mercoledì 15 luglio 2020

|Recensione MEH| Echi in tempesta di Christelle Dabos

IO ASPETTAVO QUESTO LIBRO DA MESI.
MESI DI ATTESA, DI ANSIA, DI PAURA.
UN ATTESA SFOCIATA NEL DOLORE.
Scusate se urlo.

Ma devo sfogarmi.
Ora mi calmo.

Ah, la recensione sarà spoiler free., andate sicuri.
Ci sono solo la mia rabbia e il mio dolore.

Echi in tempesta
di Christelle Dabos
Serie: L'Attraversaspecchi #4
Editore: edizioni e/o
Pagine: 576
Prezzo: 17,00
Ofelia e Thorn affrontano un universo colmo di allegorie e di realtà interiori profonde, di orizzonti antichi e di sentimenti nuovi, fino a scovare la verità che da sempre è nascosta dietro lo specchio. Crollati gli ultimi muri della diffidenza, Ofelia e Thorn si amano ormai appassionatamente. Tuttavia non possono farlo alla luce del sole: la loro unione deve infatti rimanere nascosta perché possano continuare a indagare di concerto sull'indecifrabile codice di Dio e sulla misteriosa figura dell'Altro, l'essere di cui non si conosce l'aspetto, ma il cui potere devastante continua a far crollare interi pezzi di arche precipitando nel vuoto migliaia di innocenti. Come trovare l'Altro, senza sapere nemmeno com'è fatto? Più uniti che mai, ma impegnati su piste diverse, Ofelia e Thorn approderanno all'osservatorio delle Deviazioni, un istituto avvolto dal segreto più assoluto e gestito da una setta di scienziati mistici in cui, dietro la facciata di una filantropica clinica psichiatrica, si cela un laboratorio dove vengono condotti esperimenti disumani e terrificanti. È lì che si recheranno i due, lì scopriranno le verità che cercano e da lì proveranno a fermare i crolli e a riportare il mondo in equilibrio.
Non ho scritto questa recensione subito dopo aver finito il libro, no.
Per scrivere un pensiero coerente ho dovuto aspettare, altrimenti sarebbe stato tutto un “MISERIACCIA BUTTO IL LIBRO DALLA FINESTRA!” e invece no. Devo scrivere qualcosa  che non sia un semplice sfogo.
Quindi *espira e inspira* iniziamo!
Echi in tempesta è uno di quei libri che ho aspettato con molta trepidazione, non posso non dire che L'Attraversaspecchi sia una serie che mi è piaciuta perché lo ha fatto: è una storia magica, originale, con personaggi che ho sentito particolarmente vicini, ma ha dei difetti e in questo libro saltano immancabilmente all'occhio.
Tutti.
Perché?
Questa serie ha un'aura di confusione che la pervade e questo libro ne è la prova. Per farla semplice ad un certo punto avrei voluto fare degli schemini per capirci qualcosa, sinceramente mi chiedo se anche l’autrice abbia capito qualcosa. Una serie di spiegoni che girano intorno e che forse sarebbero stati pure inutili visto che portano solo nuove domande senza dare risposta. Boh! Ci penso ancora!
E poi cara Cristelle! Mi devi spiegare l’utilità di alcuni personaggi perché alcuni di questi si sono rivelati completamente inutili ai fini della storia: archi narrativi buttati a caso solo per riempire pagine in questo e nel terzo libro! A meno che la Dabos non abbia cambiato tutto in corso d’opera, un’ipotesi che mi ha sfiorato molte volte soprattutto a metà libro dove le cose si ingarbugliano ancora e ancora fino ad arrivare alla fine es è lì che il mio cervello ha fatto BOOM!, seguito a ruota dal mio cuoricino.
Eh già! Il mio cuore si è infranto e, per tornare alla reazione di prima avrei voluto buttare il libri dalla finestra.
Sono amareggiata, delusa e arrabbiata.
Quel finale potrebbe avere un senso, alcuni lo hanno definito agrodolce, ma per me significa un annullamento di alcuni passi fatti da Ofelia e Thorn.
Non posso dirvi che succede, sarebbe uno spoiler troppo grande e importante, ma non ero preparata.
La Dabos si è persa nell'intreccio della sua storia, ne ha creato un guazzabuglio lasciando pieno spazio a Ofelia e dimenticando tutto il resto, in personaggi secondari non vengono messi in secondo piano, spariscono letteralmente dalla narrazione, personaggi forti he avrebbero potuto dare tanto sacrificati per…non lo so! Per dare spazio a cose inutili, forse.
Ripeto, sono arrabbiata.
Tanto, sapete perché poi? Il libro fino a metà non può considerarsi brutto, no. È pieno dello stile della Dabos ricco di immagini, sensazioni e originalità, c’è mistero che invoglia alla lettura, ma poi il crollo!
Crollano le arche, crolla il libro e appresso il mio cuore.
La fine di una serie è sempre un duro colpo, questa lo è stato il doppio.
È una di quelle letture che mi sono entrate nel cuore: la sua storia, le sue ambientazioni e i suoi personaggi! Ofelia è la grande protagonista, una piccola giovane donna che cresce, impara a conoscersi e diventa grande, forte oltre ogni mia aspettativa. In fondo questo libro è dedicato a lei.
Poi c’è Thorn, l’uomo di ghiaccio, difficile da comprendere a ho imparato ad apprezzarlo pagina dopo pagina, nasconde molto più di quello che mostra. Anche un po' di più.
Ma al mio cuore chi ci pensa?
Ho finito di leggere Echi in tempesta la scorsa settimana, ancora sto qui a pensare a tutti e quattro in libri e se mi dovessero chiedere “la consiglieresti?” risponderei di leggerla solo per entrare nel suo mondo, che è un po' folle e strano, per i personaggi indimenticabili, ma c’è un grande “ma" che pesa tutto sulla fine.
Potrebbe esser un duro colpo, uno di quelli che pesa più di molti addii.
Dare un voto a questo ultimo libro è un bel problema.
A malincuore è un….
VOTO FINALE
★★ e mezzo su cinque

