venerdì 19 luglio 2019

|Recensione MEH| Ferryman - Amore eterno di Claire McFall

Eccomi qui con una nuova recensione!
Oggi vi porto in un luogo misterioso! Conoscete Caronte? Il traghettatore dell'Ade? 
No, non ci sarà lui, ma avrei voluto ci fosse!
Preparatevi per la recensione!

Ringrazio la Fazi per la copia del libro ♥

Ferryman-Amore eterno
di Claire McFall
Serie: Ferryman #1
Editore: Fazi editore (lainYa)
Pagine: 297
Prezzo: 16,00
Dylan ha quindici anni e quando una mattina decide di andare a trovare il padre, che non vede da molto tempo, la sua vita subisce un drastico cambiamento: il treno su cui viaggia ha un terribile incidente. Dylan sembrerebbe essere l'unica sopravvissuta tra i passeggeri e, una volta uscita, si ritrova in aperta campagna, in mezzo alle colline scozzesi. Intorno non c'è anima viva, a parte un ragazzo seduto sull'erba. L'adolescente si chiama Tristan e, con il suo fare impassibile e risoluto, convince Dylan a seguirlo lungo un cammino difficile, tra strade impervie e misteriose figure che girano loro intorno, come fossero pronte ad attaccarli da un momento all'altro. È proprio dopo essersi messi in salvo da questi strani esseri che Tristan le rivela la verità... lui è un traghettatore di anime che accompagna i defunti fino alla loro destinazione attraverso la pericolosa terra perduta. A ogni anima spetta il suo paradiso, ma qual è quello di Dylan? L'iniziale ritrosia di Dylan e l'indifferenza di Tristan si trasformano a poco a poco in fiducia e in un'attrazione magnetica tra i due ragazzi che non sembrano più volersi dividere. Arrivati al termine del loro viaggio insieme, Dylan proverà a sovvertire le regole del suo destino e del mondo di Tristan, pur di non perderlo.

mercoledì 17 luglio 2019

|Recensione| La forma dell'acqua di Guillermo del Toro e Daniel Kraus

Venghino signori, venghino!
Ecco a voi un altro fantasmagorico appuntamento con "Libri di cui ho veramente apprezzato  il finale"!
Questo non deve essere un buon periodo per e mie letture: due libri "carini, ma niente di che" e uno che...SSSHHH ve ne parlo tra qualche giorno.
Oggi occupiamoci di questo qui!



La forma dell'acqua
di Guillermo Del Toro e Daniel Kraus
Editore: Tre60
Pagine: 423
Prezzo: 18,00
Baltimora, 1962. Dopo aver perso l'uso della voce a causa di un incidente, la giovane Elisa conduce una vita spenta, senza ambizioni. Ma un giorno, all'interno del laboratorio in cui lavora come donna delle pulizie, entra per sbaglio in una stanza e fa una scoperta straordinaria: in una vasca piena d'acqua c'è una strana creatura. È sicuramente prigioniera e con ogni probabilità è lì perché oggetto di un esperimento. Ma cos'è? Anzi: chi è? All'insaputa di tutti, Elisa entra in contatto con quella creatura e tra i due si crea un legame sempre più forte. Un legame incomprensibile al mondo, che vede in lei una donna insignificante e nella creatura soltanto un mostro da studiare. Un legame che però ha i tratti e la forza del vero amore...

martedì 16 luglio 2019

|Recensione| La canzone di Achille di Madeline Miller

LALALALA
Rieccomi qua!
Questa recensione sarebbe dovuta andare online la settimana scorsa, ma non ho avuto voglia di scriverla fino ad adesso. Sorry.

Avevo un po' paura di leggere questo libro visto il profondo amore che ho nutrito nei confronti di Circe, come sarà andata?

La canzone di Achille
di Madeline Miller
Editore: Marsilio
Pagine: 382
Prezzo: 11,00
Dimenticate Troia, gli scenari di guerra, i duelli, il sangue, la morte. Dimenticate la violenza e le stragi, la crudeltà e l'orrore. E seguite invece il cammino di due giovani, prima amici, poi amanti e infine anche compagni d'armi - due giovani splendidi per gioventù e bellezza, destinati a concludere la loro vita sulla pianura troiana e a rimanere uniti per sempre con le ceneri mischiate in una sola, preziosissima urna. Madeline Miller, studiosa e docente di antichità classica, rievoca la storia d'amore e di morte di Achille e Patroclo, piegando il ritmo solenne dell'epica alla ricostruzione di una vicenda che ha lasciato scarse ma inconfondibili tracce: un legame tra uomini spogliato da ogni morbosità e restituito alla naturalezza con cui i greci antichi riconobbero e accettarono l'omosessualità. Patroclo muore al posto di Achille, per Achille, e Achille non vuole più vivere senza Patroclo. Sulle mura di Troia si profilano due altissime ombre che oscurano l'ormai usurata vicenda di Elena e Paride.

