giovedì 13 maggio 2021

Recensione Bugiarde si diventa di Felicia Kingsley

ED ECCOCI QUI!
In questi giorni non ho voglia di fare nulla e dico nulla che non sia stare spaparanzata sulla poltrona con il telecomando in mano, neanche un libro! Perchè ciò significherebbe mettere in moto il cervello e invece no!
Eccomi qui con una nuova recensione! Poi torno sulla poltrona, sì.
Sarà la primavera? Forse.
Sarà che sono stanca di tutto? Probabile.
Ma iniziamo!

Un grazie all'autrice che mi ha omaggiata del libro e non solo: una box così carina con tanto di M&M's (che non scalfiranno la professionalità delle blogger qui presente!) che ho accanto proprio ora, ne resteranno a fine recensione? Mistero!



Bugiarde si diventa
di Felicia Kingsley

Editore: Newton Compton
Pagine: 416
Prezzo: 9,90
Capodanno è tempo di bilanci e Charlotte Taylor è davanti al fallimento totale della propria vita. Lavoro? Un disastro. Amore? Meglio non parlarne. Autostima? Questa sconosciuta. E un risultato del genere è il frutto di anni dissoluti? Macché, esattamente il contrario! E così, alla soglia dei trent'anni, Charlotte è stanca di essere sempre "quella brava" e, anche per una notte sola, le piacerebbe poter essere qualcun'altra. Complice la sua migliore amica, l'ereditiera più famosa di Londra, Charlotte riesce a intrufolarsi, sotto il falso nome di Bea Beaufort, a un party esclusivo, frequentato da celebrità, tra cui Royce DeShawn, stella in ascesa del cinema. Finalmente una serata indimenticabile, anche grazie a un eccitante e imbarazzante incontro con un affascinante sconosciuto in momento e luogo inopportuni. Quella che però doveva essere l'innocente bugia di una sera si trasforma in un ciclone che la travolge: la stampa la indica come nuova fiamma di Royce, il cui staff non sembra proprio interessato a smentire le insinuazioni che stanno facendo il giro del mondo. Tutt'altro! Charlotte si ritrova così a vestire i panni di Bea Beaufort, e tra una gaffe e l'altra è ricomparso, a complicare ulteriormente le cose, l'affascinante sconosciuto incontrato a Capodanno. Una bugia tira l'altra e quello che era iniziato come un gioco divertente potrebbe presto trasformarsi in un autentico cataclisma...

lunedì 10 maggio 2021

Recensione Mistborn. Il Campione delle Ere di Brandon Sanderson

SALVE POPOLO DI LETTORI!
Eccomi qui con una nuova recensione e con questa arriva la fine della lettura di una trilogia che avevo iniziato nel lontano (mica troppo!) 2019!
Parlo di Mistborn!
Ovviamente sarà una recensione spoiler free! Eviterò di scrivere anche spoiler sui precedenti libri, spero.

Nel dubbio:

Per nostra sfortuna il libro non è più disponibile in italiano, speriamo in una prossima ristampa da parte di Mondadori. Tenete tutto quello che avete incrociato.



Il Campione delle Ere
di Brandon Sanderson

Serie: Mistborn #3
Editore: Fanucci
Pagine: 800
L'Ultimo Impero del lord Reggente è finalmente crollato, e dai suoi resti è nato il Nuovo Impero di Elend Venture... ma sotto i peggiori auspici. La terra è scossa da terremoti sempre più frequenti, la cenere cade incessante dal cielo e le nebbie oscurano l'orizzonte anche durante il giorno, decimando raccolti e persone. Il mondo sembra essere condannato e la responsabilità maggiore ricade sulle spalle di Vin: la giovane Mistbom, ingannata dall'essere imprigionato nel Pozzo dell'Ascensione, ha compiuto la mossa azzardata di liberarlo, e ora Rovina imperversa nel mondo, deciso a distruggerlo con i suoi Inquisitori e i suoi eserciti di koloss. L'unico modo per arrestare la catastrofe sembra celarsi nei messaggi lasciati dal lord Reggente in alcuni depositi segreti sparsi per l'Impero. È una corsa contro il tempo: Vin e i suoi amici riusciranno a mettere insieme i pezzi di un enigma millenario e a sventare così la fine del mondo ormai imminente? In questo episodio conclusivo della trilogia dei Mistbom la Natura dimostra tutta la sua potenza e la volontà di rivalsa sugli uomini: Elend Venture e Vin devono affrontare la lotta decisiva per salvare sé stessi e il mondo in cui vivono.

martedì 27 aprile 2021

Recensione Una specie di scintilla di Elle McNicoll

SALVE, POPOLO DI LETTORI!
Vi sembra possibile che aprile ci stia quasi per lasciare? Ultimamente il tempo vola in lampo, letteralmente non me ne sto redendo conto.