Adesso lascio la parola a voi.
Ditemi la vostra!

Vado a piangere,

31 commenti:

  1. Caspita! Mi spiace per la delusione, ma questa saga mi incuriosisce davvero tanto :)

    RispondiElimina
  2. Non lo leggo, mi fermo al terzo. Ecco. Lea

    RispondiElimina
  3. Da metà ho passato il tempo chiedendomi se fossi tarda io o astrusi i ragionamenti. Un intero filone narrativo con annessi personaggi, abbandonato. Un libro che sembra scritto in fretta "perché la saga va conclusa" ora che ha presa. Idee ottime, lanciate, e non sfruttate. Mi rileggo i primi, e faccio finta che il quarto non esista.

    RispondiElimina
  4. Concordo pienamente con te. La Dabos ha avuto un'idea originale, ha creato un mondo articolato e funzionante, una storia avvincente e poi si è persa nelle ultime 200 pagine. Ho finito di leggerlo ieri in piena notte (non riuscivo a staccarmi, davvero) e quando ho raggiunto la fine sono rimasto stordito per un minuto buono, era come se mi avessero dato un pugno in faccia. E poi tutte le domande senza risposta non mi hanno fatto dormire... direi quasi che ci vorrebbe un quinto libro, ma non so se è un desiderio che vorrei vedere esaudito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai detto bene: con un quinto libro avrei ancora più paura!

      Elimina
  5. Non posso che essere d’accordo con te. Terminato da poco posso solo dire che il finale mi ha lasciato con l’amaro in bocca e soprattutto la testa piena di domande che ahimè non troveranno mai risposta. Mi aspettavo un po’ di più, ma la verità è che la Dabos mi ha spezzato il cuore 😭😭

    RispondiElimina
  6. Si, finisce con il terzo, il quarto potevo risparmiarmelo, non ha aggiunto nulla al mondo che ho amato nei primi tre, ai personaggi, nulla, solo confusione e tristezza 🥺

