lunedì 17 giugno 2019

|Recensione| Tutto sarà perfetto di Lorenzo Marone

Fa caldo.
SÌ, ME LO SENTIRETE RIPETERE PER I PROSSIMI MESI. SÌ, SONO UNA ROTTURA DI SCATOLE.
Stare al pc è difficile.
Questo è un libro che è difficile da recensire.
Non so che recensione verrà fuori, fatevela piacere. Grazie.

Tutto sarà perfetto
di Lorenzo Marone
Editore: Feltrinelli
Pagine: 298
Prezzo: 16,50
La vita di Andrea Scotto è tutto fuorché perfetta, specie quando c'è di mezzo la famiglia. Fotografo quarantenne, single e ostinatamente immaturo, Andrea ha sempre preferito tenersi alla larga dai parenti: dal padre Libero, comandante di navi a riposo, procidano, trasferitosi a Napoli con i figli dopo la morte della moglie, e dalla sorella Marina, sposata, con due bambine e un evidente problema di ansia da controllo. Quando però Marina è costretta a partire e a lasciare il padre gravemente malato, tocca ad Andrea prendere il timone. È l'inizio di un fine settimana rocambolesco, in cui il divieto di mangiare dolci e fritti imposto da Marina è solo uno dei molti che vengono infranti. Tallonato da Cane pazzo Tannen, un bassotto terribile che ringhia anche quando dorme, costretto a stare dietro a un padre che si rifiuta di farsi trattare da infermo e che continua a sorprenderlo con richieste imprevedibili, Andrea sbarca a Procida e ritorna dopo anni tra le persone e i luoghi dell'infanzia, sulla spiaggia nera che ha fatto da sfondo alle sue prime gioie e delusioni d'amore e tra le case colorate della Corricella scrostate dalla salsedine. E proprio in mezzo a quei contrasti, in quell'imperfetta perfezione che riporta a galla ferite non rimarginate ma anche ricordi di infinita dolcezza, cullato dalla brezza che profuma di limoni, capperi e ginestre e dal brontolio familiare della vecchia Dyane della madre, Andrea trova finalmente il suo equilibrio.
Tutto sarà perfetto è un libro fatto di radici che affondano nella terra e in fondo al cuore, radici difficili da sradicare non importa quando si provi ed estirparle, proprio come è successo al nostro protagonista, Andrea Scotto, un uomo che superati i quaranta anni conserva ancora l'animo dell'eterno ragazzo; menefreghista, un po' cinico, ironico al punto giusto, Andrea è uno di quei protagonisti che già dalle prime pagine ha catturato la mia simpatia, costretto a badare al padre malato da una sorella con le manie di controllo si ritroverà a dover fare i conti con il suo passato, un passato che nonostante cerchi di dimenticare torna a fargli visita.
Inizia tutto dalla richiesta del padre, Libero, una richiesta che va contro tutte le regole imposte dalla sorella Marina: ritornare a Procida un ultima volta.
Un desiderio.
E così padre, figlio e cane arrivano alla calda Procida.
TRA UN PO' VI PARLERÒ DEL BASSOTTO AUGUSTO.
Procida che per Libero è casa e porto sicuro, lui che ha il mare al posto del sangue, sente qui il suo posto, la sua appartenenza, ma soprattutto ha lasciato qui Delphine, sua moglie e la madre dei suoi figli, una presenza che ci accompagnerà per tutto il libro.
Il suo ricordo è forte nella mente del figlio Andrea, una donna con un mal di vivere che cercava di celare dietro sorrisi a volte forzati e momenti felici da regalare ai figli, tutte cose che l'uomo ricorda perfettamente perchè impressi nella sua memoria, come fotografie che non sbiadiscono e Andrea di fotografia ne sa qualcosa...

Ricorda: la vita è un chiaroscuro perenne, ma ogni tanto attorno a noi arriva la luce giusta a illuminare le cose e a renderle perfette. Bisogna accorgersene. È tutta qui la differenza tra che campa davvero e che spreca il suo tempo.

fonte:Instagram (anakena88)
Un viaggio, un ritorno e una riscoperta del proprio passato tutto questo è quello che vivrà il nostro protagonista e la miccia di tutto sarà il padre Libero, un nome che calza poco alla figura di quest'uomo che di libero ha sempre avuto ben poco, intrappolato anche lui da demoni che lo tormentavano dentro e che lo allontanavano dalla sua famiglia. Un personaggio che non ha avuto la mia piena simpatia, forse a causa dei suoi non detti, dei suoi spigoli che non sono riuscita ad apprezzare.