Tra un attimo starò qui a lamentarmi del caldo, cosa che succede ogni anno, preparatevi. In fondo mi conoscete.
Però non siamo qui per parlare delle mie lamentele, no no. Oggi vi parlo di un libro che dovrete leggere o almeno cercate di farlo leggere alle menti più giovani, miseriaccia!

Un grazie alla Casa editrice per la copia del libro!



Una specie di scintilla 
di Elle McNicoll
Editore: Uovonero
Pagine: 192
Prezzo: 15,00
La vita a scuola è dura per Addie, undicenne autistica costretta a combattere ogni giorno contro l'ostilità, la diffidenza e la paura degli altri. Miss Murphy, la sua insegnante, non fa che umiliarla e quella che sembrava la sua unica amica ora le ha voltato le spalle. L'unica persona che riesce a capirla è sua sorella Keedie. Anche lei è autistica, ma appare più sicura di sé e sa benissimo come aiutarla a sentirsi meglio. Un giorno Addie scopre che in passato, nel suo paesino della Scozia settentrionale, molte donne furono torturate e condannate a morte come “streghe”. La notizia la sconvolge: capisce che a essere messa sotto accusa era la loro “diversità”, la stessa che lei vive ogni giorno. Sente che per riscattarle deve convincere i suoi concittadini a dedicare un memoriale alle streghe uccise. La sua diventa una vera e propria missione in nome dell'uguaglianza e della verità. Perché quando la storia viene dimenticata, è destinata a ripetersi. Una storia di grandi ideali, di coraggio e fiducia in sé stessi che nasce dalle esperienze dell'autrice, autistica come la protagonista, e dal suo impegno per una maggiore rappresentazione della neurodiversità nei libri per bambini.

mercoledì 21 aprile 2021

Recensione Truthwitch di Susan Dennard

SALVE, POPOLO DI LETTORI!
Come state? Pure da voi sembra novembre? Perché qui la primavera non è ancora arrivata o almeno ha fatto un piccolo cenno, ha visto che la situazione non è delle migliori e si è dileguata. Mah.

Eccomi qui con una nuova recensione! Un libro che mi sarà piaciuto o no?
Lo scoprirete solo leggendo!

Un grazie alla Casa Editrice per la copia del libro!

Truthwitch
di Susan Dennard

Serie: Witchlands #1
Editore: Mondadori
Pagine:
Prezzo: 22,00 euro
Nelle lande stregate ci sono infiniti tipi di magia: tanti quanti i modi per mettersi nei guai, come ben sanno due giovani donne molto speciali. Safiya è una Strega della Verità, ha il dono di riconoscere le menzogne. C'è chi ucciderebbe per avere quel potere, e così lei lo tiene ben nascosto, se non vuole essere usata come una pedina nello scontro tra gli imperi. Iseult invece è una Strega dei Fili: sa vedere i legami invisibili che uniscono le persone attorno a lei, ma non riesce a percepire i sentimenti che la riguardano direttamente. Le due ragazze hanno personalità complementari – impulsiva e focosa Safi, fredda e prudente Iseult – e soprattutto sono inseparabili. Tutto ciò che vogliono è essere libere di vivere le loro vite come un'avventura continua, ma le ombre della guerra si addensano sulle Lande Stregate. Con l'aiuto dell'astuto principe Merik, Safi e Iseult si troveranno a combattere contro imperatori, mercenari e uno Stregone del Sangue votato alla vendetta, decisi a tutto pur di dominare il potere di una Strega della Verità.

lunedì 12 aprile 2021

Recensione Rovina e Ascesa di Leigh Bardugo

PENSAVATE FOSSI SPARITA??
Vi sbagliate. Eccomi qui in tutta la mia glori...ahahahahah. Okay, niente.

Però oggi vi parlo dell'ultimo libro della trilogia dedicata al Grishaverse e voi sapete quando veneri questo mondo, quindi andiamo!