    RispondiElimina
  7. Sono assolutamente d'accordo con questa recensione. Io ero innamorata pazza di questa saga con i primi due volumi e avevo contagiato pure mio figlio... Il terzo libro non mi ha entusiasmato anche perché preferisco l'ambientazione del Polo. Ho atteso con grande ansia il quarto. Ho finito per leggerlo in quick read, laddove i primi due li ho letti co ardore due volte. Giuro che non riuscirei a fare un riassunto di tutta la storia neppure sotto tortura (e insegno lettere...). È davvero un guazzabuglio pazzesco, mi sono chiesta se l'autrice aveva un progetto chiaro o ha scritto tanto per finire e riempire le pagine. I personaggi inutili poi... Qualcuno mi spieghi quale senso ha l'esistenza della bambina Vittoria, io non ci arrivo, o la necessità degli altri personaggi secondari... Alla luce della lettura del quarto io, che alle mie studentesse avevo fatto leggere il primo volume, non mi sento più di consigliarlo. Fa benissimo chi si ferma al terzo, beato lui! Io avrei dovuto prendere tempo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perfettamente d'accordo..assurdo.. il quarto è una pugnalata oltre che una frenetica odissea nel tentativo di finirlo.. troppa carne al fuoco e fretta di concludere.
      Ci sarebbero stati altri modi per concludere e ci sono domande che restano irrisolte, come personaggi che non hanno una ragione per essere stati creati, o al contrario, per essere stati abbandonati e non sfruttati al meglio. Non si può sicuramente avere tutto ma un climax ascendente e una crescita come quella di Ofelia e Thorn terminata in questo modo non ci sta..

      Elimina
  8. Una saga stupenda, ma devo dire che il quarto libro è stata una delusione immensa. Sono contenta di scoprire di non essere l'unica ad essere rimasta confusa una volta conclusa la lettura. Come ha potuto far sparire Thorn in questo modo? A cosa è servito il gesto fatto nei confronti di Vittoria? L'idea di un quinto libro è spaventosa, ma magari sarebbe un modo per dare qualche spiegazione e chiarire le idee un po' a tutti!

    RispondiElimina
  9. Ho appena finito la lettura e ancora non sono del tutto lucida... Ho subito iniziato a navigare in rete per capire cosa ne avessero pensato altri lettori, e... Ho trovato un po' reazioni diverse tra loro (chi assolutamente soddisfatto, chi invece delusissimo, ecc...). Io posso solo dire che tutti e quattro i libri mi hanno tenuta attaccata alle loro pagine con la voglia di sapere cosa sarebbe successo dopo, ma nel quarto ho provato una reale angoscia dall'inizio fino alla fine, in alcuni momenti ho provato addirittura sensi di nausea! (Sarò esagerata io? Boh!) Devo dire che il cambio repentino di atmosfera mi ha spiazzata e non poco! Fino al terzo libro, seppure la trama fosse intricata e piena di colpi di scena, l'atmosfera era decisamente più soft!

    ***ALLERTA SPOILER***

    A partire a tutti quegli esperimenti con caleidoscopi e quant'altro. Per non parlare di quando Thorn è stato risucchiato nell'altra dimensione davanti agli occhi di Ofelia! Di lì in poi sono stata realmente male, ho letto poi tutto d'un fiato sperando in un lieto fine che mi facesse dire "è stato un viaggio duro, ma ne è valsa la pena". Peccato che non sia stato così.

    Mi domando se io sia stata l'unica a provare questa sensazione! 🙈

    RispondiElimina
  10. Finito ieri, non mi do pace, non si può fare finire così una saga che ha tenuto incollati e imprigionati i lettori in questo modo. Non si può fare sì che la coppia meno assortita della storia della letteratura finisca per entusiasmare e letteralmente fare innamorare tutti durante la lettura per poi finire come..che ognuno si immagina quello che vuole per darsi un contentino. Non si può che un personaggio come vittoria non abbia un senso, lei avrebbe dovuto essere una sorpresa, avrebbe dovuto fare qualcosa, avrebbe potuto essere quella a salvarlo e andarlo a riprendere dopo il gesto che lui aveva fatto per lei..boh.. tanta amarezza.. vorrei il quinto libro per sistemare le cose ma non ci
    sarà..

    RispondiElimina
  11. letto. a mio avviso valgono solo i primi 2 libri. dal terzo, la serie cala ma il 4 libro è un fallimento totale. Victoria personaggio completamente inutile, il finale di Thorn osceno, personaggi secondari fatti evaporare... la faccenda di Dio/Diyoh un caos allucinante. ovviamente non consiglio la serie.

