martedì 19 febbraio 2019

|Review Tour| La musa degli incubi di Laini Taylor |Recensione + piccolo approfondimento + Giveaway|


Il giorno è giunto e tocca a me parlarvi di questo meraviglioso libro!
Sono elettrizzata nel parlarvene, scusate se mi lascerò un po' andare ma fortunatamente già mi conoscete e non rischio di fare brutte figure.
Ma questa non sarà una semplice recensione! OH NO!
Al suo interno ci sarà un piccolo approfondimento come le altre del Review e *udite udite* anche un piccolo giveaway!! Leggete tutto il post per scoprire cosa vi aspetta!

Prima di tutto ringrazio la Casa Editrice per averci permesso di organizzare il tutto e un ringraziamento speciale va a Tania che si è occupata della grafica e anche della realizzazione del premio in palio!


La Musa degli incubi
di Laini Taylor
Serie: Strange the dreamer #2
Editore: Fazi Editore (lainya)
Pagine: 523
Prezzo: 15,00
Link d'acquisto: Amazon
La peggiore paura degli abitanti di Pianto si è concretizzata: nella minacciosa fortezza di mesarzio i figli degli dèi sono ancora vivi. Sarai è diventata un fantasma, mentre il Sognatore ha appena scoperto di essere lui stesso un dio dalla pelle blu, l'unico capace di fronteggiare l'oscura Minya, animata dall'implacabile desiderio di vendetta nei confronti degli umani che massacrarono la sua gente. Lazlo si troverà di fronte alla più impensabile delle scelte: salvare la donna che ama oppure tutti gli altri. Ma inquietanti misteri dimenticati chiedono di essere risolti: da dove sono arrivati, veramente, i Mesarthim, e cosa ne è stato di tutti i bambini nati nella fortezza durante il dominio di Skathis? Quando i portali dimenticati si apriranno di nuovo, mondi lontani diventeranno pericolosamente vicini e un inatteso, potente nemico arriverà deciso a spazzare via le fragili speranze di tutti, dèi e umani. Sarai, la Musa degli Incubi, conoscitrice di ogni genere di paura fin da quando aveva sei anni, sarà costretta ad affrontare orrori che neanche immaginava e ad andare oltre i suoi stessi limiti: l'esperienza le ha insegnato che l'odio e il terrore sono sentimenti facili da provocare. Ma come si fa a rovesciare l'odio, a disinnescare la vendetta? È possibile salvare i mostri, piuttosto che annientarli? In questo seguito de "Il Sognatore" va in scena lo scontro tra distruzione e salvezza.
IO NON SO COSA DIRE SU QUESTO LIBRO SE NON CHE DOVETE LEGGERLO ASSOLUTAMENTE, ORA. SUBITO. 
COSA STATE ASPETTANDO DICO IO?!!?!?!
Ho urlato, scusate. Non si urla. Adesso faccio la brava bambina e mi calmo.
*espira e inspira*
SARÀ DIFFICILE SCRIVERE QUESTA RECENSIONE, LO SO.

Finito il primo libro di questa dilogia il mio primo pensiero è stato "Voglio morire pure io!", poi mi sono fermata e ci ho riflettuto per bene: se fossi morta non avrei saputo come la Taylor avrebbe finito la storia e questo sarebbe stato inaccettabile, perciò ho cambiato subito idea e ho iniziato la lunga attesa.
Quando ho saputo dell'imminente uscita del secondo libro la mia anima si è divisa in due: da una parte volevo sapere cosa sarebbe successo, dall'altra ero preoccupata per quello che sarebbe successo, praticamente ho vissuto in un'ansia costante. MA NON È UNA NOVITÀ.
Poi è arrivato il momento di leggerlo e non avrei voluto più smettere, questo libro si è dimostrato la nuova conferma del mio amore sfrenato per Laini Taylor!
Leggere un suo libro è come chiudere gli occhi ed essere catapultati in un altro mondo, non esiste nient'altro se non le sue storie e in La Musa degli incubi non è diverso, non lo è per niente.
Incanto, amore, amicizia e sogno, questo è quello che potete trovare in questo libro, ne resterete meravigliati e sconvolti così come ne sono rimasta io.

Difficile parlarvi della storia di questo libro senza farvi spoiler, ma ci proverò!
NO, SARÀ DIFFICILE IN OGNI CASO.

Le persone sono i nostri luoghi sicuri. Io ne ho una: una persona che per me è casa e mondo.