ROVINA E ASCESA
di Leigh Bardugo

Serie: Grishaverse #3
Editore: Mondadori
Pagine: 288
Prezzo: 18,90
"Disprezza il tuo cuore." Era quello che volevo. Non volevo più essere in lutto, soffrire per qualche perdita o per i sensi di colpa, o per la preoccupazione. Volevo essere dura, calcolatrice. Volevo essere impavida. Fino a poco prima mi era sembrato possibile. Ora ne ero meno sicura. L'Oscuro ha ormai esteso il suo dominio su Ravka grazie al suo esercito di creature mostruose. Per completare i suoi piani, gli manca solo avere nuovamente al suo fianco Alina, la sua Evocaluce. La giovane Grisha, anche se indebolita e costretta ad accettare la protezione dell'Apparat e di fanatici che la venerano come una Santa, non ha perso però le speranze: non tutto è perduto, sempre che un certo principe, sfacciato e fuorilegge, sia sopravvissuto, e che lei riesca a trovare la leggendaria creatura alata di Morozova, la chiave per liberare l'unico potere in grado di sconfiggere l'Oscuro e distruggere la Faglia. Per riuscirci, la potente Grisha dovrà tessere nuove alleanze e mettere da parte le vecchie rivalità. Nel farlo, verrà a conoscenza di alcuni segreti del passato dell'Oscuro che getteranno finalmente luce sulla natura del legame che li unisce e del potere che l'uomo esercita su di lei. Con una nuova guerra alle porte, Alina si avvia verso il compimento del proprio destino, consapevole che opporsi all'ondata di crescente oscurità che lambisce il suo paese potrebbe costarle proprio quel futuro per cui combatte da sempre.

venerdì 26 marzo 2021

Recensione Blu di Giorgia Tribuiani

MA SALVE GENTE!
Eccomi qui con una nuova recensione, solo per voi e per chi se no?
Direi che su questo libro c'è un bel po' da dire, quindi non cincischio oltre.

Lasciatemi solo ringraziare la Case editrice per la copia del libro. Grazie!

Uh, il libro è uscito ieri! Ve lo dico!


Blu
di Giorgia Tribuiani

Editore: Fazi
Pagine: 464 
Prezzo: 16,00
Ginevra, per tutti Blu fin da bambina, ha diciassette anni, frequenta il liceo artistico ed è una ragazza solitaria intrappolata in un mondo tutto suo fatto di rituali ossessivi e gesti scaramantici. I suoi genitori sono divorziati e Blu vive con la madre, una donna che lavora molto ed è spesso fuori casa. Blu ha un fidanzato, che non riesce a lasciare perché divorata dai sensi di colpa, un ragazzo che vorrebbe amare e di cui, invece, sopporta appena la presenza. L’unica cosa che ama davvero è l’arte, e disegnare risulta un’attività in cui dimostra di avere talento. Così, quando durante una gita scolastica assiste a un’esibizione di performance art, resta folgorata da quel modo di esprimere l’atto creativo e dall’artista stessa, fino a sviluppare per lei una vera e propria ossessione. A questo punto, i pensieri maniacali si fanno via via più opprimenti, finché la sua determinazione a essere una brava ragazza la porta a vivere uno sdoppiamento della personalità subdolo e pericoloso.
Un romanzo forte e diverso che ci trascina nella mente claustrofobica di un’adolescente, prigioniera di azioni morbose e incomprensibili manie, sino a svelarne il delirante meccanismo.
Il ritmo serrato, imprevedibile, e la densità della scrittura rendono in modo perfetto il tormento psicologico della protagonista e l’incessante lotta interiore per sconfiggere il suo doppio.
Un libro che conferma il grande talento di Giorgia Tribuiani, autrice nuova e originale, capace di immedesimarsi e rendere appieno l’essenza e il tormento dei suoi personaggi.

venerdì 12 marzo 2021

Recensione Il canto di Calliope di Natalie Hynes

IL PRIMO LIBRO A CINQUE STELLINE DELL'ANNO!
*salta di gioia*

Okay, okay. Calma.
Finora non ho trovato un libro che trovassi perfetto, mancava sempre qualcosina o trovavo sempre qualcosa che non mi convinceva del tutto, ma finalmente eccolo! ECCOLO!