    RispondiElimina
  12. Completamente d'accordo. Sono arrabbiata... Tanta attesa per una giravolta senza senso. Una ship che naufraga a picco. Personaggi abbandonati in tutti i sensi e personaggi insignificanti resi improvvisamente importantissimi. Perché????!!!!

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutti.
    Ho visto che molti di voi hanno letto il libro ormai qualche mese fa e mi rivolgo a loro chiedendo: passerà mai questo senso d'incompiuto e insoddisfazione totale?
    Ho finito di leggere il libro ieri sera, prima di cena. E specifico prima di cena per un motivo: non sono riuscita a mangiare dopo averlo finito. Lo so, forse sono esagerata, ma non so cosa dire. In questo libro ci avevo messo tanto di mio, come tutte voi immagino. Per me ha rappresentato la riscoperta di una parte di me che mi mancava. Ho sempre amato i Fantasy da morire, soprattutto le saghe, ma era da un bel po' di tempo (azzardo a dire anni) che non leggevo qualcosa di nuovo in questo campo; continuavo a riprendere in mano vecchie saghe come se fossero vecchi amici. Poi a gennaio, il giorno del mio compleanno, una mia amica amante dei libri mi ha regalato "fidanzati dell'inverno" e, non so spiegarmi perché, l'ho amato appena ho posato gli occhi sopra. Sono una che purtroppo viene attratta dai libri guardando la copertina (dico purtroppo perché chissà quanti libri meravigliosi si celano dietro copertine che ho scartato), e vedendo quella ho subito capito che quel libro mi sarebbe piaciuto. E non mi è piaciuto.. l'ho adorato!! Finalmente qualcosa di nuovo che mi prendeva, qualcosa di non scontato, qualcosa che mi ha "riattivato" la fantasia! Appena ho finito di leggerlo sono corsa a comprare il secondo e terzo volume e li ho divorati. Ho amato ogni dettaglio, ogni sfumatura e soprattutto ogni personaggio, dai protagonisti a quelli più secondari, persino i nemici. Mi sono immedesimata molto in Ofelia, ho trovato in lei una parte di me sotto diversi aspetti. E poi è arrivato il quarto volume. Sapendo che sarebbe stato l'ultimo e nonostante l'abbia comprato appena uscito, non mi sono precipitata a leggerlo, ho preferito riprendere la storia da capo, per poter esplorare meglio tutta la saga e farla durare di più. Ho centellinato ogni pagina perché non volevo che finisse. E quando ieri ho girato l'ultima.. bam, una badilata in testa. Sono rimasta un minuto buono a fissare il vuoto. Ma come? Come è possibile una cosa del genere, un finale del genere? Come molte di voi, ho preso in mano il computer e sono entrata nel web per cercare spiegazioni, per capire se ero solo io la pazza ad esserci rimasta così male; immaginate quindi il mio sollievo nel leggere questa recensione (è stupenda, complimenti!!) e i vostri commenti. Davvero, GRAZIE, perché mi state facendo sentire meno sola. La delusione che ho provato è davvero grande e anche la rabbia che ne è seguita. Non so se un finale può rovinare un'intera saga ma al momento, probabilmente spinta dallo sconforto, dico SI'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ***** SPOILER *****