Tutto sarà perfetto è uno di quei romanzi che lascia scavare nel profondo della vita del protagonista, pagina dopo pagina Andrea prende sempre più forma e non solo lui, anche Libero assume  una figura sempre più nitida. La loro storia è qualcosa di intricato, fatta di un passato che non si è mai veramente concluso e che continua a ripercuotesi sulle loro vite e sotto il sole di Procida avranno molto da riflettere così come riflette il lettore nel leggere tutto questo.
La vita riesce sempre a regalarci qualcosa di nuovo, anche se crediamo di conoscere tutto, anche se pensiamo che niente possa più stupirci.
 Un libro profondo e intenso, ma come Marone ci ha insegnato nei suoi precedenti libri, anche ironico capace di strappare qualche sorriso ed è qui che arriva il bassotto Augusto! Lui si ama e basta e soprattutto mai contraddire Augusto, mai!
E NON SVEGLIATELO, SPOSTATELO O FATE QUALSIASI COSA POTREBBE URTARE LA SUA SENSIBILITÀ CANINA.

VOTO FINALE
★★★★ e mezzo su cinque

Dopo Cesare, dopo Erri, dopo Luce anche Andrea si ritrova ad essere un altro personaggio creato da Lorenzo Marone ad avermi rubato un piccolo pezzo si cuore.
MA CESARE CONTINUA AD ESSERE IL MIO PREFERITO. SE NON AVETE LETTO LA TENTAZIONE DI ESSERE FELICI COSA STATE ASPETTANDO?

E voi avete letto altro di questo autore?

martedì 11 giugno 2019

|Recensione| Una volta è abbastanza di Giulia Ciarapica

Vi parlo dall'inferno...
...ah, no. Fa solo caldo
Facciamo che su questo argomento taccio, che è meglio.
Il libro di cui vi parlo oggi mi è stato caldamente (tanto per restare in tema) consigliato/regalato/obbligato da La Libridinosa che è tanto carina carina carina, curiosi?

Una volta è abbastanza
di Giulia Ciarapica
Serie: Una volta è abbastanza #1
Editore: Rizzoli
Pagine: 365
Prezzo: 19,00
L'Italia è appena uscita dalla guerra. A Casette d'Ete, un borgo sperduto dell'entroterra marchigiano, la vita è scandita da albe silenziose e da tramonti che nessuno vede perché a quell'ora sono tutti nei laboratori ad attaccare suole, togliere chiodi, passare il mastice. A cucire scarpe. Annetta e Giuliana sono sorelle: tanto è eccentrica e spavalda la maggiore - capelli alla maschietta e rossetti vistosi, una che fiuta sempre l'occasione giusta - quanto è acerba e inesperta la minore, timorosa di uscire allo scoperto e allo stesso tempo inquieta come un cucciolo che scalpita nella tana, in attesa di scoprire il mondo. Nonostante siano così diverse, l'amore che le unisce è viscerale. A metterlo a dura prova però è Valentino: non supera il metro e sessantacinque, ha profondi occhi scuri e non si lascia mai intimidire. Attirato dall'esplosività di Annetta, finisce per innamorarsi e sposare Giuliana. Insieme si lanciano nell'industria calzaturiera, dirigendo una fabbrica destinata ad avere sempre più successo. Dopo anni, nonostante la guerra silenziosa tra Annetta e Giuliana continui, le due sorelle non sono mai riuscite a mettere a tacere la forza del loro legame, che urla e aggredisce lo stomaco. Giulia Ciarapica ci apre le porte di una comunità della provincia profonda: tra quelle colline si combatte per il riscatto e tutti lottano per un futuro diverso. Non sanno dove li porterà, ma hanno bisogno di credere e di andare.

giovedì 6 giugno 2019

|Recensione in anteprima| Favola di New York di Victor LaValle

Oggi vi porto nel mondo oscuro delle favole!
Pronti ad entrare in una foresta oscura?
Un grazie alla Fazi editore per la copia del libro! ♥
Favola di New York 
di Victor LaValle
Editore: Fazi Editore
Pagine: 512
Prezzo: 20,00
Il piccolo Apollo, figlio della New York di oggi, cresce con la madre, giovane single di origini ugandesi. Il padre, che è sparito nel nulla, gli ha lasciato solo una scatola di libri e uno strano incubo ricorrente. Da grande, Apollo diventa un commerciante di libri antichi e si innamora della bibliotecaria Emma, insieme alla quale ha presto un figlio. Ma il nuovo arrivato incrina l'idillio della coppia: lui rivive l'abbandono del padre e, alle prese con i propri fantasmi, fatica a comprendere che in lei qualcosa è cambiato. Emma si comporta in modo strano, è sempre più distante e insofferente fino a quando, un giorno, compie un gesto indicibile. Quanto possono essere oscuri i segreti delle persone che più amiamo? Inizia così l'avventura di Apollo alla ricerca della verità su quell'atto terribile: un viaggio che lo porterà su un'isola misteriosa nel cuore della metropoli dove accadono cose al di là di ogni immaginazione e dove la vita quotidiana in una modernissima New York si sospende per lasciare spazio al mito e alla leggenda.

martedì 4 giugno 2019

|Recensione| Caro Evan Hansen di Val Emmich, Steven Levenson, Benj Pasek, Justin Paul

Io ho sonno.
Sonno sonno sonno, ma non riesco a dormire.
Uffa.
LA TRISTEZZA.

Passiamo alla recensione che è meglio!