giovedì 11 luglio 2019

|Recensione| Quello che non siamo diventati di Tommaso Fusari

Cose che servono per questo libro:
  • cioccolato;
  • in mancanza di questo nutella e/o gelato;
  • qualcuno da abbracciare;
  • in mancanza di questo munirsi di animale domestico (Pucci non è stato utile) o un cuscino;
  • qualcuno da prendere a pugni (vi verrà voglia credetemi), munirsi dello stesso cuscino di prima (forse è meglio).
Ma non solo, pure:
  • post-it;
  • matita;
  • qualsiasi cosa che vi sia utile per segnare pagine, frasi, il libro intero.
Bene, se avete questo piccolo kit potete iniziare a leggere il libro altrimenti...
...leggetelo lo stesso, semplice.

Adesso passiamo alla recensione.


Quello che non siamo diventati 
di Tommaso Fusari
Editore: Mondadori
Pagine: 262
Prezzo: 17,00
«Andrà tutto bene, Michael.» «E come fai a dirlo, Sara? Prevedi il futuro?» «Non prevedo il futuro, ma siamo insieme, no?» Mi volto verso il campo di cocomeri e le vigne, che avevamo attraversato per arrivare alla recinzione. Non c'è nessuno all'orizzonte. «E se andasse tutto male?» «Be', restiamo insieme.» «Sempre?» «Per tutta la vita.» Una promessa fatta da bambini, calda e rassicurante come una carezza, come un abbraccio quando fuori fa tanto, tanto freddo. Un fratello e una sorella, Michael e Sara, che una volta erano inseparabili e ora sono quasi due estranei, due che, pur abitando sotto lo stesso tetto, si sfiorano appena. E, nel mezzo, la vita, fatta di momenti belli ma anche brutti, momenti in cui tutto può andare avanti, oppure può interrompersi bruscamente. Momenti che arrivano inaspettati per dirti che tutto deve cambiare. Anche se non vuoi, anche se non sei pronto. E a quel punto, poco importa come, tu devi trovare un modo per andare avanti. E questo hanno fatto Sara e Michael. Ognuno per conto proprio, però. Lei attenta a non far trapelare il dolore che le si appiccica alle ossa, agli occhi, ai battiti cardiaci e che le fa mancare l'aria, e a controllare sempre tutto, a non lasciarsi sfuggire niente, in un ingenuo tentativo di tenere ogni cosa in equilibrio. Lui in balia di ciò che accade, senza trovare mai la forza di avere un orientamento, col cuore imbottito di hashish e la testa di sogni infranti. Entrambi sempre più estranei, e lontani l'uno dal cuore dell'altra. Ma a un certo punto però qualcosa, o meglio qualcuno, irrompe nella loro vita facendo vacillare il loro piccolo mondo cristallizzato, fatto di giorni sempre uguali, silenzi, muti rimproveri, possibilità sospese, distanze che diventano siderali e ricordi sbiaditi. Di nuovo, Michael e Sara sono di fronte a qualcosa che potrebbe stravolgere la loro esistenza. E se soltanto smettessero di vivere ogni cambiamento come una crepa dalla quale possono entrare solo cose brutte, forse potrebbero riprendere il cammino interrotto tanti anni prima, trovare il modo di tornare a respirare, a credere nel futuro, e, magari, infine, ritrovarsi.

venerdì 5 luglio 2019

|5 cose che...| 5 libri che vorrei leggere questa estate

Toh, ma guarda un po'. Ben 4 post questa settimana! Cosa è mai successo
Prima di gridare al miracolo, vediamo un po' cosa succede la prossima!
Comunque...
Anche la rubrica "5 cose che..." non si vedeva da un bel po' da queste parti, questo perchè come al solito sono una blogger seria e organizzata che riesce a postare tutti i giorni.
Perchè è così che le vere blogger fanno, no?
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Scusate...
No, non ho finito.
Ok, ora sì.
Bene, con questo appuntamento di oggi si parla di libri che vorrei leggere questa estate, ossia stiliamo la TBR estiva...
TBR! AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Fa ridere già!
Io che seguo una TBR, è una barzelletta ma ci provo!

giovedì 4 luglio 2019

|Recensione| Siamo solamente noi di Azzurra Sichera

Io sono emozionata nel vedere qui sul blog il nome di una mia amica, ok?
Ok.
MA!
MA!
Nonostante Zuuuuuuuu (io la chiamo così, va bene?) sia una di quelle persone che sento praticamente tutti i giorni la recensione sarà assolutamente obiettiva, professionale e seria. Come sempre.
Seria..PPPPPPFFFFF!

Iniziamo!