La fine de Il sognatore si era conclusa nel peggiore dei modi, Lazlo e Sarai si sono finalmente ritrovati, ma un qualcosa li divide e quel qualcosa è Minya, l'eterna bambina che da sempre si è fatta protettrice degli ultimi figli degli dei rimasti.
Minya, Sarai, Feral, Ruby e Sparrow sono gli ultimi ragazzi nati dai Mesarthim e dagli esseri umani, mezzi dei sopravvissuti alla vendetta dell'uomo, una vendetta che ha fatto crescere un muro d'odio attorno al cuore della piccola Minya e adesso che ha trovato in Lazlo un modo per far avverare i suoi piani di vendetta non lo lascerà andare tanto facilmente, ma i misteri che avvolgo il passato di questi ragazzi sono molti, inspiegabilmente dovranno farci i conti molto presto e la loro visione del mondo potrebbe cambiare radicalmente.
Odio e vedetta, ecco attorno a che cosa girano le vicende di questo libro e per alcuni versi l'ho sentito molto vicino alla realtà.
Un odio così antico e profondo, difficile da estirpare che si è stratificato nei secoli fino a diventare qualcosa che sembra non avere fine: gli uomini odiano i giovani mezzi dei perchè sono il frutto di stupri e inganni, i mezzi dei odiano gli uomini perchè hanno distrutto tutto ciò che conoscevano, ma questo è solo la fine di qualcosa molto più antico ed è lì che bisogna andare per porre fine a tutto quando o forse sarà il passato ad andare da loro e cambierà tutto quanto.
Ma in mezzo a tutto questo c'è anche l'amore, quello tra Sarai e Lazlo. Il loro amore così puro come solo i primi amori riescono a esserlo sarà la scintilla di speranza in mezzo alle tenebre che li circondano e come non poter menzionare i loro sogni! Lì in quei luoghi che li hanno fatti incontrare saranno momenti di pura estasi...
...un pochino zuccherosi, lo ammetto, ma sono così carini e piccini nella gioia del loro primo amore che fanno anche tenerezza!

Lei era un fantasma e lui un dio, e si baciarono come se avessero perso il loro sogno e lo avessero ritrovato.

La cosa sorprendente di questo romanzo, una delle tante a dire il vero, è la crescita dei personaggi: molti di loro prendono una forma molto più definita rispetto al primo, diventano più concreti, più adulti, più consapevoli dei loro punti di forza. Minya è stata la vera scoperta, come io sia passata dall'odiarla profondamente a provare un forte senso di tristezza mi ha davvero fatto riflettere, il suo è un personaggio molto complesso, fragile e forte allo stesso tempo e non si può non provare empatia nei suoi confronti.
LEGGETE E LO  CAPIRETE, CREDETEMI. NON POSSO DIRVI DI PIÙ.
ODIO NON POTERVI DIRE DI PIÙ.

Ogni pagina de La Musa degli incubi riserva dei colpi di scena, colpi al cuore che spingono sempre più a continuare la lettura e addentrarsi sempre più in profondità del magico mondo della Taylor. Nuovi personaggi saranno svelati, con essi una parte del mistero prenderà sempre più forma e quando sembra che più niente possa succedere ecco che si viene smentiti, fino all'arrivo del finale che è..
è...oddio!
Non era per niente quello che mi aspettavo, mai mi sarei aspettata quello che ho letto (e lo stesso sarà per voi!) e devo ancora digerire il tutto e credo che non lo farò fino a quanto non avrò ulteriori notizie al riguardo! Questo significa che inizierò a stalkerare pesantemente la Taylor su tutti i fronti perchè...
...MA MISERIACCIA SI PUÒ FINIRE COSÌ??
Cara Laini, ti piace farci stare sulle spine?
IO NON POSSO DIRVI NIENTE, NIENTE, NIENTE, NIENTE!
Sappiate che ci sono parecchie citazioni su La chimera di Praga, perciò se non avete letto la trilogia correte!!! OK, NON DICO PIÙ NULLA.



Se avete amato Il sognatore non potete lasciarvi sfuggire questo secondo libro, non solo perchè così scoprirete molte verità, ma perchè leggerlo è come fare un sogno ad occhi aperti.