Il canto di Calliope
di Natalie Hynes
Editore:
Sonzogno
Pagine: 320
Prezzo: 18,00
Una donna sola corre nella notte, intorno a lei la sua città che brucia. Fuori dalle mura, la regina e altre sventurate attendono un destino che verrà deciso dai vincitori. È la caduta di Troia. Dieci interminabili anni di guerra sono giunti alla tragica conclusione, mentre le avventure dei protagonisti andranno a ispirare, nei secoli a venire, le opere di artisti e scrittori. «Cantami o Musa» invoca il sommo poeta Omero, che ha raccontato le gesta degli eroi. Ma Calliope, musa della poesia epica, questa volta è meno accomodante: è convinta che non tutto sia stato narrato, che qualcosa di fondamentale, legato alle figure femminili, manchi ancora per completare l'affresco. Se il bardo vuole che lei canti, allora lei canterà insieme a tutte le donne coinvolte nella grande tragedia. Dando voce a ciascuna di loro, Calliope prende in mano la storia e ce la racconta da una nuova prospettiva. Ecco Andromaca, Cassandra, Pentesilea, Clitennestra, che vengono alla ribalta, con i loro pensieri, con i complicati risvolti psicologici delle loro scelte, con la sete di vendetta, la solitudine, la dignità di fronte alla morte. E poi tutte le altre, da Penelope a Briseide, da Creusa a Ifigenia, dalle troiane che, vinte, saranno rese schiave, alle greche che attendono il rientro dei loro uomini, senza dimenticare le capricciose divinità che governano le sorti dei mortali. Attingendo alle fonti antiche, anche le meno note, Natalie Haynes rivisita una delle più grandi narrazioni di tutti i tempi, facendoci palpitare di commozione accanto alle leggendarie eroine, e trasmettendoci il sentimento vivo di come la guerra di Troia e la sua epopea appartengano alle donne non meno che agli uomini.

lunedì 8 marzo 2021

Recensione Cinquanta modi per dire pioggia di Asha Lemmie

Salve lettori!
Nuova recensione, come al solito, e poi cosa volete su questo blog?
Qui si parla di libri!
Questa volta vi aspetta qualcosa di bello e di brutto? Lo scoprirete solo leggendo!

Cinquanta modi per dire pioggia
di Asha Lemmie

Editore: Nord
Pagine: 432
Prezzo: 18,00
Kyoto, 1948. Nori Kamiza ha solo otto anni quando viene lasciata dalla madre davanti al cancello di un'enorme villa di proprietà della nonna. Sola e spaventata, la bambina viene accolta in casa, seppur a malincuore. La famiglia Kamiza è tra le più nobili del Giappone, imparentata addirittura con l'imperatore, mentre Nori, con quei capelli crespi e la pelle scura, è il frutto della scandalosa relazione con un gaijin, uno straniero, per di più di colore. Perciò la nonna fa il possibile perché Nori rimanga un segreto ben custodito. La relega nell'attico e la costringe a trattamenti per renderla «più giapponese»: le stira i capelli e la sottopone a bagni nella candeggina per rendere la sua pelle più bianca. Nori impara fin da subito le regole fondamentali: non fare domande, non lamentarsi, non opporsi. Ma tutto ciò che conosce viene sconvolto dall'arrivo di Akira, il suo fratellastro. Nori è certa che Akira la odierà: lui è il legittimo erede della famiglia, lei il marchio d'infamia che lo disonora. Eppure presto si rende conto che Akira non è come gli altri. Akira viene dalla grande e moderna Tokyo e non gli importa nulla né dell'aspetto di Nori né delle regole della nonna. Per lui, Nori è la sua sorellina e l'adora, almeno quanto Nori adora lui. Così, i due diventano inseparabili e Akira mostra a Nori un mondo nuovo. Un mondo in cui, finalmente, lei non è un'intrusa, non è sbagliata. Un mondo in cui il pregiudizio è sconfitto dalla forma più pura d'affetto: quello che non chiede nulla in cambio. Un mondo in cui anche lei ha il diritto di essere felice. Tuttavia ogni cosa ha un prezzo. E la libertà di Nori potrebbe richiederne uno altissimo...

martedì 2 marzo 2021

Recensione Neanderthal apre la porta all'universo di Preston Norton

Cari lettori, come state?
Domanda che sembra banale, ma non lo è mai e allora COME STATE?

È arrivato marzo e io sento gli uccellini canticchiare fuori, i primi fiori sbocciare e la natura che cerca di rinascere in tutto il suo splendore. La primavera non è poi così tanto male, certo se soffrite di allergie potrebbe essere un tantino diverso...comunque!

Ecco per voi una nuova recensione! Questa volta vi parlo di un libro che è uscito lo scorso anno ma che si è visto veramente, veramente poco in giro e infatti da quello che ho potuto notare su Instagram non l'ho conosce nessuno: un vero peccato. Però, la vostra piccola spacciatrice (di libri!) di quartiere è qui per voi!