Siamo solamente noi
di Azzurra Sichera
Editore: Harper Collins (Harmony)
Pagine: 300
Prezzo: 6,90 (cartaceo solo in edicola), 3,99 (digitale su Kobo store e Amazon)
Insicura e ancora alla ricerca della propria strada nella vita e nell'amore, Carlotta sta cercando un lavoro che riesca a corrisponderle ed è impantanata in un sentimento mai dichiarato per Riccardo, il miglior amico di suo fratello. Riccardo, diversamente, la sua strada l'ha trovata, almeno in apparenza: ha un bell'appartamento, un lavoro come architetto nello studio del padre e un innegabile fascino che sfodera davanti alla prescelta di turno. La vita di Carlotta esce dall'impasse quando riesce a trovare un incarico presso una galleria d'arte. Proprio lì, durante il vernissage di una mostra di pittori esordienti, incontra Riccardo che decide di condividere con lei un segreto molto intimo: i suoi dipinti. Da quella sera, le loro strade si incrociano sempre più spesso e i due scoprono che attraverso gli occhi dell'altro lavorare sulle proprie fragilità è più facile. Imparano a comunicare in modo nuovo e si lasciano andare a emozioni cui faticano a dare un nome.
Da soli, e poi insieme, cercano di realizzare i loro sogni più importanti, ma le cose che contano sono sempre le più difficili da ottenere..

martedì 2 luglio 2019

|Recensione| Sadie di Courtney Summers

Secondo post della settimana e non ultimo!
Mi viene da piangere dalla felicità!
Però questo libro è uno di quei libri che richiede un minimo di serietà, perciò mi preparo e inizio!

Un grazie alla Rizzoli per la copia del libro. ♡


Sadie
di Courtney Summers
Editore: Rizzoli
Pagine: 366
Prezzo: 17,00
Quando il popolare conduttore radiofonico West McCray riceve una telefonata da una donna che lo implora di cercare Sadie Hunter, diciannove anni, scomparsa da alcuni mesi, l’uomo non è davvero convinto che quella sarà una storia da raccontare: è tristemente consapevole che di ragazze scomparse ce ne siano molte, troppe, ogni giorno. Ma quando viene a sapere che Sadie si è allontanata da casa dopo il brutale omicidio irrisolto della sorella Mattie, tredici anni, parte alla volta di Cold Creek, Colorado, per cercare di saperne di più.Sadie non ha idea che la sua storia stia per diventare il soggetto di un podcast di successo seguito da una costa all’altra degli Stati Uniti. Tutto ciò che vuole è vendetta: armata di un coltello a serramanico e del suo lacerante dolore, Sadie colleziona una serie di confusi indizi che seguono le tracce dell’uomo che è convinta abbia ucciso la sorella.Mentre West ricostruisce il viaggio di Sadie, ritrovandosi sempre più coinvolto dalla storia della ragazza e ossessionato dal pensiero di ritrovarla, un mistero inquietante comincia a prendere forma e a svelarsi. Riuscirà West a ricomporre il puzzle della verità prima che per Sadie sia troppo tardi? Alternando le puntate del podcast alla lucida voce di Sadie, che racconta in prima persona la sua caccia all’uomo, Courtney Summers ci regala una storia struggente che resta sulla pelle ben oltre la sua ultima pagina.

lunedì 1 luglio 2019

Ricapitoliamo Giugno!

Umh...non è Settembre?
Volete dirmi davvero che dopo Giugno non arriva Settembre
Devo ancora sopportarmi due (due!!!) mesi di caldo?
E voi dovete ancora sopportare me che mi lamento del caldo? Davvero? Non lo trovo giusto!
Qualcuno faccia qualcosa!
Il caldo mi distrugge e a risentirne sono state anche le letture, leggo molto più lentamente, soprattutto in queste ultime settimane, ma...
...alla fine quando avrò letto?

mercoledì 26 giugno 2019

|Recensione| L'orso e l'usignolo di Katherine Arden

Ok. Questa recensione sarebbe dovuta andare online da lunedì, anzi dovendo essere precisi facciamo pure la settimana scorsa, ma i miei ritmi per quanto riguarda lettura e blog  hanno subito un brusco rallentamento infatti potete notare che pubblico solo un post a settimana e questo farebbe di me una blogger davvero brutta e cattiva che non tiene ai suoi lettori gne gne gne!
Però voi sapete che non è così e continuate a passare di qui nonostante tutto.
Siete bellissimi!
Comunque!
Rieccomi qui con una nuova recensione, preparatevi vi porto in una Russia molto fredda e fatta di storie!