      Dopo averci dormito sopra una notte (che ovviamente non basta), ho fatto un passo indietro e guardato la storia nella sua interezza, più o meno.
      Aspettativa attorno a Terra d'Arco, questa Arca nascosta nelle pieghe dello spazio: mai esplorata, mai nemmeno descritta a parte il giardino con le arance. Scoprire che allo Spirito di famiglia di quell'Arca non era stata strappata la pagina del Libro, beh, ti fa pensare che sia un elemento decisivo! invece no. Presentato questo personaggio, due righe su di lui e poi fatto fuori. bah.
      La piccola Vittoria: tanto attesa (la figlia diretta di uno Spirito!), potere diverso da quello degli altri, scappata su Terra d'Arco, chissà cosa farà! Niente. Personaggio quasi inutile se non per far fare "pace" a Thorn con il mondo dei bambini (detto a grandi linee).
      Tutti gli altri personaggi incontrati al Polo, Berenilde, Archibald e gli altri, più il padrino e la zia di Ofelia: c'è bisogno di commentare? No, perché non c'è nulla da commentare. Nel senso che a parte 4 righe non viene menzionato altro.
      I nuovi personaggi, quelli incontrati su Babel: belli, ma solo in potenza, perché non vengono arricchiti. Personalmente, quando ho letto che Eulalia era Elisabeth ci sono un po' rimasta.
      Gli Spiriti di famiglia: pensavo chissà cosa di loro, pensavo di esplorare di più la loro nascita, o meglio, la nascita dell'idea della loro creazione.. non so come dire, pensavo fossero più importanti ai fini della storia. Per non parlare dei Libri, con questo codice speciale che nessuno sapeva interpretare. A cosa è servito?? A cosa sono serviti questi Libri??? di nuovo, bah.
      Le Arche: ora, io non mi aspettavo che venissero toccate tutte le arche (anche se così la storia sarebbe durata di più), ma toccarne due.. forse questo però è un mio pensiero strettamente correlato al fatto che speravo con tutto il cuore che sarebbero tornati al Polo, soprattutto sul finale. O comunque mi aspettavo che venisse toccata un'altra Arca, non che si rimanesse ancora su Babel e per l'intero libro praticamente!!
      Il mistero dell'Altro: questo per me è stata l'unica cosa bella, ma spiegata in fretta e furia. Ho amato questo mistero perché mi ha tenuta col fiato sospeso e mi ha fatto arrovellare il cervello, ma a un certo punto ho pensato di fare uno schema perché non stavo più dietro alle informazioni. Devo dire però che questo è stato l'unico punto su cui ho sentito un senso di risolutezza. Ho capito chi è l'Altro, ho capito il meccanismo del mondo del Rovescio e la storia in sé. Però avrebbe potuto svilupparla tranquillamente in due libri, non in 100 pagine e velocemente.
      E infine arriviamo a quello che a me personalmente stava più a cuore: la storia d'amore. In linea di massima non sono un'inguaribile romanticona, ma per loro volevo un lieto fine, un vero lieto fine, ovviamente a misura dei personaggi. Per tutti i libri gli incontri tra Ofelia e Thorn quanti saranno stati? Non li ho contati, ma so per certo che sono stati pochi. Due personaggi non convenzionali, che non sono stati fatti con lo stampino; complessi nella loro semplicità, innamorati l'uno dell'altra in un percorso bellissimo.. l'ultimo libro l'ho letto sì per svelare il mistero del mondo, ma soprattutto per vedere la loro relazione, volevo vederli aprirsi sempre di più, volevo leggere quei capitoli dove il loro amore si faceva sempre più solido.. e invece questo finale che mi ha spezzato il cuore. E non aggiungo altro al riguardo.

      ***** FINE SPOILER *****

      Non so se sperare o no in un quinto libro, anche se so che molto probabilmente non ci sarà. La Dabos è giovane, è solo all'esordio e chissà che tra un po' di tempo (magari vedendo lo scontento generale) non decida di regalarci almeno una spiegazione, magari un altro piccolo manuale (intitolato "GLI Attraversaspecchi"?) dove ci mostrerà un futuro un po' più concreto, per mettere a tutti il cuore in pace. Speriamo.

