assolutamente fare: innamorarsi.

lunedì 8 ottobre 2018

Figli di sangue e ossa di Tomi Adeyemi |Recensione|

Una buona settimana a voi miei cari lettori!
Io ho sonno, ma questo è assolutamente normale. Chi ha letto fino a tardi??
Ecco, io. Ma che ci volete fare??
La notte si legge e il giorno si cerca di restare svegli, non è così??
No??
Mmh...forse avete ragione voi!

COMUNQUE.
Iniziamo la settimana con la recensione di un libro davvero interessante e che sembra essere il libro fantasy del momento!

Un grazie alla Rizzoli per la copia del libro! ♡


Figli di sangue e ossa
di Tomi Adeyemi
Serie: Legacy of  Orïsha #1
Editore: Rizzoli
Pagine: 552
Prezzo: 18,00
Link d'acquisto: Amazon
Un tempo i maji, dalla pelle d'ebano e i capelli candidi, erano una stirpe venerata nelle lussureggianti terre di Orïsha. Ma non appena il loro legame con gli dei si spezzò e la magia scomparve, lo spietato re Saran ne approfittò per trucidarli. Zélie, che non dimentica la notte in cui vide le guardie di palazzo impiccare sua madre a un albero del giardino, ora sente giunto il momento di rivendicare l'eredità degli antenati. Al suo fianco c'è il fratello Tzain, pronto a tutto pur di proteggerla, e quando la loro strada incrocia quella dei figli del re si produce una strana alchimia tra loro. Ha inizio così un viaggio epico per cercare di riconquistare la magia, attraverso una terra stupefacente e pericolosa, dove si aggirano le leopardere delle nevi e dove gli spiriti vendicatori sono in agguato nell'acqua. Un'esperienza umana che non risparmia nessuno, in un turbine di amore e tradimento, violenza e coraggio. Nella speranza di ridare voce a un popolo che era stato messo a tacere.

venerdì 5 ottobre 2018

La felicità del cactus di Sarah Haywood |Recensione|

BuonSalve miei cari Sniffa Inchiostro!
In questo uggioso venerdì (che neanche mi dispiace) mi vine voglia di rinchiudermi a bozzolo tra le coperte, leggere e dire 'ciao ciao' con la manina a tutti, ma non posso...
...
MA IO DEVO FINIRE DI LEGGERE FIGLI DI SANGUE E OSSA! DEVO!
E invece no. NO. NO.
Mi sento triste.

Per distrarmi ecco per voi una nuova recensione! La copertina fa tanto primavera...
CIAO PRIMAVERA CI VEDIAMO IL PROSSIMO ANNO.


La felicità del cactus
di Sarah Haywood
Editore: Feltrinelli
Pagine: 362
Prezzo: 15,00
A Susan Green non piacciono le sorprese: vuole avere tutto sotto controllo. Con buona pace di famiglia e colleghi, che la trovano fredda e spigolosa. Ma la vita di Susan è perfetta... per Susan. Ha un appartamento a Londra tagliato su misura per una sola persona, un lavoro che soddisfa la sua passione per la logica e un accordo molto civile con un gentiluomo che le garantisce adeguati stimoli culturali, e non solo, senza inutili sdolcinatezze. Guai perciò a chiunque tenti di abbozzare un maggior coinvolgimento emotivo e di accorciare le distanze: Susan punge, come i cactus che colleziona. Eppure, si sa, la vita sfugge a ogni controllo. E l'aplomb di Susan inizia a vacillare quando deve fare i conti con un lutto improvviso e con la prospettiva, del tutto implausibile secondo lei, di una gravidanza. All'improvviso il mondo sembra impazzito, sia dentro che fuori di lei. Ma proprio quando Susan teme di non riuscire più a fare tutto da sola, riceverà aiuto dalle persone più impensabili. E l'inflessibile femminista di ferro, la donna combattiva e spinosa come i suoi cactus, si troverà a fiorire.

mercoledì 3 ottobre 2018

La battaglia delle tre corone di Kendare Blake |Recensione|

Signori e signore! MI SA CHE SIETE PIÙ SIGNORE.
Eccoci giunti all'ultima tappa del Gruppo di lettura: la recensione!
Alla fine cosa ne penserò di questo libro?
Lo scoprirete solo leggendo!

PRIMO RECAP
SECONDO RECAP
TERZO RECAP
Ovviamente se non volete spoiler non leggeteli.
La recensione sarà spoiler free.