L'orso e l'usignolo 
di Katherine Arden 
Serie: La notte dell'inverno #1
Editore: Fanucci
Pagine: 304
Prezzo: 18,00
In uno sperduto villaggio ai confini della tundra russa, l'inverno dura la maggior parte dell'anno e i cumuli di neve crescono più alti delle case. Ma a Vasilisa e ai suoi fratelli Kolja e Alësa tutto questo piace, perché adorano stare riuniti accanto al fuoco ascoltando le fiabe della balia Dunja. Vasja ama soprattutto la storia del re dell'inverno, il demone dagli occhi blu che tutti temono ma che a lei non fa alcuna paura. Vasilisa, infatti, non è una bambina come le altre, può "vedere" e comunicare con gli spiriti della casa e della natura. Il suo, però, è un dono pericoloso che si guarda bene dal rivelare, finché la sua matrigna e un prete da poco giunto nel villaggio, proibendo i culti tradizionali, compromettono gli equilibri dell'intera comunità: le colture non danno più frutti, il freddo si fa insopportabile, le persone vengono attaccate da strane creature e la vita di tutti è in pericolo. Vasilisa è l'unica che può salvare il villaggio dal Male, ma per farlo deve entrare nel mondo degli antichi racconti, inoltrarsi nel bosco e affrontare la più grande minaccia di sempre: l'Orso, lo spaventoso dio che si nutre della paura degli uomini. Nell'incantevole scenario della tundra russa, il primo capitolo di una nuova trilogia fantasy.

lunedì 17 giugno 2019

|Recensione| Tutto sarà perfetto di Lorenzo Marone

Fa caldo.
SÌ, ME LO SENTIRETE RIPETERE PER I PROSSIMI MESI. SÌ, SONO UNA ROTTURA DI SCATOLE.
Stare al pc è difficile.
Questo è un libro che è difficile da recensire.
Non so che recensione verrà fuori, fatevela piacere. Grazie.

Tutto sarà perfetto
di Lorenzo Marone
Editore: Feltrinelli
Pagine: 298
Prezzo: 16,50
La vita di Andrea Scotto è tutto fuorché perfetta, specie quando c'è di mezzo la famiglia. Fotografo quarantenne, single e ostinatamente immaturo, Andrea ha sempre preferito tenersi alla larga dai parenti: dal padre Libero, comandante di navi a riposo, procidano, trasferitosi a Napoli con i figli dopo la morte della moglie, e dalla sorella Marina, sposata, con due bambine e un evidente problema di ansia da controllo. Quando però Marina è costretta a partire e a lasciare il padre gravemente malato, tocca ad Andrea prendere il timone. È l'inizio di un fine settimana rocambolesco, in cui il divieto di mangiare dolci e fritti imposto da Marina è solo uno dei molti che vengono infranti. Tallonato da Cane pazzo Tannen, un bassotto terribile che ringhia anche quando dorme, costretto a stare dietro a un padre che si rifiuta di farsi trattare da infermo e che continua a sorprenderlo con richieste imprevedibili, Andrea sbarca a Procida e ritorna dopo anni tra le persone e i luoghi dell'infanzia, sulla spiaggia nera che ha fatto da sfondo alle sue prime gioie e delusioni d'amore e tra le case colorate della Corricella scrostate dalla salsedine. E proprio in mezzo a quei contrasti, in quell'imperfetta perfezione che riporta a galla ferite non rimarginate ma anche ricordi di infinita dolcezza, cullato dalla brezza che profuma di limoni, capperi e ginestre e dal brontolio familiare della vecchia Dyane della madre, Andrea trova finalmente il suo equilibrio.

martedì 11 giugno 2019

|Recensione| Una volta è abbastanza di Giulia Ciarapica

Vi parlo dall'inferno...
...ah, no. Fa solo caldo
Facciamo che su questo argomento taccio, che è meglio.
Il libro di cui vi parlo oggi mi è stato caldamente (tanto per restare in tema) consigliato/regalato/obbligato da La Libridinosa che è tanto carina carina carina, curiosi?

Una volta è abbastanza
di Giulia Ciarapica
Serie: Una volta è abbastanza #1
Editore: Rizzoli
Pagine: 365
Prezzo: 19,00
L'Italia è appena uscita dalla guerra. A Casette d'Ete, un borgo sperduto dell'entroterra marchigiano, la vita è scandita da albe silenziose e da tramonti che nessuno vede perché a quell'ora sono tutti nei laboratori ad attaccare suole, togliere chiodi, passare il mastice. A cucire scarpe. Annetta e Giuliana sono sorelle: tanto è eccentrica e spavalda la maggiore - capelli alla maschietta e rossetti vistosi, una che fiuta sempre l'occasione giusta - quanto è acerba e inesperta la minore, timorosa di uscire allo scoperto e allo stesso tempo inquieta come un cucciolo che scalpita nella tana, in attesa di scoprire il mondo. Nonostante siano così diverse, l'amore che le unisce è viscerale. A metterlo a dura prova però è Valentino: non supera il metro e sessantacinque, ha profondi occhi scuri e non si lascia mai intimidire. Attirato dall'esplosività di Annetta, finisce per innamorarsi e sposare Giuliana. Insieme si lanciano nell'industria calzaturiera, dirigendo una fabbrica destinata ad avere sempre più successo. Dopo anni, nonostante la guerra silenziosa tra Annetta e Giuliana continui, le due sorelle non sono mai riuscite a mettere a tacere la forza del loro legame, che urla e aggredisce lo stomaco. Giulia Ciarapica ci apre le porte di una comunità della provincia profonda: tra quelle colline si combatte per il riscatto e tutti lottano per un futuro diverso. Non sanno dove li porterà, ma hanno bisogno di credere e di andare.

