martedì 24 aprile 2018

The fate of the Tearling di Erika Johansen |Pseudo recensione/sfogo|


Io...io...mi viene da piangere e urlare contemporaneamente.
Questo libro mi ha sconvolto e non in senso positivo.
HO BISOGNO DI PARLARNE.

PREMESSE:
Questa non sarà una vera e propria recensione, ma più uno sfogo.
Saranno presenti spoiler. Lettore avvisato, lettore mezzo salvato.


The fate of the Tearling
di Erika Johansen
Serie: The Queen of the Tearling #3
Editore: Multipayer Edizioni
Pagine: 429
Prezzo: 19,00 euro
In meno di un anno Kelsea Glynn, dall'adolescente impacciata che era, è diventata una sovrana sicura di sé. Mentre maturava nel suo ruolo di regina del Tearling, questa giovane testarda e lungimirante ha trasformato il regno intero. Nel suo tentativo di eliminare corruzione e vessazioni e riportare giustizia si è fatta numerosi nemici, in patria e nei territori confinanti: il più terribile di tutti è la Regina Rossa, che non si è fatta scrupolo di rivolgere il suo esercito contro il Tearling. Per proteggere la sua gente da un'invasione devastante, Kelsea ha compiuto una scelta incredibile: si è consegnata coi suoi zaffiri magici al nemico, lasciando il trono a Mazza Chiodata, fidato comandante della sua guardia personale, cui ha affidato il ruolo di reggente. Questi, però, non ha alcuna intenzione di arrendersi fino a quando non sarà riuscito a salvare coi suoi uomini la regina, ora prigioniera nel Mortmesne. Qui inizia il capitolo finale, nel quale il destino della regina Kelsea e dell'intero Tearling saranno finalmente rivelati
Scrivo questa "recensione" pervasa da un profondo senso di delusione mista ad amarezza. L'unica cosa che vorrei dire (urlare!!) è: MIA CARA ERIKA CHE CAVOLO HAI SCRITTO?
COSA DIAMINE TI È VENUTO IN MENTE MENTRE SCRIVEVI??!?!?!

Quella del Tearling è stata una trilogia che mi aveva coinvolto piano piano, ho trovato interessante il primo libro e il secondo mi ha completamente conquistata, questo invece...invece...
...non l'ho buttato dalla finestra solo perchè l'edizione è tanto, tanto, tanto bella!
Ma lasciate che vi parli passo passo di questo libro.
Avendo letto il secondo volume un'anno fa circa ho fatto un po' di fatica nel ricordare per bene cosa fosse successo, ma pian piano sono riuscita ad entrare dentro i fatti seppur con una certa difficoltà, perchè quello che caratterizza la storia del Tearling è una profonda complessità nella ricostruzione storica dei fatti; per quanto la storia di questo regno sia un continuo ripetersi di fatti e di errori, è difficile capire cosa sia veramente successo in alcuni frangenti della storia.
Le domande che mi erano sorte durante la lettura dei primi due volumi hanno trovato risposta, lasciandomi un tantino perplessa, ma almeno insieme a Kelesea sono riuscita finalmente a comprendere la storia del Passaggio e dei primi anni nel Nuovo Mondo.
Come al solito l'autrice non si risparmia nel raccontarci la storia fin nei minimi dettagli, con capitoli parecchio lunghi e dando spazio anche a personaggi che in altre storie sarebbero marginali. Uno stile che a cui ero già abituata dai precedenti libri che non mi è dispiaciuto ritrovare e infatti per buona parte del libro non ho avuto problemi nella lettura, tutto procedeva bene, forse un po' lentamente ma bene.
Poi è arrivata la parte finale e...
CATASTROFE.
SCIAGURA!
Mi sono trovata di fronte un'alterazione completa dei personaggi!
Fetch, il mio amato, diabolico, affascinante e misterioso Fetch si è rivelato essere una mammoletta, un inutile essere che vive la propria vita nel rimorso di non aver fatto la scelta giusta.
FETCH, MIO CARO FETCH, DOVE SEI FINITO?!?!
Cosa ti è successo? COSA?
E la Regina Rossa??
Passa carnefice a vittima in un attimo, una rivelazione che mi ha alquanto lasciata interdetta!
E il finale vero e proprio?