Caro Evan Hansen 
di Val Emmich, Steven Levenson, Benj Pasek, Justin Paul 
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 300
Prezzo: 17,90
Timido e solitario, Evan Hansen non è esattamente l'anima della festa. Così, per sopravvivere al suo ultimo anno di liceo, ha deciso di seguire il consiglio di scrivere lettere incoraggianti a se stesso. Quando, però, una di queste lettere arriva nelle mani sbagliate, a Evan si presenta l'occasione della vita. Per coglierla deve solo assecondare un equivoco, e fingere che il suo enigmatico compagno di scuola Connor Murphy, appena suicidatosi, fosse in segreto il suo migliore amico. All'improvviso, Evan ha uno scopo. E un sito web. La sua ansia paralizzante sembra dissolta. È sicuro di sé e popolare. Adesso è "Evan Hansen". Non è più invisibile per Zoe, la ragazza dei suoi sogni, e i genitori di Connor lo accolgono nel disperato tentativo di sapere di più sul figlio perduto. Evan sa che quello che sta facendo è sbagliato, ma tutta la storia che ha messo in piedi sta davvero aiutando delle persone. Compreso lui. Grazie a una bugia, la sua vita è cambiata e ora sente di essere finalmente parte di qualcosa. Ma tutto ha un prezzo. E quando la verità minaccia di emergere, Evan si trova a dover fronteggiare di nuovo il suo peggior nemico: se stesso. Dai creatori del musical "Dear Evan Hansen", arriva in libreria il romanzo ispirato al successo di Broadway.

lunedì 3 giugno 2019

Ricapitoliamo Maggio

Maggio è già andato via.
*fa ciao ciao con la manina*
Giugno ci apre le porte e siamo già giunti a metà anno!
Avete rispettato dei buoni propositi?
...
...
...
Sì, ecco.
Andiamo oltre. Passiamo ai libri.
(Dovevo leggere un classico al mese. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH)

Cosa avrò letto questo mese? Avrò rispettato la TBR?
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

Okay, non faccio una vera e propria tbr, diciamo che vado a intuito e cerco di sistemare i libri per le challenge, poi ci sono pure le nuove uscite da infilare, in poche parole la mia è un "CCL?" che sta per "Cosa *bip* leggo?" (Chissà cosa è la seconda C!)
QUASI QUASI CI FACCIO UNA RUBRICA.

Iniziamo, va'.

giovedì 30 maggio 2019

|Recensione| Ultimo tango all'Ortica di Rosa Teruzzi

Okay, il pc non si stava accendendo.
Cosa gravissima! Fortunatamente eccomi qui, non vi libererete facilmente della sottoscritta.
Passiamo alla recensione di oggi, che è sempre cosa buona e giusta.

Un grazie alla Casa editrice per la copia del libro!


Ultimo tango all'Ortica 
di Rosa Teruzzi
Serie: Le 3 milanesi #4
Editore: Sonzogno
Pagine: 141
Prezzo: 14,00
Link d'acquisto: Amazon
È una sera umida di fine agosto, nella periferia di Milano. Sotto le luci intermittenti della balera dell'Ortica, tutti gli sguardi sono puntati sul corpo sinuoso di Katy, che danza un tango allacciata al suo cavaliere e che poi, appena la musica finisce, fugge via. Quella notte, fuori dal locale, viene trovato il cadavere di un giovane uomo, assassinato a colpi di pistola: era un ex di Katy, geloso e molesto, che la pedinava e la perseguitava. Chi l'ha ucciso? Forse la stessa Katy? Forse un altro spasimante? Per il delitto, la polizia arresta in realtà un personaggio insospettabile, il maggiordomo di una dama dell'alta società milanese. Le prove contro quell'uomo taciturno e devoto paiono schiaccianti. Sarà proprio la ricca signora ad assoldare Libera - la fioraia detective -, e la sua eccentrica madre Iole, perché trovino il vero colpevole dimostrando l'innocenza dello sventurato maggiordomo. Inizia così la quarta indagine delle Miss Marple del Giambellino, le stravaganti investigatrici dilettanti, questa volta impegnate a risolvere un caso che le riguarda molto da vicino e che le metterà addirittura in competizione con le forze di polizia. Sullo sfondo di una Milano contemporanea che conserva il sapore di quella di un tempo, la romantica fioraia Libera e l'eterna hippie Iole riescono ancora una volta a sorprendere il lettore con le loro indagini, accompagnandoci in un giallo tenero e duro, dove ognuno ha un segreto e insieme un buon motivo per mentire.

lunedì 27 maggio 2019

|Questa volta leggo| |Recensione| Una merce molto pregiata di Jean-Claude Grumberg

Buon inizio di settimana miei cari lettori! ♥
Anche da voi sembra autunno inoltrato? Qui sembra che dopo i miei continui lamenti degli scorsi anni qualche dio mi abbia ascoltato: niente estate, niente caldo!
YUPPIE!
Ma tanto so che il caldo arriverà e sarà tremendo!

