lunedì 18 marzo 2019

Morte di un giovane di belle speranze di Jessica Fellowes |Recensione MEH|

ME LO SENTIVO!
Lo sapevo! Speravo di sbagliarvi e invece no! Il mio sesto senso è potente su questo non c'è dubbio.
Sono incappata in una delusione.
Sono una bambina triste.
Una lettrice amareggiata.


Morte di un giovane di belle speranze
di Jessica Fellowes
Serie: I delitti Midfort #2
Pagine: 364
Prezzo: 18,00
Link d'acquisto: Amazon
Londra, 1925. «Giovani aristocratici scapestrati» è il soprannome dato dalla stampa scandalistica inglese a un gruppo di amici famosi per le grandiose feste in maschera e le elaborate cacce al tesoro nella notte londinese. Appartiene alla cerchia anche la maggiore delle Mitford, Nancy, che chiede ai genitori di inviare a Londra la sorella diciassettenne, Pamela. Gli sfavillanti parties in città sono infatti un'eccellente occasione per stringere nuove amicizie, utili per la prossima festa di compleanno di Pamela. Tra la «gente giusta» di cui assicurarsi la presenza figurano di certo Sebastian Atlas, volto angoloso, naso lungo e capelli impomatati tanto lisci da sembrare una lamina d'oro aderente al cranio; Clara Fisher, soprannominata dai Mitford «l'Americana» e, naturalmente, i Curtis: Charlotte Curtis innanzi tutto e suo fratello, l'arrogante Adrian, lo scapolo da accalappiare. Le intenzioni di Nancy vanno a buon fine e, nel giro di un mese, buona parte dei suoi ricchi amici si riversa ad Ashtall Manor, pronta a prendere parte allo sfarzoso ballo in costume e alla sfrenata caccia al tesoro nella tenuta. Durante la serata il gruppo si addentra nel cimitero che confina con il muro di cinta della magione. Il suolo è fradicio di umidità notturna, la luce della luna filtra a stento fra le nuvole. Sul terreno bagnato alla base del campanile della chiesa, con un braccio sul collo, le gambe piegate e storte, la bocca spalancata, gli occhi fissi e ciechi, giace il cadavere di Adrian Curtis. In piedi accanto a lui, con le mani sulla bocca ad attutire il grido, c'è la cameriera personale di Charlotte, Dulcie Long. Scotland Yard non tarda a scoprire che la ragazza cela l'appartenenza a un club molto più esclusivo di quello dei suoi ricchi datori di lavoro: il club delle Quaranta Ladrone, una temibile banda di ladre capeggiate dall'implacabile Alice Diamond, che da qualche tempo sta terrorizzando Londra. Dulcie Long viene dunque arrestata come colpevole dell'omicidio di Adrian Curtis, sprezzante rampollo della «buona società» londinese. L'unica a credere all'innocenza della ragazza è Louisa Cannon, dama di compagnia delle sorelle Mitford, la quale, aiutata da Pamela e Nancy Mitford, decide di indagare sul caso...

mercoledì 13 marzo 2019

w...w...w...Wednesday! 13.03.19

Potrebbe esserci un po' di vento, ma poco poco. Poco fa ho visto passare Mary Poppins...
Non vorrei risultare troppo rompi scatole, ma qui ieri ha anche nevicato (SICILIA!!) e questo è un chiaro segnale che l'inverno non vuole abbandonarci. 
Tutto questo è per fare contenta me. Ovvio.
Sì lo so. La finisco!
L'INVERNO REGNA!
L'AUTUNNO IMPERA!
POTERE AI PICCOLI!

Passiamo al w...w...w...Wednesday, prima che mi abbandoniate in tutta la mia "cretinità".

martedì 12 marzo 2019

|Review Party!| Il custode delle tempeste di Catherine Doyle |Recensione in anteprima|

Eccoci qui con una nuova recensione ed è addirittura in anteprima!
Sì, non riuscite a contenere l'entusiasmo, neanche io riesco!
Quindi non perdiamoci in inutili chiacchiere e diamo il via alle danze...E PENSARE CHE NEANCHE MI PIACE BALLARE.