giovedì 6 giugno 2019

|Recensione in anteprima| Favola di New York di Victor LaValle

Oggi vi porto nel mondo oscuro delle favole!
Pronti ad entrare in una foresta oscura?
Un grazie alla Fazi editore per la copia del libro! ♥
Favola di New York 
di Victor LaValle
Editore: Fazi Editore
Pagine: 512
Prezzo: 20,00
Il piccolo Apollo, figlio della New York di oggi, cresce con la madre, giovane single di origini ugandesi. Il padre, che è sparito nel nulla, gli ha lasciato solo una scatola di libri e uno strano incubo ricorrente. Da grande, Apollo diventa un commerciante di libri antichi e si innamora della bibliotecaria Emma, insieme alla quale ha presto un figlio. Ma il nuovo arrivato incrina l'idillio della coppia: lui rivive l'abbandono del padre e, alle prese con i propri fantasmi, fatica a comprendere che in lei qualcosa è cambiato. Emma si comporta in modo strano, è sempre più distante e insofferente fino a quando, un giorno, compie un gesto indicibile. Quanto possono essere oscuri i segreti delle persone che più amiamo? Inizia così l'avventura di Apollo alla ricerca della verità su quell'atto terribile: un viaggio che lo porterà su un'isola misteriosa nel cuore della metropoli dove accadono cose al di là di ogni immaginazione e dove la vita quotidiana in una modernissima New York si sospende per lasciare spazio al mito e alla leggenda.

martedì 4 giugno 2019

|Recensione| Caro Evan Hansen di Val Emmich, Steven Levenson, Benj Pasek, Justin Paul

Io ho sonno.
Sonno sonno sonno, ma non riesco a dormire.
Uffa.
LA TRISTEZZA.

Passiamo alla recensione che è meglio!

Caro Evan Hansen 
di Val Emmich, Steven Levenson, Benj Pasek, Justin Paul 
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 300
Prezzo: 17,90
Timido e solitario, Evan Hansen non è esattamente l'anima della festa. Così, per sopravvivere al suo ultimo anno di liceo, ha deciso di seguire il consiglio di scrivere lettere incoraggianti a se stesso. Quando, però, una di queste lettere arriva nelle mani sbagliate, a Evan si presenta l'occasione della vita. Per coglierla deve solo assecondare un equivoco, e fingere che il suo enigmatico compagno di scuola Connor Murphy, appena suicidatosi, fosse in segreto il suo migliore amico. All'improvviso, Evan ha uno scopo. E un sito web. La sua ansia paralizzante sembra dissolta. È sicuro di sé e popolare. Adesso è "Evan Hansen". Non è più invisibile per Zoe, la ragazza dei suoi sogni, e i genitori di Connor lo accolgono nel disperato tentativo di sapere di più sul figlio perduto. Evan sa che quello che sta facendo è sbagliato, ma tutta la storia che ha messo in piedi sta davvero aiutando delle persone. Compreso lui. Grazie a una bugia, la sua vita è cambiata e ora sente di essere finalmente parte di qualcosa. Ma tutto ha un prezzo. E quando la verità minaccia di emergere, Evan si trova a dover fronteggiare di nuovo il suo peggior nemico: se stesso. Dai creatori del musical "Dear Evan Hansen", arriva in libreria il romanzo ispirato al successo di Broadway.

lunedì 3 giugno 2019

Ricapitoliamo Maggio

Maggio è già andato via.
*fa ciao ciao con la manina*
Giugno ci apre le porte e siamo già giunti a metà anno!
Avete rispettato dei buoni propositi?
...
...
...
Sì, ecco.
Andiamo oltre. Passiamo ai libri.
(Dovevo leggere un classico al mese. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH)

Cosa avrò letto questo mese? Avrò rispettato la TBR?
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Okay, non faccio una vera e propria tbr, diciamo che vado a intuito e cerco di sistemare i libri per le challenge, poi ci sono pure le nuove uscite da infilare, in poche parole la mia è un "CCL?" che sta per "Cosa *bip* leggo?" (Chissà cosa è la seconda C!)
QUASI QUASI CI FACCIO UNA RUBRICA.

Iniziamo, va'.

giovedì 30 maggio 2019

|Recensione| Ultimo tango all'Ortica di Rosa Teruzzi

Okay, il pc non si stava accendendo.
Cosa gravissima! Fortunatamente eccomi qui, non vi libererete facilmente della sottoscritta.
Passiamo alla recensione di oggi, che è sempre cosa buona e giusta.