      Elimina
    2. Un ultimo pensiero. Se avessi letto questa saga con un certo distacco, se non fossi stata così amante del Fantasy, probabilmente avrei amato di più questo finale perché, diciamocelo, non è scontato ed è molto originale. Ed è anche vero che la vita non è rose e fiori e il bello di questa saga è anche questo. Il "vissero per sempre felici e contenti" sa molto di favola Disney e poco di realtà e forse, in fondo, non ce lo saremmo aspettati nemmeno per questo libro. Però io credo che chi legge libri, e soprattutto chi legge fantasy, lo fa perché vuole scappare da questo mondo, perché vuole rifugiarsi in qualcosa che gli appartiene di più, perché si immedesima in magie e misteri. E quando hai bisogno di un mondo immaginario per trovare il tuo posto in quello reale, allora hai anche bisogno di un lieto fine che sia degno di questo nome. Hai bisogno di speranza, di forza, di coraggio e, dopo tutte le vicende che tengono sospesi i protagonisti, hai bisogno di un sospiro di sollievo finale; quel sospiro che lascia comunque una lacrima per la fine di un viaggio, ma anche un sorriso. Ecco, questo libro mi ha tolto quel sorriso. Mi ha tolto quel pensiero che dice "il mondo reale a volte può non essere come vorrei, ma almeno nei libri posso trovare quell'energia che a volte manca e un finale degno di questo nome di cui si ha bisogno". Quando leggerò di nuovo questi libri (e sonno talmente presa da questa saga che vorrei subito ricominciare per non abbandonare i personaggi), credo proprio che mi fermerò al terzo e lascerò poi che la mia fantasia scelga un finale diverso.

      Grazie per questa recensione perché mi è entrata dritta nel cuore, grazie per la possibilità di scrivere il mio pensiero e potermi così "sfogare" e SCUSATE per questo commento lunghissimo.

      Elimina
    3. Non lo so ragazzi.
      Ho finito ieri sera di leggere il quarto, anche io non sono riuscita a mangiare dopo averlo finito. Mi sono ritrovata a leggere anche le pagine dei ringraziamenti etc.
      Nella speranza che la nostra cara autrice ci avesse fatto un gran "bello" scherzo e avesse aggiunto poche righe di conclusione, almeno per quanto riguarda Thor e Ofelia,da qualche parte, nascoste. Così non è stato, sono ancora stordita dal finale, mi viene anche un po' da piangere, lacrime amare di risentimento.
      Concordo con moltissimi dei commenti fatti, ci si aspettava di più da molti personaggi, i quali poi si rivelano inutili, i Libri?...mmm amarezza nel mio cuore, ma tutto questo potevo sopportarlo, Thorn no. Non puoi lasciare Thorn dietro dietro, non puoi farmi questo, lui no, era l'unico a cui proprio non potevo rinunciare.
      Non so se riuscirò mai a riprendermi da questa delusione enorme.
      Grazie che mi fate sentire meno sola.

      Elimina
  14. SPOILER!!! HO appena finito l'ultimo libro e bhe... Che dire... Sono un po'delusa. Sono subito andata a vedere in internet se ero solo io ad essere delusa e in confusione.
    Tutto è iniziato quando un giorno, navigando su pinterest, ho trovato un disegno di Thorn e Ofelia. Ho guardato su google e ho scoperto dell'esistenza dell'Attraversaspecchi. Poi mia sorella per natale mi ha regalato un buono per comprarmelo sull'ebook. Così ho letto il primo libro, poi il secondo, poi il terzo poi il quarto. Fin da subito me ne sono innamorata. All'inizio sembrava una storia "semplice" diciamo, poi andando avanti è "degenerata" in qualcosa di molto più grande, ma comunque avvincente. I primo due libri erano partiti molto bene, il terzo mi è piaciuto ma meno degli altri, ma solo perchè prefwrivo che la storia si svolgesse al Polo. Poi, il quarto libro. Fino a metà tutto ok, ma poi la storia ha iniziato a ingarbugliarsi, tanto che ho pensato di farmi uno schema. Per non parlare di alcuni personaggi come Vittoria, un personaggio sprecato. E il finale! Di certo per Ofelia e Thorn non mi aspettavo una vita inieme da principessa e principe, ma comunque un lieto fine. Mi sono preoccupata già quando Thorn è evaporato, poi ho letto l'ultimo capitolo e... Thorn e Ofelia separati non lo riesco a immaginare. No. Mi ha deluso. Purtroppo, perchè la storia aveva del potenziale. Come voi faró finta che il quarto libro non esista, e magari mi immagino un finale diverso. Perchè bene o male i fantasy (che io amo alla follia), un lieto fine ce l'hanno. In effetti il finale di echi in tempesta è originale e nessuno se lo aspetta, ma io non speravo questo per Ofelia e Thorn. Scusate per il papiro e scusate anche se sono stata ripetitiva o ho detto delle scemenze ma è così che la penso. Buon 2021 a tutti

    RispondiElimina
  15. Ti dico solo che stiamo a gennaio e io STO ANCORA SOFFRENDO. O ESCE UN QUINTO LIBRO O CAMPO MALE.

