giovedì 24 ottobre 2019

|Recensione| Una Cenerentola a Manhattan di Felicia Kingsley

FERMI, FERMI, FERMI!
Dove andate? No, non avete sbagliato blog. NO.
Ho letto un romanzo rosa, sì. Io!
L'ultimo romance che si è visto qui dentro è quello della cara Zuuuuuuu, Siamo solamente noi, e prima di questo solo i libri della Marconero. Per vederne altri bisogna andare mooooolto indietro.
Purtroppo mi è difficile trovare dei buoni romance in giro perchè dovete sapere che io leggevo romance. EH GIÀ. Poi ho iniziato a leggerne sempre meno, ma dovete sapere che nei momenti "no" ne rileggo qualcuno soprattutto la notte, quando non riesco a dormire perchè dei pensieri cattivelli mi girano in testa (la Kinsella mi salva da mental breakdown da molto tempo) e pooooooi non riesco a dire no a una bella commedia romantica! Datemi Pretty Woman, Il diario di Bridget Jones, Se scappi ti sposo, Notting Hill, Harry ti presento Sally e mi farete felice...
...
...che sono quelle facce stupite?
C'è un cuoricino che batte qui sotto!
Comunque.
Tempo fa sul profilo Instagam avevo chiesto consiglio su alcuni libri che potrebbero andare a braccetto con delle commedie romantiche, mi sono arrivati parecchi messaggi dove mi si consigliavano parecchi libri, ma le due autrici più nominate sono state due: Anna Premoli e Felicia Kingsley. La prima la conosco bene, di suo ho già letto 3/4 libri, carini, ironici...forse un po' simili, ma voglio darle un'altra occasione, mentre della seconda avevo sentito parecchio parlare bene, sta di fatto che ho preso tutti i suoi libri in digitale.
E ho iniziato con Una Cenerentola a Manhattan come sarà andata?

Una Cenerentola a Manhattan
di Felicia Kingsley
Editore: Newton Compton
Pagine: 407
Prezzo: 10,00
"Un paio di scarpe possono cambiarti la vita" è una frase che non ha mai convinto Riley, e i colpi di fulmine per lei sono sempre stati e rimangono un fenomeno atmosferico. Orfana da quando aveva dieci anni, a ventisette ha tutt'altro a cui pensare: una matrigna succhia-soldi che le inventa tutte per ostacolarla; due sorellastre aspiranti web star, sempre impegnate a tiranneggiarla; tre lavori che deve fare per riuscire a vivere nella Grande Mela; e, per non farsi mancare nulla, il romanzo a cui sta lavorando da due anni e che sogna di poter pubblicare. Ma a New York le occasioni sono dietro l'angolo e un galà in maschera a Central Park potrebbe rappresentare il trampolino perfetto per realizzare il suo sogno. Quello che Riley non ha considerato è che a una festa del genere si possono fare anche incontri inaspettati... E proprio per colpa di uno speciale paio di scarpe si ritrova, proprio lei, da un giorno all'altro, a diventare la protagonista della favola più romantica di sempre nella città dove tutto può succedere.

Inizio col dirvi che ho iniziato da questo libro proprio perchè dal titolo e dalla trama mi ha ricordato la favola di Cenerentola, sapevo benissimo di ritrovarmi qualcosa di molto simile e infatti più leggevo e più mi sembrava di avere davanti agli occhi un retelling in chiave moderna di Cenerentola.
Pinterest
Abbiamo un'orfana, Riley, una matrigna, due sorellastre, delle fate madrine (chiamiamole così. LOL) e anche la scarpetta perduta.
Riley, Riley, Riley.
Cara Riley!
Il tuo è un bel personaggio, deciso, con le idee ben chiare sul proprio futuro, ma con un'enorme testa dura....ma mi piace pure questo.
Per Riley le cose non sono mai state facili, persa la madre e perso il padre, l'unica persona su cui poteva fare affidamento era quell'essere anaffettivo della matrigna Mathilde e allora col tempo ha imparato a cavarsela da sola, ma sempre stando alla mercè di quella lì (il mio amore per la matrigna è molto evidente, vero?), perchè?
Perchè la cara, dolce, matrigna ha preso le redini della rivista di famiglia e pur di non abbandonarla la nostra Riley ne subisce di cotte e di crude e no solo da parte dell'arpia, o no. Ci sono pure le sorellastre: Scema 1 e Scema 2, all'anagrafe Jenny e Annie.
MAMMA MIA, LE AVREI VOLUTE MORTE, LORO E LA LORO STUPIDITÀ
Voi potreste pure dirmi: "Eh, ma sono personaggi di fantasia! Mica esistono!!". Esistono!
Vivono tra di noi.
Ci rubano l'ossigeno. ANCHE SE CREDO CHE AL LORO CERVELLO NEANCHE ARRIVI.
E io per tutto il libro ho sperato che madre e figlie finissero come nella favola dei fratelli Grimm! AH, CHE SODDISFAZIONE SAREBBE STATA!
Perchè la povera Riley non solo deve fare quattro lavori per tirare avanti, no deve avere a che fare con queste tre...quanta pazienza!

Ma passiamo alle cose belle.
Il sogno del cassetto di Riley è sempre stato quello di poter pubblicare il suo libro e sarà proprio questo a spingerla in un ballo in maschera e farla cadere tra le braccia di un prin...no, di un pirata!
Lei che odia tutto ciò che è scintillante, lei che odia gli eventi mondani si farà dare un nuovo volto da uno stylist molto convincente e da un'amica speciale. Le fate madrine per l'appunto.
Il ballo farà incontrare la nostra protagonista a Jesse e le maschere nasconderanno i loro volti, non sapranno mai chi hanno davanti, ma come spesso accade il destino si mette in mezzo e tra i due saranno scintille...
...scintille molto calde.
Ci siamo capiti.
Il loro rapporto non sarà solo questo, però, sarà uno scoprirsi pian piano e dare spazio anche alla loro parte nascosta.
Fino a che...ma che devo raccontarvi tutto il libro?
Vi dico solo che la coppia Riley/Jesse mi è piaciuta parecchio, forse mi è piaciuta più la crescita di lei e sotto alcuni aspetti lui non è il mio tipo, ma insieme hanno la giusta carica che mi piace. Sono entrambi parecchio testoni e se lo leggerete ne troverete delle belle!
Poi ci sono anche Dava e Karl e...NO, NO NO NO NO CARA FELICIA QUELLO CHE HAI FATTO NON DOVEVI FARLO. NO.
Comunque.
La penna di Felicia Kinsgley ha fatto centro, è ironica al punto giusto, sa non cadere nel banale e sappiamo quando è facile cadervici con i romanzi rosa.
Ovviamente questo libro segue tanto la favola e alcune cosucce si sanno già come andranno, ma mi è piaciuto.
Quella di Una Cenerentola a Manhattan è stata una lettura che non lascia grossi scossoni a livello emotivo, ma anzi regala ore di pura leggerezza.

IL MIO CUORE SI STA AMMORBIDENDO. LO SENTO.

VOTO FINALE
★★★★ su cinque

Esperimento riuscito!
Però adesso non vi aspettate che io legga romanzi rosa uno dopo l'altro. Non pretendete troppo.
Voi che rapporto avete con questo genere di libri?
Conoscete questa autrice?

Alla prossima,



4 commenti:

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