lunedì 25 ottobre 2021

Recensione La casa di cenere di Angharad Walker

Qui abbiamo un problema. Un problema enorme.
Le ultime due letture si sono rivelate deludenti e non va bene per niente. Tiratemi fuori da questo loop!!


NIENTE, ECCOVI LA RECENSIONE E BASTA.



La casa di cenere
di Angharad Walker

Editore: Rizzoli
Pagine: 345
Prezzo: 17,00
Quando arriva alla Casa di Cenere, il ragazzo nuovo è in cerca di una cura per il male alla schiena che lo tormenta da tempo, ma anziché capitare nell'ennesima clinica si trova davanti a una dimora con le pareti di fumo e viene accolto da un gruppo di ragazzi che lo ribattezzano Sol, per Solitudine. Hanno nomi strani, come Concordia o Giustizia, e tengono in gran conto la Bontà. Sol impara a vivere con loro seguendo le regole dettate dal misterioso Direttore, di cui tutti aspettano il ritorno con ansia. Presto si accorge, però, che quella casa è l'opposto di un luogo dedicato alla cura. Non si può per alcun motivo essere malati né cercare di andarsene. Finché un giorno arriva il Dottore... "La Casa di Cenere è una storia di bambini soli e in gruppo, spaventati e coraggiosi, sottomessi e capaci di ribellarsi.

Inizio col dirvi che se cercate un libro con delle risposte qui non le avrete. Forse giusto una, il resto sarà mistero assoluto.
Già, un mistero dall'inizio alla fine.
Che frustrazione.
Che scontento.
Che amarezza!

Okay, okay. 
Andiamo con ordine.
Parola d'ordine: mistero, già.

Un ragazzino per motivi misteriosi arriva in questa casa che sembra essere un misterioso centro per ragazzini. Lì incontra un misterioso ragazzino chiamato Indipendenza, o meglio Indi, che gli spiega essere arrivato alla Casa di cenere chiamata così perchè fatta di cenere (????) ed è tutto splendido e tutto meraviglioso. Così Indi gli assegna un nome Solitudine che diventerà Sol per risparmiare tempo e creare a me parecchio fastidio tra Sol e Indi e altri nomi abbreviati che avrei voluto urlare forte fortissimo...

...emh, sì.

La Casa di Cenere era come l'estremità di un mondo lasciato a marcire, dimenticato da tutti coloro che vi avessero mai tenuto.

Quindi Sol arriva in questa Casa e incontra tutti gli altri ragazzini di cui non ci è dato sapere niente se non che anche i loro nomi sono quelli di determinate caratteristiche intese come Bontà. Si ha Libertà, Amicizia, Amore, Giustizia, Concordia...nomi che per i ragazzi sono assolutamente normali, com'è normale vivere in questo luogo completamente in balia di se stessi senza nessun altro adulto se non la figura labile del Direttore.
Chi è il Direttore?

Di lui si sa che non si fa vivo da tre anni. Anche se...
No, niente spoiler.
Dicevo. Il Direttore non si fa vivo da tre anni e i ragazzini vivono completamente soli, non hanno minimamente idea di cosa sia il mondo esterno, non sanno cosa sia  la vita al di fuori dalla Casa, al suo interno hanno tutto ciò di cui hanno bisogno e in più ogni tanto arrivano scatole con dei beni di prima necessità. Da chi? Non ci è dato saperlo.

Prima dell'arrivo di Sol i ragazzi vivevano in uno stato di puro equilibrio, badavano al cibo, alla caccia, pensavano ai loro vestiti, seguendo sempre i principi di Bontà e ogni giorno ricevano delle chiamate dal loro amato Direttore. L'arrivo del nuovo ragazzo, però, sembra porre fine a tutto questo.
L'idillio si spezza.
Sol sa cosa sia vivere in un mondo esterno e si rende conto che tutto questo è completamente anormale, ma per i ragazzini è lui a essere quello strano, quello che porta Cattiveria.
Viene allontanato da tutti, tranne da Indi l'unico in cui trova uno sguardo amico.