    RispondiElimina
  16. Eh.
    Appena finito.
    Eh.
    Okay, iniziamo.

    SPOILER
    Li ho letti di seguito, senza riuscire a fermarmi, sebbene il terzo mi sia sembrato più lento. Il quarto, beh, colpaccio, e non in senso positivo. La prima metà lentina, stesso andamento del terzo, e poi ci troviamo in un vortice di domande e risposte e iniziamo a non capire più nulla di concreto. Ho letto tutto d'un fiato le ultime pagine, ho chiuso il libro quando Thor è diventato polvere e l'ho riaperto perché non volevo crederci, e infatti eccolo lì in un capitolo tutto suo, pronto a salvare la cugina, personaggio inutile e insofferente dalla nascita. E pronto a metterci le mani per salvare l'amata, guarda caso, tirando un mostro da sé. Ofelia dice di sapere perché l'ha lasciato lì, nel Rovescio, e io mi chiedo perché? Soprattutto perché era entrata solo per lui.
    Ho amato Seconda, ma mi pare assurdo che la sua ultima profezia non si sia realizzata, giusto quella.
    Lazarus e Ambroise: cuore a mille per la distruzione del secondo, contenta per il primo. Anche se avrei in generale avere più pagine da dedicare a quel mondo rovesciato, e soprattutto mi chiedo che fine abbiano fatto tutti gli automi con la faccia del ragazzo.
    E Blazius e il professore? Perché piffero ci fai magicamente apparire tutta la famiglia al completo (tutta non manca manco un neonato!!), come se fossero il centro del mondo, e non ci dici che fine hai fatto fare a loro, a cui mi ero sinceramente affezionata, anche per la loro storia d'amore così accennata.
    E Octavio? Ho sperato che morto Thon, Ofelia alias Eulalia li desse una possibilità, e invece niente. Me lo fai scomparire così...
    Elizabeth mi è piaciuta, invece. Piano piano ha acquisito il suo ruolo e il suo potere, e la sua età.
    Mi sento in colpa per Gaela e Renald, lo ammetto. Altra storia d'amore splendida, buttata giù dalle scale come un Salame.
    E infine, il tipo sgangherato che ho letteralmente AMATO dal primo istante, dal primo libro, mi dici che è ammalato e finisce lì la storia? CHE TI HO FATTO DI MALE?

    RispondiElimina
  17. Okay, continuo.

    SEMPRE SPOILER.

    Avrei voluto più storia delle ombre divenute i 21 dei, non ne volevo conoscere solo 5, dopotutto sono nati da una pièce teatrale e avevano una bella storia da raccontare.
    Come anche il momento in cui la vera Eulalia si è vista costretta a buttar giù metà mondo pieno di guerra e male. Avrei voluto vedere di più, o quantomeno con più calma, o tutto o meno.
    E infine, questa volta veramente, la protagonista cresciuta in queste duemila pagine, in maniera esorbitante. Ma che si è buttata in una nuova avventura, che forse non ci sarà mai raccontata, alla ricerca di un mondo che lei stessa ha chiuso, solo per un uomo, per carità, il suo uomo, ma se prima la ricerca sembrava plausibile e l'ha portata su Babel, ora? In uno specchio, un punto di non ritorno, ormai. Invece di godersi un poco di pace...

    E poi qualcuno mi vuole spiegare perché le abbiano amputato le dita? Sì, chiaro, doveva lasciare un qualcosa, ma ha riavuto indietro il potere di attraversaspecchi e perso quello da lettrice, che mi ha sempre affascinata. Poteva perdere gli artigli, no? Mah, poi amputere le dita, ancora non me ne compiaccio. Assurdo, mica prima le avevano tolto un qualcosa di fisico con l'altro potere. Vabbè, esagerata.

    Detto ciò, concludo con: mi è piaciuto, ma poteva essere più pieno di vita.

    Spero di esser stata esaustiva.