Neanderthal apre la porta all'universo
di Preston Norton

Editore: Giunti
Pagine: 448
Prezzo: 14,00
La vita per essere vissuta pienamente è una serie di porte da aprire, ovvero di esperienze da fare: ecco il messaggio di questo brillante, commovente, bizzarro e divertentissimo romanzo, narrato in prima persona dal gigantesco, goffo, mite Cliff, che gira sempre nascosto sotto la sua «felpa portasfortuna». Quando si risveglia da un grave incidente, Aaron, uno dei ragazzi più popolari della scuola, dichiara che Dio gli ha fornito una lista di cose da fare, e gli ha indicato il compagno per questa impresa: Cliff detto «Neanderthal», il bersaglio dei suoi scherzi, uno dei ragazzi meno popolari della scuola (per non parlare del fatto che ha da poco perso il fratello, morto suicida). Ma quando questa strana coppia avrà esaurito la lista, la vita di molte persone sarà cambiata in meglio.

martedì 23 febbraio 2021

Recensione L'angelo delle tenebre di Caleb Carr

POPOLO DI LETTORI!
Salve!
Ed eccomi di nuovo qui con la recensione di un libro che probabilmente conosciamo in pochi, questo perchè al momento è praticamente introvabile se non in qualche mercatino di libri usati e allora perchè dovrei parlarvene? Per far sbocciare in voi la curiosità visto che già qualche anno fa vi avevo parlato del primo libro! EH GIÀ! E poi esiste la serie tv uscita verso la fine del 2020, la conoscete?

Ho visto solo due episodi e già mi sembra più appassionante rispetto al libro, ma andiamo con ordine!

L'angelo delle tenebre
di Caleb Carr
Serie: Dr. Laszlo Kreize #2
Editore: Mondadori
New York, estate 1897. All'uscita del Metropolitan Museum la figlia di un diplomatico spagnolo viene strappata dale braccia della madre e portata via. Chi si cela dietro questo gesto? Quali segrete ragioni hanno motivato il rapimento? Il mistero sembra insolubile, fino a che si comprende che ad agire è stata una misteriosa e oscura figura di madre vendicatrice: l'"angelo delle tenebre".

martedì 9 febbraio 2021

Recensione Piranesi di Susanna Clarke

Carissimi lettori!
Eccomi qui con una nuova recensione e ritorno ancora Susanna Clarke! Praticamente in queste ultime settimane ho fatto una piccola full immersion in questa autrice che BOOM! rischia di essere una delle mie autrici preferite. Il fatto che abbia letto bei libri non mi fa ben sperare per il prossimo, ma okay, non sarò pessimista.

Adesso sedetevi e leggete la recensione, ma prima lasciatemi ringraziare la CE per la copia del libro!

Piranesi
di Susanna Clarke

Editore: Fazi (lainYA)
Pagine: 300
Prezzo: 16,50
Piranesi vive nella Casa. Forse da sempre. Giorno dopo giorno ne esplora gli infiniti saloni, mentre nei suoi diari tiene traccia di tutte le meraviglie e i misteri che questo mondo labirintico custodisce. I corridoi abbandonati conducono in un vestibolo dopo l’altro, dove sono esposte migliaia di bellissime statue di marmo. Imponenti scalinate in rovina portano invece ai piani dove è troppo rischioso addentrarsi: fitte coltri di nubi nascondono allo sguardo il livello superiore, mentre delle maree imprevedibili che risalgono da chissà quali abissi sommergono i saloni inferiori.
Ogni martedì e venerdì Piranesi si incontra con l’Altro per raccontargli le sue ultime scoperte. Quest’uomo enigmatico è l’unica persona con cui parla, perché i pochi che sono stati nella Casa prima di lui sono ora soltanto scheletri che si confondono tra il marmo.
Improvvisamente appaiono dei messaggi misteriosi: qualcuno è arrivato nella Casa e sta cercando di mettersi in contatto proprio con Piranesi. Di chi si tratta? Lo studioso spera in un nuovo amico, mentre per l’Altro è solo una terribile minaccia. Piranesi legge e rilegge i suoi diari ma i ricordi non combaciano, il tempo sembra scorrere per conto proprio e l’Altro gli confonde solo le idee con le sue risposte sfuggenti. Piranesi adora la Casa, è la sua divinità protettrice e l’unica realtà di cui ha memoria. È disposto a tutto per proteggerla, ma il mondo che credeva di conoscere nasconde ancoratroppi segreti e sta diventando, suo malgrado, pericoloso.
Susanna Clarke, autrice fantasy fra le più acclamate, torna in maniera trionfale con un nuovo, inebriante romanzo ambientato in un mondo da sogno intriso di bellezza e poesia.

mercoledì 3 febbraio 2021

|Recensione| Jonathan Strange e il signor Norrell di Susanna Clarke


C'È QUALCUNO??
Lo so, l'ultima recensione risale al mese scorso, ma come vedrete il libricino piccino picciò che ho letto per buona parte di gennaio mi ha rubato buona parte del mese!