VOTO FINALE
★★★★★ su cinque

APPROFONDIMENTO: LAZLO vs AKIVA

Oggi a me tocca parlavi dei due protagonisti maschili delle due serie uscite dalla pena di Laini Taylor, parlo di Lazlo e Akiva.
Due personaggi molto diversi sotto parecchi punti di vista.
Lazlo è un ragazzo orfano che ha passato buona parte della sua vita tra i libri e i suoi sogni, lì e solo lì sentiva di essere veramente completo. Lazlo ha sempre avuto un sogno: scoprire qualcosa di più sull'antica civiltà di Pianto e solo facendo un lungo verso quegli antichi luoghi ha scoperto le sue origini.
Akiva invece è un Serafino da sempre in lotta contro le Chimere per riportare ordine al loro mondo.
Se il primo è un sognatore, il secondo è un tipo più razionale con le idee ben chiare sul proprio futuro, ma questa non è l'unica differenza! Lazlo è un personaggio con cui è molto più semplice entrare in empatia, mentre Akiva è molto più schivo, a volte quasi altero nei suoi atteggiamenti.
Cosa li accomuna?
Il profondo amore che provano per le due ragazze che hanno cambiato la loro vita, Lazlo per Sarai e Akiva per Karou
Il loro amore non conosce confini ed è per quello che si battono fino alla fine, per proteggere le persone a cui vogliono bene non temono nulla. Entrambi hanno un coraggio non indifferente.
Due personaggi che sanno far battere i cuori, ognuno a modo loro, se dovessi sceglierne uno? Probabilmente sarebbe Lazlo, mi sento sicuramente più affine!
E voi chi scegliereste?

GIVEAWAY

Ed eccoci giunti al giveaway! *urla di gioia*
Vorreste vincere questo carinissimo segnalibro magnetico raffigurante Sarai (come vi ho detto prima è tutta opera di Tania!)?
Le regole sono poche e semplici!

REGOLE:

Mettere la propria email solo nel form così che verrete contattati in caso di vincita;
Essere follower dei blog partecipanti;
Commentare tutte le tappe in maniera intelligente e che abbia senso;
Seguire la pagina facebook della Casa Editrice e della creatrice del premio Wonders'Clouds.
Condividere l'iniziativa nei vostri social.

Il Giveaway inizia il 14 Febbraio e finisce il 22 Febbraio, dopo due o tre giorni sarà estratto il vincitore e contattato via email.
Vi lascio il calendario con le varie tappe! Vi ricordo che se volete vincere il segnalibro dovete commentarle tutte. Domani vi aspetto sul blog di Chiara, La lettrice sulle nuvole, sono proprio curiosa di vedere il suo gioco delle coppie!

Siete ancora indecisi sul perchè dovete leggere questo libro?
NON DOVETE ASSOLUTAMENTE ESSERLO!DOVETE LEGGERLO, CHIARO?!??!

Emh..., sì.
Vi saluto.

Sempre con tanto infinito amore,

15 commenti:

  1. Fangirl Mood al 100% attivato! Graziaaaa se ti serve una compagna per lo "stalckeraggio" alla Taylor .... xD XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scriviamole, andiamo sotto casa sua!
      Facciamo qualcosa!!!

      Elimina
  2. Ok Graziaaaaaaaaa...mi hai convinta XD ma dimmi...non finirà con 2 volumi spero vero?

    RispondiElimina
  3. A parte il sognatore questo è stato il secondo libro che leggo di quest'autrice e mi ha davvero conquistata, ora devo recuperare la Chimera mi sa.
    Con Myna ho avuto anch'io un cambiamento nei suoi riguardi e l'ho rivalutata moltissimo, non me l'aspettavo.
    Una storia bella, bella questa condivido tutte le tue parole

    RispondiElimina
  4. Che faccio, urlo di dolore??????

    RispondiElimina
  5. Grazia non si muore! Ma si può proprio urlare e tanto. Per me è perfetta pure la fine, stupenda, si è proprio fatta perdonare

    RispondiElimina
  6. Minya è stata la vera rivelazione di questo romanzo. Nello scorso volume la odiavo con ogni fibra del mio essere, e anche all'inizio di questa seconda parte della storia era così, ma poi ho iniziato a capirla ed ora è tipo uno dei miei personaggi preferiti della Taylor.

    Comunque il finale fa davvero urlare.

    RispondiElimina
  7. Concordo su tutto, in particolare su Minya. L'ho trovata da subito un personaggio inquietante e molto vendicativa ma in questo libro si scoprono cose su di lei che te la fanno rivalutare per forza.

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