Comunque!
Oggi tocca al Questa volta leggo e l'argomento del mese è...
UN LIBRO DEL 2019! Curiosi di conoscere la mia scelta?

Questa volta leggo..., un appuntamento mensile che vi accompagnerà giorno dopo giorno nei blog che vi partecipano con dei le recensioni di libri collegati da un argomento comune, bella idea è?
Ringraziate le menti geniali di Chiara di La lettrice sulle nuvole, Dolci di Le mie ossessioni librose 
Una merce molto pregiata
di Jean-Claude Grumberg
Editore: Guanda
Pagine: 108
Prezzo: 14,00
Link d'acquisto: Amazon
Questa è una favola, e come tutte le favole inizia con C'era una volta. C'era una volta un bosco, in cui vivevano un povero boscaiolo e sua moglie. I due non avevano figli, e se l'uomo era contento, perché questo significava bocche in meno da sfamare, per sua moglie il desiderio di un bambino da amare era quasi doloroso. Dopo lo scoppio della guerra, perché nelle favole ci sono le guerre, un treno attraversava spesso il bosco. La moglie del boscaiolo era contenta di veder passare quel treno, il marito le aveva spiegato che era un treno merci. Strane merci, più che altro sembravano persone, a giudicare dalle mani che a volte uscivano tra le sbarre per lanciare bigliettini. Poi un giorno quel treno che la donna ormai crede magico le regala una merce molto pregiata, come a voler esaudire il suo desiderio più grande.... Perché la cosa che più merita di esistere, nelle favole come nella vita vera, è l'amore donato ai bambini.

giovedì 23 maggio 2019

|Recensione| Miss Alabama e la casa dei sogni di Fannie Flagg

LALALALALA
Ed ecco una nuova recensione!

Miracolo!
GIOIA E GIUBILO NEL REGNO!
*urla della folla*

Emh...sto esagerando?
Forse!
Ma iniziamo con la recensione, che è meglio.

Miss Alabama e la casa dei sogni 
di Fannie Flagg
Editore: Rizzoli
Pagine: 396
Prezzo: 10,00
Link d'acquisto: Amazon
Una vera signora sa sempre quand'è il momento di uscire di scena. E Maggie Fortenberry, affascinante sessantenne che conosce almeno 48 modi diversi di piegare un fazzoletto e non ha mai detto una parolaccia in vita sua, ha deciso che il suo momento è arrivato. Ex Miss Alabama e quasi Miss America, dei suoi sogni di ragazza Maggie ha realizzato ben poco: non ha conquistato un marito adorante, non ha avuto con lui la nidia ta di pargoli d'ordinanza, e oggi è una single depressa con una noiosa carriera da agente immobiliare a Birmingham. Ormai ha deciso, vuole farla finita. Non senza però aver prima saldato ogni debito, sbrinato il frigorifero e salutato gli amici con un'impeccabile lettera d'addio. Ma quando tutto sembra finalmente pronto per girare l'ultimo ciak, ecco che un bizzarro scheletro in kilt manda all'aria i suoi piani. Nella villa dove l'ha ritrovato, e che Maggie ha ricevuto l'incarico di vendere, si celano infatti segreti che aspettano solo lei per essere svelati. E se poi a scombinare il suo progetto ci si mettono anche una dispettosa capretta dal muso nero e il ritorno inaspettato di un vecchio amore, ecco che forse organizzare la sua dipartita non è più così urgente...

martedì 21 maggio 2019

|Recensione| Il rilegatore di Bridget Collins

Eccomi qui!
Che il blog possa finalmente riprendere a vivere come prima?
Ritornerò a essere una blogger seria e professionale...
...
...non ridete! Vi vedo!

Comunque.
Il libro di oggi mi ha sorpresa parecchio, sono ancora sorpresa. Una rivelazione!

Un grazie alla Garzanti che me lo ha proposto e inviato!

Il rilegatore
di Bridget Collins
Editore: Garzanti
Pagine: 426
Prezzo: 17,90
Link d'acquisto: Amazon
Immagina di poter cancellare per sempre un ricordo, una colpa, un segreto. È esistito un tempo in cui era possibile. È questa l'arte di antichi rilegatori che nelle loro polverose botteghe, oltre a modellare la pelle e incollare fogli, aiutano le persone a dimenticare. Seduti con un libro in mano ascoltano le esperienze del passato che vengono raccontate loro. Parola dopo parola, le cuciono tra le pagine, le intrappolano tra i fili dei risguardi. Così il ricordo sparisce per sempre dalla memoria. Catturato sulla carta non c'è ne più traccia. Per anni l'anziana Seredith ha portato avanti questo affascinante mestiere, ma è arrivato il momento di trovare un apprendista. Qualcuno che rappresenti il futuro. La sua scelta cade su Emmet. Sarà lui il nuovo rilegatore. Lui per cui i libri sono sempre stati proibiti. Ne ha paura anche se non sa cosa c'è di sbagliato in quello che nascondono. Eppure giorno dopo giorno quella diventa la sua vita e il suo compito quello di raccogliere segreti, colpe e confessioni. E il luogo in cui quel mistero ogni volta si compie è ormai la sua casa. Casa che crede di conoscere in ogni suo angolo fino al giorno in cui scopre una stanza di cui nessuno gli aveva parlato. Una libreria immensa la riempie. Tra quelli scaffali Emmet trova un libro con scritto il suo nome. Al suo interno è celato un ricordo che gli appartiene. Non c'è nessun dubbio. Ma il ragazzo non sa di cosa si tratta. Non può saperlo. Ed è ora di scoprirlo. Perché per sapere chi è veramente ha bisogno di conoscere ogni cosa, anche quello che ha voluto o dovuto dimenticare.

