venerdì 15 dicembre 2017

|Le BB leggono...| #89 Cosa penso di 22.11.63 di Stephen King |Recensione|

Signori e signore vi do il benvenuto ad un nuovo appuntamento con le BB leggono...!

*sigla*

Al tempo dei BookBlog,
degli scrittori ingrati,
e delle Case Editrici
che spadroneggiavano su una blogosfera in tumulto,
il genere umano invocava il soccorso di alcune eroine
per riconquistare la libertà. 

Finalmente arrivarono le Bancarella Blogger,
le invincibile Lettrici Guerriere forgiate dal fuoco di mille letture.

La lotta per il potere...
le sfrenate letture...
gli intrighi...
i tradimenti...

...furono affrontati con indomito coraggio
da coloro che sole...
potevano cambiare il mondo della lettura.

(Sì, mi odiate. Lo so)





22.11.63
di Stephen King
Editore: Sperling & Kupfer
Pagine: 767
Prezzo: 15,00 euro
Jake Epping ha trentacinque anni, è professore di inglese al liceo di Lisbon Falls, nel Maine, e arrotonda lo stipendio insegnando anche alla scuola serale. Vive solo, ma ha parecchi amici sui quali contare, e il migliore è Al, che gestisce la tavola calda. È proprio lui a rivelare a Jake il segreto che cambierà il suo destino: il negozio in realtà è un passaggio spaziotemporale che conduce al 1958. Al coinvolge Jake in una missione folle - e follemente possibile: impedire l'assassinio di Kennedy. Comincia così la nuova esistenza di Jake nel mondo di Elvis, James Dean e JFK, delle automobili interminabili e del twist, dove convivono un'anima inquieta di nome Lee Harvey Oswald e la bella bibliotecaria Sadie Dunhill. Che diventa per Jake l'amore della vita. Una vita che sovverte tutte le regole del tempo conosciute. E forse anche quelle della Storia.

Questi sono stati giorni in cui andavo a letto con Stephen King,mi addormentavo con Stephen King accanto, mi svegliavo con Stephen King....praticamente per una settimana Stephen King è stato il mio fidanzato. Ma è stato amore?

Dovete sapere che fino ad adesso non avevo ancora letto nulla di suo, lo dico con estrema vergogna ma è così e sapete il perchè? Colpa del suo amato pagliaccio malefico! Pensando a Stephen King mi viene subito in mente IT e IT è il mio peggior incubo! Però grazie all'iniziativa di noi BB ho deciso di buttarmi nella mischia e conoscere finalmente l'amato King...
...
e sapete una cosa?
MI SONO RITROVATA A LEGGERE DI QUEL PAGLIACCIO MALEFICO!

A QUESTO PUNTO POTREI METTERE ANCHE UNA GIF DI QUEL CARO PAGLIACCIO, MA MI VOGLIO UN PO' BENE E NON LO FACCIO.