La casa di Cenere era una ragnatela di abitudini e regole alle quali i suoi amici ubbidivano da tutta la vita, ma lui non era come loro.

pinterest
Per Sol la vita all'interno della Casa si rivela essere ogni giorno più difficile, quelli che sembrano essere delle buone intenzioni spinte dalla Bontà si rendono scontri, piccole scintille d'odio pronte a incendiare tutto fino a che non arriva il Dottore, altra figura misteriosa che mette in allerta tutti i ragazzini, il suo arrivo significa Morte.

Non scrivo quello che succede dopo, tanto varrebbe raccontarvi l'intero libro, ma non sono cose belle. Non lo sono per niente, specialmente perché accadono a ragazzini che non si rendono minimamente conto di quello che succede o fanno.
L'esempio lampante è nell'assoluta fiducia (a tratti anche irritante) di Indi, come gli altri ragazzi è completamente soggiogato da quello che succede nella Casa, tutto perché il Direttore ha detto loro che così è giusto.
Sono avvenimenti orribili, tremendi...e a me non hanno lasciato nulla. Ho letto tutto con estrema indifferenza, non ho provato la benché minima empatia nei confronti dei piccoli protagonisti e di quello che stava succedendo loro.
Niente. Il vuoto.
Nessuna ansia, nessun terrore. Suspense? Non pervenuta.
Leggevo solo perché spinta dalla curiosità di sapere cosa nascondesse davvero questa Casa, arrivare alla fine e non scoprire niente è stato davvero deludente.

L'autrice lascia aperte millemila strade diverse facendo sì che il lettore possa darsi delle risposte immaginando quello che è davvero questo misterioso luogo. Io ho tantissime possibilità...
Ci sarà un seguito?
Non è dato sapere neanche questo
.
Che l'autrice aspetti di vedere come vada questo libro? Probabilmente sì, ma che rabbia. Alcune risposte avrebbe potuto darle!
Ed è un vero peccato perché la storia ha le basi per qualcosa di originale e anche lo stile non è malaccio, si legge in fretta. Solo che è stata davvero una lettura vuota.
Ah, poi per me non è stato un horror, non ne ha neanche l'ombra se non per dei cani che sembrano essere dei mastini infernali.

Riassumendo questa recensione posso dire: DELUSIONE.


VOTO FINALE
★★ su cinque

CHE RABBIA.

Speriamo che la prossima sia una  buona lettura!



martedì 19 ottobre 2021

La trilogia della nebbia di Carlos Ruiz Zafón. Magia, mistero e oscurità.

Miei cari lettori!
Oggi sono qui per un post un pochino speciale, non una solita recensione di un libro ma di tre.
Una trilogia!
E direi anche che è perfetta per il periodo autunnale con i suoi toni cupi e misteriosi, siete pronti??



La trilogia della nebbia 
di Carlos Ruiz Zafón
Editore: Mondadori
Pagine: 468
Prezzo: 25,00 euro (esiste anche la versione flessibile a 15,00 euro)
Una casa sulla costa atlantica spagnola; la misteriosa India; un faro in Normandia. Sono gli scenari dei primi tre romanzi dell'autore de "L'ombra del vento", destinati a un pubblico di giovani e di adulti, riuniti in questo volume secondo le intenzioni dell'autore. Atmosfere gotiche, trame mozzafiato e personaggi che si imprimono indelebili nella memoria dei lettori

giovedì 14 ottobre 2021

Recensione Vita nostra di Marina e Sergej Djachenko

Eccomi di ritorno con una nuova recensione!
Questa volta si tratta di un libro davvero particolare, lo definirei quasi unico.

Curiosi di conoscerlo?

Un grazie alla Casa editrice per la copia del libro!