lunedì 20 maggio 2019

Non leggerai di Antonella Cilento |Recensione|

Che un'altra meravigliosa settimana abbia inizio!
Spero sentiate il mio sarcasmo anche attraverso lo schermo...
Ok.
Parliamo del libro di oggi che è meglio.
Prima, però, lasciate che vi parli del nuovo progetto editoriale della Giunti!

Con Non leggerai di Antonella Cilento e La persona giusta di Sandra Petrignani si apre una nuova collana di libri chiamata ARYA che sta per Autori Romanzi Young Adult e come potete ben capire il progetto ruota intorno agli YA, un genere che oggi sta prendendo sempre più piede, ma nel nostro Paese si sente solo parlare di autori stranieri e allora la Casa Editrice ha pensato di dar spazio alle voci italiane!

Siete pronti a conoscere Non leggerai e la storia che ci racconta?

Ovviamente un grazie alla Giunti che mi ha proposto e inviato il libro! ♡

Non leggerai
di  Antonella Cilento
Editore: Giunti
Pagine: 208
Prezzo: 14,00
Link d'acquisto: Amazon
In tutti i Mondi Occidentali la lettura non interessa più: scomparsi editori e giornali, un Decalogo governativo vieta la letteratura. Le lezioni in aula si tengono in video, gli studenti nelle Scuole Riassunto consegnano compiti filmati con il cellulare. È a Napoli, in una di queste scuole, che Help Sommella, sedicenne tatuata e ribelle, stringe amicizia con una nuova e timida compagna, Farenàit Lopez. Un giorno, Farenàit - che ha una passione per i volti dei morti, doppiamente scandalosa poiché il Decalogo vieta anche di vedere i propri parenti deceduti - ruba una cassa da morto insieme ad Help per spiare un vero cadavere ma, a sorpresa, scoprono che la cassa è piena di romanzi. Con passione crescente iniziano a leggere in segreto, peccato che una gang di giovanissimi camorristi le scopra... Amore, lettura e pericolose avventure s'intrecciano in un romanzo potente e veloce che insinua un sospetto: forse la vera trasgressione è leggere e scegliere da soli il proprio destino?

mercoledì 15 maggio 2019

L'isola delle anime di Johanna Holmström |Recensione|

Breve storia per la pubblicazione di questa recensione.
Finisco il libro domenica, non riesco a scrivere la recensione per lunedì.
Decido di pubblicarla martedì, non riesco a scriverla lunedì perchè la febbre mi ha fatto visita.
Ok, la pubblico quando posso.
Martedì: devo scrivere la recensione, devo scrivere la recensione, devo scrivere la recensione.
Scrivo la recensione.
Ed eccovela qui!

L'isola delle anime 
di Johanna Holmström
Editore: Neri Pozza
Pagine: 363
Prezzo: 18,00
Link d'acquistoAmazon
Finlandia, 1891. Una notte, ai primi di ottobre, una barchetta scivola sull'acqua nera del fiume Aura. A bordo, Kristina, una giovane contadina, rema controcorrente per riportare a casa i suoi due bambini raggomitolati sul fondo dell'imbarcazione. Le mani dolenti e le labbra imperlate di sudore, rientra a casa stanchissima e si addormenta in fretta. Solo il giorno dopo arriva, terribile e impietosa, la consapevolezza del crimine commesso: durante il tragitto ha calato nell'acqua densa e scura i suoi due piccoli, come fossero zavorra di cui liberarsi. La giovane donna viene mandata su un'isoletta al limite estremo dell'arcipelago, dove si erge un edificio, un blocco in stile liberty con lo steccato che corre tutt'attorno e gli spessi muri di pietra che trasudano freddo. E, un manicomio per donne ritenute incurabili. Un luogo di reclusione da cui in poche se ne vanno, dopo esservi entrate. Dopo quarant'anni l'edificio è ancora lì ad accogliere altre donne «incurabili»: Martha, Karin, Gretel e Olga. Sfilano davanti agli occhi di Sigrid, l'infermiera, la «nuova». I capelli cadono intorno ai piedi in lunghi festoni e poi vengono spazzati via, si apre la cartella clinica della paziente, ma non c'è alcuna cura, solo la custodia. Un giorno arriva Elli, una giovane donna che, con la sua imprevedibilità, porta scompiglio tra le mura di Själö. Nella casa di correzione dove era stata rinchiusa in seguito alla condanna per furti ripetuti, vagabondaggio, offesa al pudore, violenza, rapina, minacce e possesso di arma da taglio, aveva aggredito le altre detenute senza preavviso. Mordeva, hanno detto, e graffiava. L'infermiera Sigrid diventa il legame tra Kristina ed Elli, tra il vecchio e il nuovo. Ma, fuori dalle mura di Själö la guerra infuria in Europa e presto toccherà le coste dell'isola di Àbo.