La battaglia delle tre corone
di Kendare Blake
Serie: Three Dark Crowns #1
Editore: Newton Compton
Pagine: 383
Prezzo: 10,00 euro (è disponibile anche la versione economica a  5,90)
Link d'acquisto: Amazon
Da che se ne ha memoria, sull’isola di Fennbirn ogni generazione è stata scandita dalla nascita di tre gemelle: tre regine, tutte ugualmente degne nella successione ereditaria della corona e tutte in grado di padroneggiare la magia. Mirabella è una fiera elementalista, sfacciata come i suoi incantesimi: governa il fuoco, i flutti e i fulmini con il solo schioccare delle dita. Katharine è in totale simbiosi con i veleni: può ingerire anche la più letale delle sostanze tossiche senza che le accada nulla. Arsinoe, invece, ha sviluppato una perfetta comunione con la natura: può far sbocciare le rose più incantevoli o ammansire i leoni con il suono gentile della sua voce. Ma per diventare regina non basta il diritto di nascita, ognuna di loro dovrà combattere duramente per ottenere la corona, perché non si tratta di un gioco in cui si vince o si perde… In ballo c’è la loro vita. Questa è la notte in cui le gemelle compiono sedici anni, la battaglia ha inizio.

martedì 2 ottobre 2018

Elmet di Fiona Mozley |Recensione|

BuonSalve mie piccole zucchette!
Oh sì, sappiate che sono entrata in pieno mood autunnale e questo mi rende particolarmente felice!


E oggi vi parlo di un libro che solo per la copertina andrebbe amato e adorato nei secoli dei secoli e poi è autunnalissima...si può dire autunnalissima??

Un grazie alla Casa Editrice che mi ha omaggiato della copia digitale! ♡


Elmet
di Fiona Mozley
Editore: Fazi editore
Pagine: 277
Prezzo: 18,00 euro
Link d'acquisto: Amazon
Elmet, l’ultimo regno celtico indipendente in Inghilterra, terra di nessuno e santuario di fuorilegge, rifugio ma allo stesso tempo trappola, è il lembo sperduto dello Yorkshire che oggi fa da sfondo a questa storia. Vi abitano Daniel e Cathy, fratello e sorella adolescenti. Sono stati abbandonati dalla madre, che sembra essere sparita nel nulla, e vivono, senza regole e senza contatti col mondo esterno, col padre John, un pugile di strada burbero e solitario, nella casa in mezzo ai boschi che lui ha costruito con le sue mani, dormendo all’addiaccio nei primi giorni, sostenendosi di caccia e raccolta. Un vero e proprio nido, in cui i tre trovano la serenità. Finché non compare il signor Price, ricco proprietario terriero senza scrupoli, padrone di gran parte degli alloggi e dei terreni locali e sfruttatore dei suoi lavoratori, che reclama il terreno dove John ha costruito la sua casa, affermando di possederlo legalmente. E con le stesse mani con cui ha ricreato una serenità perduta, John sarà pronto a difenderla…
Ritratto brutale e commovente di una famiglia atipica che vive ai margini della società, Elmet fa riflettere su quanto possa essere difficile trovare il proprio posto nel mondo e sull’impossibilità di rintracciare un senso di giustizia per coloro che non sanno scendere a compromessi.
Con la sua scrittura lirica, che ci fa respirare le atmosfere di luoghi splendidi in contrapposizione alla povertà più disperata, in pochi mesi il romanzo ha conquistato tutti: è stato finalista al Man Booker Prize – cosa davvero rara per un esordiente –, è stato definito il libro dell’anno dalle testate più autorevoli, ha venduto più di 70.000 copie ed è già in corso di traduzione in 14 paesi.

lunedì 1 ottobre 2018

|Gruppo di lettura| La battaglia delle tre corone |Terzo recap|

Signori e signori eccoci giunti al terzo e ultimo recap del GDL, so benissimo che sarebbe dovuto essercene un'altro, ma io e la mia collega Jessica ci siamo rese conto che gli ultimi capitoli del libro filano via!
Qui potete trovare il primo recap;
Qui il secondo.


Bene.
Bene.
Benissimo...mica tanto!
COSA È SUCCESSO IN QUESTA PARTE DEL LIBRO??
COSA?!?!?
DI TUTTO!
(seguono spoiler!)
Con questa terza parte iniziano i festeggiamenti di Beltane, finalmente le nostre tre Regine incontrano i loro pretendenti e cercano di conquistare le loro grazie...
...posso dire che mi è sembrato molto una puntata di Uomini e Donne??
Lo dico!
Tronisti e corteggiatrici. Uguale, ma con un po' più di fascino e mistero.


Ma passiamo all'elemento disturbante, l'essere che non sembra ragionare con la testa ma con qualcosa che sta più in basso: Joseph.