Vita nostra
di Marina e Sergej Djachenko

Serie: Vita nostra #1
Editore: Fazi editore
Pagine: 400
Prezzo: 18,00
Già bestseller a livello internazionale, Vita Nostra è uno straordinario viaggio di formazione in cui si mescolano avventura e conoscenza, fantascienza e filosofia, filtrate attraverso la sensibilità letteraria russa: un romanzo che è già un classico della letteratura fantasy.
Durante le vacanze estive, la giovane Saška viene avvicinata da un uomo che la costringe a eseguire una serie di compiti a dir poco bizzarri. La ragazza è spaventata ma non ha altra scelta se non obbedire, ricevendo in cambio dei gettoni d’oro con un marchio sconosciuto. Gli incarichi continuano e le monete si moltiplicano; l’autunno successivo, invece di iscriversi alla facoltà di Filologia come ha sempre sognato, Saška viene infine obbligata ad allontanarsi da casa per raggiungere l’Istituto di Tecniche speciali. Non è una scuola come le altre: i libri risultano incomprensibili, gli insegnanti negano qualsiasi spiegazione e gli studenti più grandi sembrano sempre altrove con la mente. La classe del primo anno prova a restare unita di fronte al rigore quasi crudele dei professori, mentre Saška trova conforto nell’amicizia con Kostja, un ragazzo sensibile che, come lei, vuole solo rimanere a galla per scongiurare terribili conseguenze. Nonostante tutto, Saška è sempre più attratta dalle lezioni e la sua improvvisa fame di sapere la trascina in uno studio ossessivo: quando diventa la migliore del suo corso, il severo e magnetico tutor Farit la prende sotto la sua ala e la spinge a sperimentare cose che Saška non avrebbe mai immaginato di poter fare. Non ci sono però solo giorni esaltanti costellati di progressi, ma anche estenuanti momenti di crisi e metamorfosi inaspettate: il sapere arcano e fondamentale che Saška insegue ha un prezzo molto alto, e lei deve decidere se è disposta a lasciare indietro tutta la sua vita precedente, incluse le persone a cui tiene di più.

lunedì 4 ottobre 2021

Recensione Tilly e le storie da salvare di Anna James

BUON OTTOBRE, MIEI CARI LETTORI!
Sentite l'aria autunnale? Non è meravigliosa? Stupenda? AMO L'AUTUNNO, IO!

Ehm, comunque.
Ecco giunta una nuova recensione e con lei dei vecchi amici! Siete pronti?

Un grazie alla CE per la copia del libro!



Tilly e le storie da salvare
di Anna James

Serie: Pages & co. #2
Editore: Garzanti
Prezzo: 15,00
Pagine: 400
Per l'undicenne Tilly Pages non esiste luogo più accogliente della libreria dei nonni, dove è cresciuta circondata da volumi che ormai conosce a memoria. E dove ha scoperto di avere un dono speciale: è una libro vaga, può viaggiare dentro le storie e parlare con le sue eroine preferite, vivendo esperienze uniche. Un dono straordinario che le permette di fiutare quando qualcosa non va nell'universo delle storie. Come accade in una fredda mattina di novembre, mentre è in vacanza a Parigi con il suo migliore amico Oskar. Non appena Tilly mette piede in una libreria piena di luci e colori che attira la sua attenzione, si accorge che le fiabe stanno letteralmente perdendo la loro magia. In Cappuccetto Rosso, Jack e il fagiolo magico, Raperonzolo e Riccioli d'oro regna il caos: i personaggi perdono in continuazione l'orientamento e si smarriscono; le storie sono tutte mescolate e si confondono l'una con l'altra; e poi misteriosi buchi nelle trame si aprono senza che nessuno se ne accorga. Preoccupata, Tilly capisce che c'è un solo modo per fermare questa gran confusione: entrare nelle fiabe e affrontare un nemico che conosce molto bene, prima che rovini il mondo della fantasia per sempre. Perché i cattivi si nascondono fuori e dentro le pagine. E solo aiutando con coraggio i suoi amici di carta potrà restituire loro il lieto fine che meritano e forse capire cosa è davvero accaduto alla sua mamma.
Dopo l'incredibile successo di Tilly e i segreti dei libri, l'esordio rivelazione che ha messo d'accordo gli editori di tutto il mondo e scalato le classifiche italiane, Anna James ci riporta nell'universo fantastico dei librovaghi. E ci esorta a prendere sul serio l'immaginazione, perché è una forza senza eguali in grado di portarci ovunque e di realizzare l'impossibile. Una nuova, imperdibile avventura per tutti coloro che non possono resistere alla tentazione di leggere un altro capitolo.