giovedì 9 maggio 2019

|Review Party| Absence - La memoria che resta di Chiara Panzuti |Recensione|

Bene.
In questi giorni ho:
finito la serie di Alice Basso su Vani Sarca;
visto Avengers Endgame;
finito la serie di Absence di Chiara Panzuti (libro di cui sto per parlarvi).

Questo per dirvi che sto parecchio maluccio. Davvero tanto maluccio.
Io...
Credo di aver bisogno di un supporto psicologico.
O di un abbraccio.
O di qualche kilo di gelato al cioccolato.
FATE VOI.
Io ora vi lascio la recensione. Non so cosa ne potrebbe venire fuori, ve lo dico.
Ah, ovviamente il libro esce oggi!!


La memoria che resta
di Chiara Panzuti
Serie: Absence #3
Editore: Fazi editore (lainYa)
Pagine: 332
Prezzo: 15,00
Link d'acquisto: Amazon
In questo episodio conclusivo della serie di Absence, la squadra Gamma è di nuovo riunita, ma i rapporti sono tesi e le liti frequenti: Jared e Christabel non si fidano più di Faith, dopo il periodo che ha trascorso con gli Alfa sull'isola di Bintan; Scott è l'unico a non dubitare della sua lealtà. Decisa a proteggere i suoi amici e a conoscere il vero scopo del gioco spietato che li ha resi invisibili al mondo, Faith segue le indicazioni della mappa lasciatale da Ephraim, prima dell'ultima prova a Clyde River. Raggiunge così la squadra Alfa a Iqaluit, Canada, dove la ragazza comincia a scoprire la vera identità di Davon ? l'uomo in nero ?, i fantasmi che abitano l'impetuosa Abigail e la natura della sua attrazione verso Ephraim. A poco a poco tutti i tasselli andranno finalmente al loro posto, componendo il disegno crudele congegnato dall'Illusionista, un uomo ossessionato dal proprio passato e divorato dal desiderio di vendetta. Nella prova finale, il suo piano perverso condurrà Faith e i suoi amici a scontrarsi con i propri limiti, il dolore e la morte, ma soprattutto svelerà loro il valore dell'amicizia e la forza interiore maturata da ciascuno durante quell'atroce esperienza. Tornare a essere visibili è davvero essenziale per realizzare se stessi? Fino a che punto l'essere riconosciuti dagli altri determina la nostra esistenza?

mercoledì 8 maggio 2019

|Review Party!| The Winner's Crime di Marie Rutkoski |Recensione|



Oggi è il giorno che non pensavo sarebbe mai arrivato.
Oggi è il giorno che aspettavo da ben 2 anni!
Oggi, miei cari lettori, potete trovare in tutte le librerie The Winner's Crime, secondo libro della trilogia di Marie Rutkoski!

Direi di non cincischiare oltre e di parlare del libro, si è già aspettato abbastanza.
Ok, non ho aspettato così tanto





The Winner's Crime 
di Marie Rutkoski
Serie: The Winner's Trilogy
Editore: Leggereditore
Pagine: 304
Prezzo: 14,90
Link d'acquisto: Amazon
Un matrimonio reale è il sogno di ogni ragazza: sfarzo, festeggiamenti e balli fino all’alba. Ma non per la bella Kestrel, per la quale invece le nozze ormai prossime con il principe Verex rappresentano una gabbia che non le lascia via di scampo. Con l'avvicinarsi del matrimonio, vorrebbe ardentemente raccontare all'amato Arin la verità sul suo fidanzamento, se solo potesse contare su di lui... Ma di chi può ancora fidarsi, se non può credere neanche più a sé stessa? Spia in incognito alla corte imperiale, Kestrel è diventata una professionista dell’inganno: vive nella menzogna, per trasmettere informazioni agli herrani, il popolo che dovrebbe considerare suo nemico, ed è finalmente vicina a scoprire un terribile segreto. Nel frattempo Arin, che da semplice schiavo è diventato governatore di Herran, arruola alleati per allontanare dal suo Paese un pericoloso nemico ed è attanagliato dal sospetto che Kestrel sappia molto più di quanto dica, e che menta... La verità, però, può fare più male delle menzogne, e quando verrà a galla, Kestrel e Arin dovranno fare i conti con le conseguenze delle proprie scelte.

lunedì 6 maggio 2019

Un caso speciale per la ghostwriter di Alice Basso |chiamiamola recensione|

Vi avevo detto che ero nel periodo fantasy, no?
Bene. Questo non è un libro fantasy, ma è un libro fantastico perciò va bene uguale.