*rullo di tamburi*

Jonathan Strange e il signor Norrell, un libro che mi chiamava da tempo immemore ma che ho acquistato solo qualche mese fa e che dire? Forse se l'avessi letto anni fa non sarei riuscita ad apprezzarlo come ora, ma di questo ve ne parlo meglio nella recensione, pronti?



Jonathan Strange e il signor Norrell
di Susanna Clarke

Editore: TEA
Pagine: 887
Prezzo: 16,00
All'inizio dell'Ottocento, della magia inglese rimangono quasi solo leggende come quella di Re Corvo, il grande mago capace di fondere la sapienza delle fate con la ragione umana. Ma dalle regioni del Nord un tempo visitate da elfi e folletti appare il signor Norrell, capace di far parlare le statue della cattedrale di York: la notizia sembra segnare il ritorno della magia in Inghilterra, e Norrell si trasferisce a Londra per offrire i suoi servizi magici al governo, impegnato nella guerra contro Napoleone. Ma una profezia parla di due maghi che faranno rinascere la magia inglese. Uno dei due maghi è Norrell. E l'altro chi è?

lunedì 18 gennaio 2021

|Review Party| Assedio e tempesta di Leigh Bardugo

PRIMA RECENSIONE DELL'ANNO!
Oh sì, siamo già a metà dell'anno e io arrivo con la prima recensione, ma dovete sapere che al momento i miei ritmi di lettura sono rallentati e va benissimo così!
Spero che il nuovo anno sia iniziato bene che porti con sé dei bei momenti e anche buone letture.

Si inizia l'anno con il secondo libro della trilogia dedicata al Grishaverse, siete pronti? Anche perché ad aprile arriva la serie tv!

*urla come una pazza!

Ringrazio la Casa Editrice per la copia del libro, Francesca de The library of Belle per aver organizzato l'evento e Jessica di The Ink Spell per aver creato il banner!


Assedio e tempesta
di Leigh Bardugo

Serie: Grishaverse #2
Editore: Mondadori
Pagine: 300
Prezzo: 18,90
"Non sarà sempre così" dissi a me stessa. "Più tempo passerai da libera, più diventerà facile." Un giorno mi sarei svegliata da un sonno senza incubi, avrei camminato per strada senza timore. Fino a quel momento, mi tenevo stretta il mio pugnale sottile, desiderando sentire il peso sicuro dell'acciaio Grisha nella mano. Ricercata per tutto il Mare Vero, perseguitata dal senso di colpa per le vite spezzate a causa sua nella Faglia d'Ombra, Alina, la potente Evocaluce, sta cercando di ricostruirsi una vita con Mal in una terra dove nessuno è a conoscenza della sua vera identità. Tuttavia, questo dovrebbe averlo imparato, non si può sfuggire al proprio passato. Né, soprattutto, ci si può sottrarre per sempre al proprio destino. L'Oscuro infatti, che non solo è sopravvissuto alla Faglia d'Ombra ma ha acquisito anche un terrificante nuovo potere, è più determinato che mai a reclamare per sé il controllo della Grisha ribelle e a usarla per impossessarsi del trono di Ravka. Non sapendo a chi altri rivolgersi, Alina accetta l'aiuto di un alleato imprevedibile. Insieme a lui e a Mal combatterà per difendere il suo paese che, in balia della Faglia d'Ombra, di un re debole e di tiranni rapaci, sta andando rapidamente in pezzi. Per riuscirci, però, l'Evocaluce dovrà scegliere tra l'esercizio del potere e l'amore che pensava sarebbe stato sempre il suo porto sicuro. Solo lei infatti può affrontare l'imminente tempesta che sta per abbattersi su Ravka e nessuna vittoria può essere guadagnata senza sacrificio. Finché l'Oscuro vivrà – questo Alina lo sa bene – non esisterà libertà per il suo paese. Né per lei. Forse, dopo tanti tentennamenti, è infine giunto il momento di smettere di scappare e di avere paura. Costi quel che costi.