    RispondiElimina
  18. Ciao, sono la stessa che ha scritto la recensione il 10/01/2021. Ora riprovo a riscrivere la recensione, perchè la prima l'ho scritta che ero un po'arrabbiata e ho parlato troppo in fretta. Dunque, ho riletto tutti i libri, e rileggendo si capisce un po' di più tutta la storia. Per quanto riguarda il finale, ci ho riflettuto un po' e devo ammettere, a malincuore, che ci sta. Come avevo detto nell'altra recensione è un finale che non ci si aspetta, se invece Thorn fosse tornato, si sarei stata felice, ma sarebbe stato scontato. Invece così...
    Comunque ad Archibald che succede? Dice che è malato e poi?

    Ho cambiato idea, quando rileggeró l'Attraversaspecchi rileggeró anche echi in tempesta, perchè fa comunque parte della storia, sebbene il finale non sia quello sperato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto in una recensione qui sotto, io credo che Ofelia lo ritroverà perché lei è sempre riuscita a risolvere situazioni dalla possibilità di riuscita veramente minime e le ha rese certe. Per cui, come non si dà per vinta lei, neanche io voglio darmi per vinta e dopo aver letto una teoria su Wattpad che mostra cosa potrebbe essere successo dopo Echi in Tempesta che sembra davvero plausibile, onestamente mi piace pensare che i nostri due protagonisti si ricongiungano così da vivere una vita felice.

      Elimina
  19. Gente! Scusate, ma ho visto ora i commenti. Sono pessima lo so. SCUSATE.

    Vedo che siamo tutti parecchio delusi e arrabbiati.
    Sono passati mesi e ancora non lo supero.

    RispondiElimina
  20. Mi è stato spoilerato il finale e devo dire che a distanza di due giorni ancora non ho emesso di piangere. La ragazza che mi ha spoilerato Echi in Tempesta, lo ha fatto per avvertirmi che ci sarei rimasta molto male e in effetti è stato così. Per lo meno mi ha lasciato con un sapore amaro in bocca e un senso di smarrimento e ansia che non riesco a smettere di provare. Di conseguenza ho sbirciato il finale di Echi in Tempesta e questo finale aperto mi ha fatta sentire come se mi trovassi in bilico su una scogliera. Ecco perché odio i finali aperti, non mi fanno la certezza che cerco e di cui ora sento un forte bisogno.
    Attenzione spoiler: la scomparsa di Thorn mi ha distrutta davvero, perché mi immaginavo un lieto fine che ora posso solo immaginare e non toccare con mano. Tuttavia, il fatto che Ofelia si metta in viaggio di specchio in specchio per cercarlo e si dimostri convinta di poterlo trovare, ha riacceso una fiammella di speranza in me e in altre persone che non si capacitano di questa fine. Ofelia si è dimostrata sempre capace di ribaltare il risultato di qualsiasi situazione e ho ragione di credere che sia così anche in questo caso. Non sarebbe Ofelia se non riuscisse a portare a termine un'impresa impossibile. Su Wattpad ho letto una riflessione molto accurata su come possa essere andata dopo Echi in Tempesta, che mi ha dato un po' di sollievo perché molto plausibile.
    Tuttavia, il non poterlo sapere mai perché la Dabos ha lasciato questo finale aperto e in alta tensione mi snerva parecchio. Non accetto di non sapere che cosa ne sarà di Thorn e di tutti gli altri. Anche per me quest'ultimo libro è stato scritto troppo in fretta e non riesco ad accettarlo.
    Come ho detto, però, voglio essere ottimista e quindi secondo me lo ritroverà. Ofelia è la regina delle imprese impossibili.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mica potresti condividere con me la riflessione che hai letto? Perché sto malissimo anch'io ahahah

      Elimina
  21. Questo libro è un viaggio verso la propria spiritualità , un mix con il mondo della scienza , perché gli echi non sono altro che vibrazioni che riproduce il nostro corpo , e in tutto questo ha voluto dare la sua visione della vita , la sua spiegazione ai tanti perché che ci attanagliano l'esistenza . Trovo che la scrittrice abbia voluto "rivelarci un segreto" , la vicenda amorosa è stato solo un contorno dei suoi pensieri filosofici. " Chi è io?"...me lo chiedo da molto tempo

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