IO NON SONO PRONTA PER DIRE ADDIO A VANI, NO.
Poi troppe cose stanno finendo in questo ultimo mese: sto leggendo l'ultimo volume della trilogia di Absance, c'è pure Endgame che ancora non ho visto e per quanto mi riguarda fino a quando non lo vedo non esiste assolutamente nulla e per finire questo.
L'ULTIMO LIBRO DEDICATO A VANI SARCA, LA GHOSTWRITER, IL MIO MITO.

Scusate, vado a piangere, poi torno.

Un caso speciale per la ghostwriter 
di Alice Basso
Serie: Vani #5
Editore: Garzanti
Pagine: 378
Prezzo: 17,90
Link d'acquisto: Amazon
Per Vani le parole sono importanti. Nel modo in cui una persona le sceglie o le usa, Vani sa leggere abitudini, indole, manie. E sa imitarlo. Infatti Vani è una ghostwriter: riempie le pagine bianche di scrittori di ogni genere con storie, articoli, saggi che sembrino scaturiti dalla loro penna. Una capacità innata che le ha permesso di affermarsi nel mondo dell'editoria, non senza un debito di gratitudine nei confronti dell'uomo che, per primo, ha intuito la sua bravura: Enrico Fuschi, il suo capo. Non sempre i rapporti tra i due sono stati idilliaci, ma ora Vani, anche se non vorrebbe ammetterlo, è preoccupata per lui. Da quando si è lasciato sfuggire un progetto importantissimo non si è più fatto vivo: non risponde al telefono, non si presenta agli appuntamenti, nessuno sa dove sia. Enrico è sparito. Vani sa che può chiedere l'aiuto di una sola persona: il commissario Berganza. Dopo tante indagini condotte fianco a fianco, Vani deve ammettere di sentirsi sempre più legata all'uomo che l'ha scelta come collaboratrice della polizia per il suo intuito infallibile. Insieme si mettono sulle tracce di Enrico. Tracce che li porteranno fino a Londra, tra le pagine senza tempo di Lewis Carroll e Arthur Conan Doyle. Passo dopo passo, i due scoprono che Enrico nasconde segreti che mai avrebbero immaginato e, soprattutto, che ha bisogno del loro aiuto. E non solo lui. Vani ha di fronte a sé un ultimo caso da risolvere e fra le mani, dalle unghie rigorosamente smaltate di viola, le vite di tutte le persone cui ha imparato a volere bene.

martedì 30 aprile 2019

Scarlet - Cronache lunari di Marissa Meyer |Recensione|

Ciao, sono Grazia e in questo periodo sto cercando di recuperare i libri abbandonati.
E SONO ANCHE NEL PERIODO FANTASY. & CO.
Sto leggendo anche di meno, ma almeno faccio del bene a quei poveri libricini che non mi ricordavo neanche di avere.
Sono una bravissima lettrice, non è vero?
E oggi tocca a...

Scarlet
di Marissa Meyer
Serie: Cronache lunari #2
Editore: Mondadori
Pagine: 427
Prezzo: 17,00
Anno 126, Terza Era. Androidi e umani popolano le strade di Nuova Pechino, sotto lo sguardo implacabile degli abitanti della Luna. Cinder, giovane cyborg e legittima erede al trono lunare, evade dalla prigione in cui è stata rinchiusa per partire alla volta di Parigi, alla ricerca della donna che in passato l'ha nascosta dalla malvagia Regina Levana. Il suo destino si intreccia a quello di Scarlet, giovane contadina francese costretta ad abbandonare la sua fattoria per ritrovare la nonna, scomparsa senza lasciare traccia. Insieme, con l'aiuto dell'ambiguo Wolf, esperto di combattimenti clandestini, e dell'affascinante cadetto Carswell Thorne, Scarlet e Cinder scopriranno di dover combattere un nemico comune: la Regina Levana, pronta a scatenare la guerra per indurre il principe Kai a sposarla e affermare la supremazia dei Lunari sulla Terra. Vigilata da una luna ostile e minacciosa, Scarlet, moderna Cappuccetto Rosso, dovrà attraversare una città insidiosa come il profondo del bosco, e scoprire se dietro il conturbante Wolf si nasconde un alleato... o un predatore.

giovedì 25 aprile 2019

|Questa volta leggo...| Glass magician di Charlie N. Holmberg |Recensione|

*bu bu settetè*
Pensate di liberarvi di me? E invece no!
Anche nei giorni di festa eccomi qui e spero di ritornare presto operativa come una blogger seria e professionale.
*ehm ehm*
Oggi ritorna la rubrica "Questa volta leggo..."!
Questa volta leggo..., un appuntamento mensile che vi accompagnerà giorno dopo giorno nei blog che vi partecipano con dei le recensioni di libri collegati da un argomento comune, bella idea è?
Ringraziate le menti geniali di Chiara di La lettrice sulle nuvole, Dolci di Le mie ossessioni librose 

E il tema del mese è...un libro fantasy!