Un grazie alla Casa editrice per la copia del libro!


Ultimo tango all'Ortica 
di Rosa Teruzzi
Serie: Le 3 milanesi #4
Editore: Sonzogno
Pagine: 141
Prezzo: 14,00
Link d'acquisto: Amazon
È una sera umida di fine agosto, nella periferia di Milano. Sotto le luci intermittenti della balera dell'Ortica, tutti gli sguardi sono puntati sul corpo sinuoso di Katy, che danza un tango allacciata al suo cavaliere e che poi, appena la musica finisce, fugge via. Quella notte, fuori dal locale, viene trovato il cadavere di un giovane uomo, assassinato a colpi di pistola: era un ex di Katy, geloso e molesto, che la pedinava e la perseguitava. Chi l'ha ucciso? Forse la stessa Katy? Forse un altro spasimante? Per il delitto, la polizia arresta in realtà un personaggio insospettabile, il maggiordomo di una dama dell'alta società milanese. Le prove contro quell'uomo taciturno e devoto paiono schiaccianti. Sarà proprio la ricca signora ad assoldare Libera - la fioraia detective -, e la sua eccentrica madre Iole, perché trovino il vero colpevole dimostrando l'innocenza dello sventurato maggiordomo. Inizia così la quarta indagine delle Miss Marple del Giambellino, le stravaganti investigatrici dilettanti, questa volta impegnate a risolvere un caso che le riguarda molto da vicino e che le metterà addirittura in competizione con le forze di polizia. Sullo sfondo di una Milano contemporanea che conserva il sapore di quella di un tempo, la romantica fioraia Libera e l'eterna hippie Iole riescono ancora una volta a sorprendere il lettore con le loro indagini, accompagnandoci in un giallo tenero e duro, dove ognuno ha un segreto e insieme un buon motivo per mentire.

lunedì 27 maggio 2019

|Questa volta leggo| |Recensione| Una merce molto pregiata di Jean-Claude Grumberg

Buon inizio di settimana miei cari lettori! ♥
Anche da voi sembra autunno inoltrato? Qui sembra che dopo i miei continui lamenti degli scorsi anni qualche dio mi abbia ascoltato: niente estate, niente caldo!
YUPPIE!
Ma tanto so che il caldo arriverà e sarà tremendo!

Comunque!
Oggi tocca al Questa volta leggo e l'argomento del mese è...
UN LIBRO DEL 2019! Curiosi di conoscere la mia scelta?

Questa volta leggo..., un appuntamento mensile che vi accompagnerà giorno dopo giorno nei blog che vi partecipano con dei le recensioni di libri collegati da un argomento comune, bella idea è?
Ringraziate le menti geniali di Chiara di La lettrice sulle nuvole, Dolci di Le mie ossessioni librose 
Una merce molto pregiata
di Jean-Claude Grumberg
Editore: Guanda
Pagine: 108
Prezzo: 14,00
Link d'acquisto: Amazon
Questa è una favola, e come tutte le favole inizia con C'era una volta. C'era una volta un bosco, in cui vivevano un povero boscaiolo e sua moglie. I due non avevano figli, e se l'uomo era contento, perché questo significava bocche in meno da sfamare, per sua moglie il desiderio di un bambino da amare era quasi doloroso. Dopo lo scoppio della guerra, perché nelle favole ci sono le guerre, un treno attraversava spesso il bosco. La moglie del boscaiolo era contenta di veder passare quel treno, il marito le aveva spiegato che era un treno merci. Strane merci, più che altro sembravano persone, a giudicare dalle mani che a volte uscivano tra le sbarre per lanciare bigliettini. Poi un giorno quel treno che la donna ormai crede magico le regala una merce molto pregiata, come a voler esaudire il suo desiderio più grande.... Perché la cosa che più merita di esistere, nelle favole come nella vita vera, è l'amore donato ai bambini.

giovedì 23 maggio 2019

|Recensione| Miss Alabama e la casa dei sogni di Fannie Flagg

LALALALALA
Ed ecco una nuova recensione!

Miracolo!
GIOIA E GIUBILO NEL REGNO!
*urla della folla*

Emh...sto esagerando?
Forse!
Ma iniziamo con la recensione, che è meglio.