Un grazie alla Mondadori per avermi permesso di partecipare a questo RP e per la copia del libro. ♥

Il custode delle tempeste 
di Catherine Doyle
Serie: Storm Keeper #1
Editore: Mondadori
Pagine: 245
Prezzo: 17,00
Link d'acquisto: Amazon
A ogni generazione, l'isola di Arranmore sceglie un Custode delle Tempeste che incarni il suo potere e difenda la sua magia se il Nemico dovesse tornare. E per il nonno di Fionn è giunto il tempo di cedere il passo al nuovo Custode. Fionn ha il terrore del mare, tanto che quando approda ad Arranmore per l'estate, vuole solo tornare sulla terraferma. L'isola della sua stirpe, però, lo aspetta da molto tempo e lo reclama a sé, rivelandogli la sua magia. Presto Fionn si lascerà sedurre dalla ricerca di una grotta sommersa, capace di esaudire i desideri. Ma una forza malvagia si sta destando nelle profondità dell'isola, ed è più vicina a lui di quanto non immagini.

lunedì 11 marzo 2019

Trappola per volpi di Fabrizio Silei |Recensione|

Eccoci giunti ad una nuova settimana!
Non fate quella faccia, su!
Magari vi aspettano delle gioie dietro l'angolo, se così non fosse restate forti! Tanto per iniziare bene oggi vi propongo un libro che si è rivelato davvero una scoperta!
Curiosi?

E un grazie alla Giunti per la copia!

Trappola per volpi
di Fabrizio Silei
Editore: Giunti
Pagine: 416
Prezzo: 16,00
Link d'acquisto: Amazon
Occhi chiari, baffetti neri, borsalino e soprabito, come un poliziotto del cinema. "Ma questo, santo cielo, sembra un ragazzino appena uscito dall'università!" pensa il tranviere Ettore Becchi scrutando il vicecommissario Vitaliano Draghi, appena giunto sull'argine dell'Arno a verificare la situazione. È l'alba del 3 luglio 1936 e, in una Firenze ancora avvolta nella nebbia, vicino a un vespasiano, l'uomo ha scoperto qualcosa di inquietante: una donna distesa nell'erba, l'elegante vestito macchiato di sangue. Vitaliano sente un'ondata di ansia nel petto: i suoi superiori sono assenti, è il suo primo vero caso, e ancora non sa quanto importante e delicato. La vittima, infatti, è la giovane moglie del senator Bistacchi, vicinissimo al Duce. Vitaliano, che un giorno sì e un giorno no si pente di aver mollato la letteratura per la criminologia, capisce di aver bisogno di rinforzi. Ma non basta un aiuto qualsiasi, serve una mente davvero prodigiosa: quella di Pietro Bensi, il contadino della fattoria nel Chianti in cui è cresciuto. È stato proprio lui, che ha letto tutti i libri della biblioteca del conte e si diletta a costruire complicati marchingegni, a far nascere in Vitaliano la passione per gli enigmi e per le trappole. Perché se vuoi catturare una volpe, devi pensare come una volpe, gli ripete sempre Pietro. Ma ci vuole coraggio per portare un contadino, neanche tanto segretamente antifascista, per le strade e i palazzi di una Firenze dove anche i muri hanno orecchie...

mercoledì 6 marzo 2019

|Questa volta leggo...| Incubo di Wulf Dorn |Recensione

w...w...w...NO!
Oggi niente wwwWednesday! No, non fate così, non vi crucciate! So che senza i miei inutili riepiloghi librosi non riuscite a stare sereni, lo so benissimo!
AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH
Non temete, torneranno ad allietare le vostre vite già dalla prossima settimana! Contenti?
Oggi, invece, è giorno di "Questa volta leggo..." e questo mese e dedicato ai thriller,siete curiosi di scoprire la mia lettura da bbbbbbbrivido?