Glass magician 
di Charlie N. Holmberg
Serie: Paper magician Trilogy #2
Editore: Fanucci
Pagine: 219
Prezzo: 14,90
Link d'acquisto: Amazon
Tre mesi dopo aver restituito il cuore di Emery Thane, maestro di arti magiche, al suo legittimo proprietario, Ceony Twill è sulla buona strada per diventare una Piegatrice. Adora dare vita alle forme che disegna e creare esseri inanimati da semplici pezzi di carta. Non tutte le sue attenzioni, però, sono rivolte allo studio della magia; i suoi pensieri più dolci sono per il suo giovane maestro, a cui spera di avvicinarsi sempre più nonostante non sia ancora riuscita a rompere la barriera che li separa. Nel frattempo una nuova minaccia è in arrivo: un mago in cerca di vendetta è convinto che Ceony custodisca un importante segreto e sarà disposto a tutto pur di venirne a conoscenza... perfino a mettere a repentaglio l'esistenza stessa del mondo magico. Pericoli spaventosi si profilano all'orizzonte e Ceony sarà chiamata ad affrontare una nuova prova e a confrontarsi con i limiti delle sue paure per salvare le vite di coloro che più le stanno a cuore.

giovedì 18 aprile 2019

Un amore inaspettato di Morgan Matson |Recensione|

Eccomi qui!
Una fugace apparizione, ma sono viva!
È un periodo pesante, cerco di non farmi schiacciare ma questo si ripercuote fortemente sulle letture e infatti per leggere questo libro ho impiegato ben cinque giorni, quando ne avrei impiegato la metà in un periodo di calma.
Parliamo del libro, che è meglio...


Un amore inaspettato 
di Morgan Matson
Editore: Newton Compton
Pagine: 476
Prezzo: 10,00
Link d'acquisto: Amazon

Andie ha pianificato con cura il proprio futuro. Ha deciso che frequenterà un corso di specializzazione in Medicina e, per quanto riguarda suo padre, il piano è quello di evitarlo il più possibile (il che non è poi tanto difficile, considerando che è un membro del Congresso e non è mai a casa). In tema di amicizie, poi, si sente a cavallo: Palmer, Bri, e Toby sono le persone più straordinarie del pianeta, e squadra che vince non si cambia. Nessuna indecisione neppure a proposito dell’amore: il suo motto è mai più di tre settimane con qualcuno. In fondo non ci sono ragazzi per cui valga la pena di investire più tempo. L’estate è in arrivo e tutto le sembra perfettamente sotto controllo. Come piace a lei. Fino a quando uno scandalo politico non scombussola tutti i suoi piani. Improvvisamente Andie si ritrova a fare cose che non avrebbe mai potuto prevedere: racimolare qualche soldo lavorando come dog-sitter, vivere sotto lo stesso tetto con suo padre (un evento che non si verificava da anni) e forse, ma magari è solo un’impressione, permettere a Clark di avvicinarsi oltre il livello di sicurezza. Palmer, Bri e Toby le consigliano di godersi questo nuovo imprevedibile caos, ma Andie odia dover improvvisare…

giovedì 11 aprile 2019

Il meglio di noi di Francesco Gungui |Recensione|

RECENSIONE!
Ma va?

Comunque.
Da questo momento il blog subirà dei rallentamenti, non una completa pausa ma se non vedete dei post per lungo tempo non allarmatevi: non vi abbandono!

Adesso passiamo alla recensione e un grazia alla CE per la copia del libro!


Il meglio di noi
di Francesco Gungui
Editore: Giunti
Pagine: 256
Prezzo: 14,90
Link d'acquisto: Amazon
È davvero possibile imparare a vivere meglio quando la vita sembra avere la meglio su di te? Sara ancora non lo sa. Dopo anni di crisi, lei e Michele hanno deciso di separarsi e devono solo trovare il coraggio di dirlo al figlio, Nicolò, sei anni, un bambino sensibile e creativo, affetto da una forte dermatite che lo spinge a grattarsi a sangue durante la notte. Quando finalmente tutto è deciso, Michele ha un incidente che d’improvviso porta alla luce una triste verità: «Quindi non ci bastano i soldi? Dobbiamo rimandare tutto?» è la domanda allibita di Sara. Vivere da separati in casa diventa l’unica scelta possibile. Ma Sara capisce che deve fare qualcosa, deve trovare una strategia per sopravvivere. La psicologa, le ricerche in rete fino a notte fonda non sembrano portare a niente. Forse è tempo di provare qualcosa di diverso. Ma per orientarsi in questo mondo di manuali selfhelp, di blog su “come essere felici”, teorie motivazionali di esuberanti coach e sedicenti guru, serve una guida. A volte l’aiuto di cui hai bisogno è proprio dietro l’angolo, il maestro arriva quando il discepolo è pronto. Poche parole prima di iniziare un’avventura che cambierà il futuro di Sara: «Tu sei l’eroina, tuo è il viaggio. è ora di prendere in mano la tua vita».