Il finale che ha diviso le acque: chi lo ama e chi lo odia!
Io lo odio.
QUI PARTE LO SPOILER GRANDE GRANDE. CONTINUATE A VOSTRO RISCHIO E PERICOLO.
*inspira e ispira*

Okay. Kelsea ha deciso di andare indietro nel tempo per cambiare le cose così da far vivere un futuro diverso al suo regno. Okay, perfetto. mi sarebbe anche andato bene.
Fino a che mi sono resa conto che facendo questo Kelsea avrebbe ricordato tutto il suo passato, tutte le persone che ha conosciuto, ma gli altri non avrebbero ricordato niente, completamente nulla di quello che hanno passato insieme a lei.
Perchè cambiando il passato il futuro ha preso una piega completamente diversa.
MAZZA CHIODATA NON RICONOSCE KELSEA.
PEN NON RICONOSCE KELSEA.
NESSUNO RICONOSCE KELSEA.
NO NO NO NO NO.


Il mio cuore si è spezzato insieme a quello della povera ragazza.
Mille frammenti di cuore sparsi ovunque.

La storia si è completamente disintegrata su se stessa.
Tutto è stato cancellato.
Tutto quello che Kelsea ha vissuto è sparito.
...
...
...
Mazza Chiodata! Lui è uno dei miei rimpianti più grandi, non saprà mai cosa ha fatto Kelsea per il suo regno, non conoscerà il suo sacrificio.
*va a piangere in angolino*

MA...
C'è un grande gigantesco "ma" che fluttua sul destino del Tearling.
Questo:

Su Goodreads l'autrice ha ricevuto qualche domanda sul futuro di Kelsea e ha risposto che ha intenzione di pubblicare altri due libri nei prossimi 5 anni: uno riguardante il passato del Tearling e uno sul suo futuro.
GRIDA DI GIOIA E DI GIUBILO!
Sono una personcina contenta e felice!
Perchè questo libro non l'accetto o meglio non accetto alcune cose; per la prima parte tutto molto bello e interessante poi...facciamo che non è successo niente.
Voglio completamente dimenticare l'ultima parte di questo libro.
...
...
MAZZA CHIODATA!!
IL MIO CARO MAZZA CHIODATA MESSO DA PARTE!


Ah, altra cosa: cara Erika nel prossimo libro sarebbe gradito un albero genealogico della famiglia Taer fino a Kelsea. Io ho provato a ricostruirlo e...che casino!

Bene. La finisco qui.

VOTO FINALE
Con il cuore ancora spezzato e con le lacrime agli occhi il mio voto per questo libro è un:
☆☆ e mezzo su cinque
Magari a mente più fresca darei anche un 3, ma al momento sono immersa nel dolore.

Se siete arrivati fino a qui: grazie!
Se non siete arrivati fino a qui: vi capisco!

E adesso scusate, vado a cercare un cuscino sul quale sfogare la mia rabbia.
Se siete sconvolti quanto me a voi la parola.


4 commenti:

  1. Concordo in tutto, troppo stravolgimento. E Kelsea? La buona che fa solo la cosa giusta? E poi perché dico io, perché? Erika DEVE cambiarlo, proseguirlo, deve! Deve!

    RispondiElimina
  2. Sul finale concordo con te, in pieno. Penso di aver detto tanti di quei "no" quando ho chiuso il libro da esser sembrata una pazza che vaneggiava da sola. Ma per me la delusione è stata davvero troppo, anche perché io faccio parte di quel gruppo più piccolo che ha adorato il primo libro e non è impazzita per il secondo, quindi per me la serie è terminata qua, perché dal secondo in poi il mio interesse è calato parecchio. Dei prossimi due libri me ne laverò le mani!

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