Questa volta leggo..., un appuntamento mensile che vi accompagnerà giorno dopo giorno nei blog che vi partecipano con dei le recensioni di libri collegati da un argomento comune, bella idea è?
Ringraziate le menti geniali di Chiara di La lettrice sulle nuvole, Dolci di Le mie ossessioni librose 

Incubo
di Wulf Dorn
Editore: Corbaccio
Pagine: 361
Prezzo: 16,90
Link d'acquisto: Amazon
Simon è un ragazzo difficile, rinchiuso da sempre nel suo mondo. La sua vita precipita in un incubo dopo la morte dei genitori in un terribile incidente d'auto, dal quale Simon esce miracolosamente illeso ma, da allora, soffre di fobie, allucinazioni, sogni che lo tormentano ogni notte. Costretto a trasferirsi dalla zia Tilia dopo un periodo di riabilitazione in ospedale, passa le sue giornate esplorando la campagna sulla bicicletta del fratello Michael. Nella zona sembra aggirarsi un mostro: una ragazza è scomparsa, e una notte si perdono le tracce anche di Melina, la fidanzata di Michael, il quale diventa l'indiziato principale. Insieme a Caro, una ragazza solitaria che ha conosciuto nella sua nuova scuola, Simon affronta le proprie paure più nascoste e va a caccia del lupo che miete le sue vittime nel bosco di Fahlenberg. Ma niente è come sembra. Oscuro, inquietante, avvolgente, Incubo è il nuovo psicothriller di Wulf Dorn.

martedì 5 marzo 2019

Circe di Madeline Miller |Recensione

Prima di iniziare la mia recensione devo dirvi un cosa, la mia passione per i miti greci (poi passata anche a quelli norreni) risale a tempi molto lontani in cui ero solo una bambina e tutto si deve ad una singola persona, lei:

Temo che ad ogni condivisione ci sarà la faccina di Pollon...
Poi, ovviamente, mi sono fatta più seria...
...io seria!

Bene, spiegato il disagio è meglio che vi parli del libro.

Un grazie alla Sonzogno per la copia! ♥


Circe
di Madeline Miller
Editore: Sonzogno
Pagine: 411
Prezzo: 19,00
Link d'acquisto: Amazon
Ci sembra di sapere tutto della storia di Circe, la maga raccontata da Omero, che ama Odisseo e trasforma i suoi compagni in maiali. Eppure esistono un prima e un dopo nella vita di questa figura, che ne fanno uno dei personaggi femminili più fascinosi e complessi della tradizione classica. Circe è figlia di Elios, dio del sole, e della ninfa Perseide, ma è tanto diversa dai genitori e dai fratelli divini: ha un aspetto fosco, un carattere difficile, un temperamento indipendente; è perfino sensibile al dolore del mondo e preferisce la compagnia dei mortali a quella degli dèi. Quando, a causa di queste sue eccentricità, finisce esiliata sull'isola di Eea, non si perde d'animo, studia le virtù delle piante, impara a addomesticare le bestie selvatiche, affina le arti magiche. Ma Circe è soprattutto una donna di passioni: amore, amicizia, rivalità, paura, rabbia, nostalgia accompagnano gli incontri che le riserva il destino - con l'ingegnoso Dedalo, con il mostruoso Minotauro, con la feroce Scilla, con la tragica Medea, con l'astuto Odisseo, naturalmente, e infine con la misteriosa Penelope. Finché - non più solo maga, ma anche amante e madre - dovrà armarsi contro le ostilità dell'Olimpo e scegliere, una volta per tutte, se appartenere al mondo degli dèi, dov'è nata, o a quello dei mortali, che ha imparato ad amare.