mercoledì 27 novembre 2019

|Recensione| Cuore a razzo e farfalle nello stomaco di Berry Jonsberg

Eccoci giunti ad un nuova recensione!

E mentre vi scrivo questo sono indecisa sul libro da leggere. NON SO COSA LEGGERE.
AIUTO. AIUTO. AIUTO. AIUTO.

Sempre i soliti problemi.
Fisso un libro, e no, forse è meglio un altro. No, ne prendo un altro. Forse quello lì. O quello là.
Io divento pazza!

Comunque!
Oggi vi faccio conoscere Rob!

Cuore a razzo e farfalle nello stomaco
di Berry Jonsberg
Editore: Piemme (Il battello a vapore)
Pagine: 320
Prezzo: 16,00
Quando hai tredici anni e l'opinione degli altri pesa più della tua, quante sono le prove e quanto alti gli ostacoli per trovare fiducia in te stesso? Rob Fitzgerald è terribilmente timido, lo sanno tutti. Ogni tanto soffre anche di attacchi di panico. Questo non lo rende però immune all'amore. Così, quando per la prima volta le farfalle iniziano ad agitarglisi nello stomaco, si convince a mostrare di che pasta è fatto per davvero. Partecipare a un torneo sportivo o esibirsi in un talent show sono un buon inizio per superare le insicurezze, certo. Soprattutto se vuole fare colpo sulla nuova compagna di classe. Ma... se la vera sfida fosse un'altra? Se la vera sfida di Rob fosse far colpo su Rob stesso? Allora la prova più grande potrebbe essere quella di alzarsi in piedi davanti a tutti e dichiarare a voce alta chi è veramente. Forse, avendo al proprio fianco un accidenti di nonno che crede in lui e un amico che non lo lascerebbe mai solo, anche una prova così audace potrebbe essere vinta.

Ammetto una cosa: quando ho saputo dell'uscita di questo libro l'ho subito messo in Wish List per la copertina, non avevo neanche letto la trama.
Sono debole, lo so.
Poi il tempo è passato e l'ho un po' accantonato, ma la recensione di Azzurra (Silenzio sto leggendo!), mi ha convinta a leggerlo. Adesso posso dirvi una cosuccia: pur leggendo la trama non avrei avuto  minimamente idea di che libro avrei avuto di fronte, anzi a dire il vero questa è una di quelle storie che si comprende solo alla fine.
Ah, quel finale stravolge tutto e pone la storia di Rob sotto un'altra luce.

La storia di Rob Fitzgerald e dei suoi tredici anni.
Chiunque sia già passato per questa età sa che è tremendamente difficile, lo so io e lo sapete voi, non mentite! È quell'età che porta ad affacciarsi all'adolescenza, quel momento in cui si è ancora bambini ed iniziano a cambiare tante, troppe cose.
Un momento tremendo.
Un momento difficile.
Per l'appunto.
Per il nostro caro Rob lo è ancora di più, perchè?
Perchè è un gran timidone, ha davvero molta difficoltà nell'approcciarsi agli altri, davvero tanta paura di stare al centro dell'attenzione, si agita se si trova in un posto al di fuori dei suoi luoghi di comfort così tanto da procurargli degli attacchi di panico.
Tutto questo lo porta non avere una grande vita sociale, le uniche persone con cui parla sono i suoi genitori, il suo unico e preziosissimo amico Andrew e il burbero nonno Pop, ma poi...
...poi accade, accade a tutti prima o poi, e accade anche a Rob.
Le farfalle nello stomaco iniziano a svegliarsi e fanno un gran casino.
Rob si innamora.
Destry diventa il suo chiodo fisso, il suo nord, il centro del suo universo, ma come farsi notare? Come riuscire ad attirare la sua attenzione?
Ed quasi in aiuto arriva uno strano messaggio che fa iniziare una serie di strane sfide in cui Rob deve superare le sue paure, in cui Rob inizia a mettere in gioco se stesso e comincia a rompere il muro che si è costruito intorno.
Ed è così che  il ragazzino impara ad accettarsi.

La fiducia in se stessi è la chiave per sconfiggere la timidezza. Ti darò una serie di sfide, una alla volt. Che ne dici? Si disposto a dimostrare che sei degno di Destry Camberwick? Ma soprattutto, sei disposto a piacere a te stesso e a riconoscere le tue qualità?

fonte: pinterestU
Che dire?
Rob è uno di quei personaggi che riesco a capire fin troppo bene, sono una timidona pure io e per questo leggere questo libro è stato come prendere per mano questo ragazzino e fare un viaggio insieme, tra i suoi dubbi, conoscendo le persone che lo circondano e posso senza alcun dubbio dire che ho avuto un colpo di fulmine con il nonno! Quanto mi è piaciuto il personaggio di Pop?
Tantissimo!
Lui con il suo carattere burbero, un po' acido e anche cinico, ma che...oh! Non vi dico nieeeeente!
Ma torniamo al nostro protagonista e voce narrante: Rob!
Rob è...beh, Rob! Dotato di una certa ironia, con una passione sfrenata per la letteratura e le citazioni di Shakespeare, un odio comune per la matematica, è un cuore grande grande. Così grande che capita che ogni tanto si perda li dentro.
La sua è una storia che con leggerezza tratta un argomento davvero delicato, quando si arriva alla fine si rimane sorpresi, forse un po' incuriositi perchè credetemi avrei voluto fare tante domande al nostro Rob e invece l'autore ci lascia con alcune cose non dette e un futuro, quello di Rob, che si vorrebbe conoscere.
Anzi, no! Vorrei conoscere meglio il suo passato perchè credo che il caro Rob ne abbia passate davvero tante, ma forse non vuole annoiarci troppo.

Cuore a razzo e farfalle nello stomaco è un libro che inizia raccontandoci la prima storia d'amore, di un ragazzino, la prima cotta, il primo amore, quello che sconvolge, lascia spiazzati e un po' confusi e finisce con l'essere un percorso che porta Rob ad accettarsi completamente. E forse questa è una delle più grandi storie d'amore che si possano mai vivere, nonchè la più difficile.

VOTO FINALE
★★★★e mezzo su cinque

Un libro per ragazzi che sa davvero toccare le corde del cuore anche dei più grandi.
Leggetelo e capirete!


Adesso io vado a capire cosa leggere, invece!
Alla prossima, 

2 commenti:

  1. Davvero bello, anche a me è piaciuto moltissimo, sono contenta che tu l'abbia letto. Oltre il nonno, anche Adnrew mi ha fatto davvero ridere un sacco!

    RispondiElimina
  2. Questo libro sembra tanto carino, lo ho messo in wl come sai. Devo recuperarlo al più presto!

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