Miss Alabama e la casa dei sogni 
di Fannie Flagg
Editore: Rizzoli
Pagine: 396
Prezzo: 10,00
Link d'acquisto: Amazon
Una vera signora sa sempre quand'è il momento di uscire di scena. E Maggie Fortenberry, affascinante sessantenne che conosce almeno 48 modi diversi di piegare un fazzoletto e non ha mai detto una parolaccia in vita sua, ha deciso che il suo momento è arrivato. Ex Miss Alabama e quasi Miss America, dei suoi sogni di ragazza Maggie ha realizzato ben poco: non ha conquistato un marito adorante, non ha avuto con lui la nidia ta di pargoli d'ordinanza, e oggi è una single depressa con una noiosa carriera da agente immobiliare a Birmingham. Ormai ha deciso, vuole farla finita. Non senza però aver prima saldato ogni debito, sbrinato il frigorifero e salutato gli amici con un'impeccabile lettera d'addio. Ma quando tutto sembra finalmente pronto per girare l'ultimo ciak, ecco che un bizzarro scheletro in kilt manda all'aria i suoi piani. Nella villa dove l'ha ritrovato, e che Maggie ha ricevuto l'incarico di vendere, si celano infatti segreti che aspettano solo lei per essere svelati. E se poi a scombinare il suo progetto ci si mettono anche una dispettosa capretta dal muso nero e il ritorno inaspettato di un vecchio amore, ecco che forse organizzare la sua dipartita non è più così urgente...

martedì 21 maggio 2019

|Recensione| Il rilegatore di Bridget Collins

Eccomi qui!
Che il blog possa finalmente riprendere a vivere come prima?
Ritornerò a essere una blogger seria e professionale...
...
...non ridete! Vi vedo!

Comunque.
Il libro di oggi mi ha sorpresa parecchio, sono ancora sorpresa. Una rivelazione!

Un grazie alla Garzanti che me lo ha proposto e inviato!

Il rilegatore
di Bridget Collins
Editore: Garzanti
Pagine: 426
Prezzo: 17,90
Link d'acquisto: Amazon
Immagina di poter cancellare per sempre un ricordo, una colpa, un segreto. È esistito un tempo in cui era possibile. È questa l'arte di antichi rilegatori che nelle loro polverose botteghe, oltre a modellare la pelle e incollare fogli, aiutano le persone a dimenticare. Seduti con un libro in mano ascoltano le esperienze del passato che vengono raccontate loro. Parola dopo parola, le cuciono tra le pagine, le intrappolano tra i fili dei risguardi. Così il ricordo sparisce per sempre dalla memoria. Catturato sulla carta non c'è ne più traccia. Per anni l'anziana Seredith ha portato avanti questo affascinante mestiere, ma è arrivato il momento di trovare un apprendista. Qualcuno che rappresenti il futuro. La sua scelta cade su Emmet. Sarà lui il nuovo rilegatore. Lui per cui i libri sono sempre stati proibiti. Ne ha paura anche se non sa cosa c'è di sbagliato in quello che nascondono. Eppure giorno dopo giorno quella diventa la sua vita e il suo compito quello di raccogliere segreti, colpe e confessioni. E il luogo in cui quel mistero ogni volta si compie è ormai la sua casa. Casa che crede di conoscere in ogni suo angolo fino al giorno in cui scopre una stanza di cui nessuno gli aveva parlato. Una libreria immensa la riempie. Tra quelli scaffali Emmet trova un libro con scritto il suo nome. Al suo interno è celato un ricordo che gli appartiene. Non c'è nessun dubbio. Ma il ragazzo non sa di cosa si tratta. Non può saperlo. Ed è ora di scoprirlo. Perché per sapere chi è veramente ha bisogno di conoscere ogni cosa, anche quello che ha voluto o dovuto dimenticare.

lunedì 20 maggio 2019

Non leggerai di Antonella Cilento |Recensione|

Che un'altra meravigliosa settimana abbia inizio!
Spero sentiate il mio sarcasmo anche attraverso lo schermo...
Ok.
Parliamo del libro di oggi che è meglio.
Prima, però, lasciate che vi parli del nuovo progetto editoriale della Giunti!

Con Non leggerai di Antonella Cilento e La persona giusta di Sandra Petrignani si apre una nuova collana di libri chiamata ARYA che sta per Autori Romanzi Young Adult e come potete ben capire il progetto ruota intorno agli YA, un genere che oggi sta prendendo sempre più piede, ma nel nostro Paese si sente solo parlare di autori stranieri e allora la Casa Editrice ha pensato di dar spazio alle voci italiane!

Siete pronti a conoscere Non leggerai e la storia che ci racconta?

Ovviamente un grazie alla Giunti che mi ha proposto e inviato il libro! ♡

Non leggerai
di  Antonella Cilento
Editore: Giunti
Pagine: 208
Prezzo: 14,00
Link d'acquisto: Amazon
In tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit - che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti - ruba una cassa da morto insieme ad Help per spiare un vero cadavere ma, a sorpresa, scoprono che la cassa è piena di romanzi. Con passione crescente iniziano a leggere in segreto, peccato che una gang di giovanissimi camorristi le scopra... Amore, lettura e pericolose avventure s'intrecciano in un romanzo potente e veloce che insinua un sospetto: forse la vera trasgressione è leggere e scegliere da soli il proprio destino?

mercoledì 15 maggio 2019

L'isola delle anime di Johanna Holmström |Recensione|

Breve storia per la pubblicazione di questa recensione.
Finisco il libro domenica, non riesco a scrivere la recensione per lunedì.
Decido di pubblicarla martedì, non riesco a scriverla lunedì perchè la febbre mi ha fatto visita.
Ok, la pubblico quando posso.
Martedì: devo scrivere la recensione, devo scrivere la recensione, devo scrivere la recensione.
Scrivo la recensione.
Ed eccovela qui!