Perchè?
Procediamo con ordine.
Questo non è uno di quei thriller ad alta tensione come sospettavo essere quelli di King, è un qualcosa di più 'soft', qualcosa che vi permetterà di dormire la notte.
È una storia che ripercorre la storia stessa.
Il perno centrale è l'omicidio di J.F. Kennedy. Cosa sarebbe successo se non fosse stato assassinato? E se ci fosse un modo per tornare indietro e fermare l'omicida?
King ci narra proprio questo: un viaggio nel tempo nell'America di fine anni 50/inizi anni 60 un viaggio che faremo in compagnia di Jake Epping, un professore d'inglese, che pur di esaudire gli ultimi desideri di un amico sceglie, tra lo sconcerto e la meraviglia, di passare attraverso "buca del coniglio" e di stravolgere il passato e non solo, con l'aiuto del suo amico Al cambierà anche identità: non sarà più Jake ma George Amberson
Salvare Kennedy non sarà la sua unica "missione", ma prova anche ha cambiare altre storie, altre vite di chi lo ha particolarmente colpito, per fare questo inizierà la sua avventura da Derry la misteriosa cittadina che è stata scenario di sparizioni e cruenti assassini di bambini causati, forse, da un uomo travestito da pagliaccio (!!!!), ma come ben sapete questa è un'altra storia. A Derry Jake/George avrà a che fare con un marito e padre violento e tenterà di salvare delle vite innocenti, ma il passato è inflessibile e non permette di essere cambiato con facilità, il nostro protagonista avrà a che fare con parecchie difficoltà e diversi ostacoli, ma io non sono qui per raccontarvi come sono andate le cose e non vi dirò neanche come e se il nostro Jake/George riuscirà nella sua impresa; per sapere tutto dovrete leggere il libro!
Io sono qui per parlarvi dell'immensa maestria di King di creare un intreccio di eventi a dir poco perfetto. Conosco il successo e so che è considerato il Re del thriller, ma adesso posso dire di aver visto letto con miei occhi la sua bravura non solo narrativa, ma anche descrittiva: attraverso questo libro ho fatto un full immersion negli anni 50/60, non appena staccavo gli occhi dal libro avevo una certa difficoltà nel capire dov'ero.
Certo alcune volte ho pensato che certi avvenimenti andassero un po' per le lunghe, ma per il resto è una storia che cattura, porta il lettore a chiedersi cosa accadrà perchè tutto è un salto nel buio, non si sa mai cosa potrebbe succedere.
Ma non è solo questo.
È la storia di un uomo che ha trovato la sua strada nel passato. Un uomo che aveva perso quasi tutto e che in un passato lontano ha trovato amici e amore, ma è tutto sfuggevole.
Il passato è sempre inflessibile e non tutto andrà come desidera.
Riuscirà a far conciliare quel che vuole e la certezza del futuro?

Con questa mio primo approccio direi che King se l'è cavata abbastanza bene, per me sono ci sono state delle parti un po' prolisse che mi hanno annoiato, ma nonostante questo sono rimasta affascinata!
E adesso riuscirò a passare ai suoi libri un po' più 'forti'?
TRANNE IT.
IT NON LO LEGGO NEANCHE SE MI PAGATE.



VOTO FINALE
☆☆☆☆ su cinque

Forse sapete già che esiste la serie tv, potrei anche aggiungerla alla lista delle serie tv ma visto che sta diventando anche questa parecchio lunga per questa volta passo!

Voi avete letto il libro? 
O avete avuto già a che fare con King?
Ditemi un po'!


12 commenti:

  1. Io sto leggendo It e tutte le volte che incrocio Pennywise penso a te!

    RispondiElimina
  2. Dai, butta lì una cifra! Faccio partire un crowdfunding e vedrai come starai bene in compagnia di Pennywise

    RispondiElimina
  3. Sai che non ho mai letto niente di King :(
    Devo rimediare!

    RispondiElimina
  4. Mio marito ha letto questo libro e ha espresso opinioni molto simili alla tue. Forse lo leggerò nel 2018, ma prima voglio finire la trilogia di Mr Mercedes.
    Bellissima la sigla!
    baci lea

    RispondiElimina
  5. Io amo Stephen King fin dall'adolescenza, e 22/11/63, nonostante sia poco horror rispetto agli altri suoi romanzi lo trovo bellissimo, uno dei miei preferiti, proprio per la sua capacità di catapultarci negli anni sessanta! *_*
    Per continuare con King in maniera graduale, potrei consigliarti di leggere Rose Madder, anche questo tra i miei preferiti e non troppo pauroso (niente mostri, ma cattivi in carne e ossa)!!

    RispondiElimina
  6. Bellissima recensione! Letto questo libro e... il pagliaccio malefico ti aspetta sotto il letto mhuaahauahuahau PS. Ringrazia che non posso metere GIF nei commenti ;)

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