L'isola delle anime 
di Johanna Holmström
Editore: Neri Pozza
Pagine: 363
Prezzo: 18,00
Link d'acquistoAmazon
Finlandia, 1891. Una notte, ai primi di ottobre, una barchetta scivola sull'acqua nera del fiume Aura. A bordo, Kristina, una giovane contadina, rema controcorrente per riportare a casa i suoi due bambini raggomitolati sul fondo dell'imbarcazione. Le mani dolenti e le labbra imperlate di sudore, rientra a casa stanchissima e si addormenta in fretta. Solo il giorno dopo arriva, terribile e impietosa, la consapevolezza del crimine commesso: durante il tragitto ha calato nell'acqua densa e scura i suoi due piccoli, come fossero zavorra di cui liberarsi. La giovane donna viene mandata su un'isoletta al limite estremo dell'arcipelago, dove si erge un edificio, un blocco in stile liberty con lo steccato che corre tutt'attorno e gli spessi muri di pietra che trasudano freddo. E, un manicomio per donne ritenute incurabili. Un luogo di reclusione da cui in poche se ne vanno, dopo esservi entrate. Dopo quarant'anni l'edificio è ancora lì ad accogliere altre donne «incurabili»: Martha, Karin, Gretel e Olga. Sfilano davanti agli occhi di Sigrid, l'infermiera, la «nuova». I capelli cadono intorno ai piedi in lunghi festoni e poi vengono spazzati via, si apre la cartella clinica della paziente, ma non c'è alcuna cura, solo la custodia. Un giorno arriva Elli, una giovane donna che, con la sua imprevedibilità, porta scompiglio tra le mura di Själö. Nella casa di correzione dove era stata rinchiusa in seguito alla condanna per furti ripetuti, vagabondaggio, offesa al pudore, violenza, rapina, minacce e possesso di arma da taglio, aveva aggredito le altre detenute senza preavviso. Mordeva, hanno detto, e graffiava. L'infermiera Sigrid diventa il legame tra Kristina ed Elli, tra il vecchio e il nuovo. Ma, fuori dalle mura di Själö la guerra infuria in Europa e presto toccherà le coste dell'isola di Àbo.

giovedì 9 maggio 2019

|Review Party| Absence - La memoria che resta di Chiara Panzuti |Recensione|

Bene.
In questi giorni ho:
finito la serie di Alice Basso su Vani Sarca;
visto Avengers Endgame;
finito la serie di Absence di Chiara Panzuti (libro di cui sto per parlarvi).

Questo per dirvi che sto parecchio maluccio. Davvero tanto maluccio.
Io...
Credo di aver bisogno di un supporto psicologico.
O di un abbraccio.
O di qualche kilo di gelato al cioccolato.
FATE VOI.
Io ora vi lascio la recensione. Non so cosa ne potrebbe venire fuori, ve lo dico.
Ah, ovviamente il libro esce oggi!!


La memoria che resta
di Chiara Panzuti
Serie: Absence #3
Editore: Fazi editore (lainYa)
Pagine: 332
Prezzo: 15,00
Link d'acquisto: Amazon
In questo episodio conclusivo della serie di Absence, la squadra Gamma è di nuovo riunita, ma i rapporti sono tesi e le liti frequenti: Jared e Christabel non si fidano più di Faith, dopo il periodo che ha trascorso con gli Alfa sull'isola di Bintan; Scott è l'unico a non dubitare della sua lealtà. Decisa a proteggere i suoi amici e a conoscere il vero scopo del gioco spietato che li ha resi invisibili al mondo, Faith segue le indicazioni della mappa lasciatale da Ephraim, prima dell'ultima prova a Clyde River. Raggiunge così la squadra Alfa a Iqaluit, Canada, dove la ragazza comincia a scoprire la vera identità di Davon ? l'uomo in nero ?, i fantasmi che abitano l'impetuosa Abigail e la natura della sua attrazione verso Ephraim. A poco a poco tutti i tasselli andranno finalmente al loro posto, componendo il disegno crudele congegnato dall'Illusionista, un uomo ossessionato dal proprio passato e divorato dal desiderio di vendetta. Nella prova finale, il suo piano perverso condurrà Faith e i suoi amici a scontrarsi con i propri limiti, il dolore e la morte, ma soprattutto svelerà loro il valore dell'amicizia e la forza interiore maturata da ciascuno durante quell'atroce esperienza. Tornare a essere visibili è davvero essenziale per realizzare se stessi? Fino a che punto l'essere riconosciuti dagli altri determina la nostra esistenza?