lunedì 5 febbraio 2018

Io scelgo la gentilezza. Wonder di R.J Palacio |Recensione|

Salve lettori!
Un'altra fantasmagorica (???) settimana ha inizio, non siete contenti?


VABBÈ.
Passiamo alla recensione, che è meglio!
Oggi vi parlo di un libro che mi ha toccato il cuore.


Wonder
di R.J. Palacio
Serie: Wonder #1
Pagine: 288
Prezzo: 12,00 euro
È la storia di Auggie, nato con una tremenda deformazione facciale, che, dopo anni passati protetto dalla sua famiglia per la prima volta affronta il mondo della scuola. Come sarà accettato dai compagni? Dagli insegnanti? Chi si siederà di fianco a lui nella mensa? Chi lo guarderà dritto negli occhi? E chi lo scruterà di nascosto facendo battute? Chi farà di tutto per non essere seduto vicino a lui? Chi sarà suo amico? Un protagonista sfortunato ma tenace, una famiglia meravigliosa, degli amici veri aiuteranno Augustus durante l'anno scolastico che finirà in modo trionfante per lui. Il racconto di un bambino che trova il suo ruolo nel mondo. Il libro è diviso in otto parti, ciascuna raccontata da un personaggio e introdotta da una canzone (o da una citazione) che gli fa da sfondo e da colonna sonora, creando una polifonia di suoni, sentimenti ed emozioni.
Immagino che tutti noi abbiamo un difetto estetico che ci fa sentire un po' a disagio, no?
Forse qualcosa di poco conto, forse qualcosa di più ma che comunque vorremmo completamente eliminare, se è così forse questo libro potrebbe farvi vedere tutto sotto un'altra prospettiva.


Tra le pagine di Wonder conosceremo il piccolo August e la sua storia, quello che lo rende diverso, strano, anormale, deforme, un mostro. Parole che lasciano segni profondi nella sua vita, piccole cicatrici che guariscono lentamente o mai completamente. Parole o sguardi che lo hanno fatto crescere con la consapevolezza di non essere adatto a questo mondo e che lo hanno spinto perfino ad odiarsi.
Per August la vita non è semplice, non lo è per niente.
Il suo piccolo corpo, il suo viso, è un mix di tanti errori genetici che lo hanno obbligato fin da piccolissimo ad una serie di interventi, ma purtroppo i suoi lineamenti sono destinati a restare deformi per il resto della sua vita. Pensate il peso che porta sulle sue piccole spalle questo bambino, un fardello enorme perchè sa di essere diverso, lo sa ogni qualvolta che qualcuno lo indica o lo guarda di sfuggita e ormai il piccolo Auggie è abituato a riconoscere questi sguardi e a capire chi davvero è rimasto stupito nel guardarlo. 
Nel leggere questo libro ho provato tante emozioni. Troppe
Più leggevo e più cercavo di immedesimarmi in August ed è stato tremendo. La forza di questo bambino è immensa, così tanta da riuscire ad essere anche auto ironico e non credo che tutti ne siano capaci, Auggie sì ed è questo a renderlo speciale, non il suo viso.

Per il nostro piccolo protagonista i 'problemi' iniziano il primo giorno di scuola media, il primo giorno di scuola di tutta la sua vita ed è lì che entra veramente a contatto con altri ragazzini della sua età e sappiamo bene che a quell'età si sa essere veramente cattivi. Davvero tanto cattivi.
August inizia a essere preso di mira da giochi davvero pessimi, bigliettini di cattivo gusto e a essere trattato come un appestato, un mostro, un orco. Io mi sono arrabbiata così tanto che avrei preso a schiaffi quei ragazzini e, ancora peggio, i loro genitori che non considerano August adatto per una scuola come la loro, perchè potrebbe sconvolgere i loro figli (non dico niente, che è meglio!). 
Fortunatamente però, nella vita di Auggie ci sono anche persone che lo fanno sentire normale, non parlo solo della sua famiglia ma pian piano arrivano anche diversi amici che lo aiutano a superare le sue paure. Persone gentili, buone, che riconoscono in August qualcos'altro rispetto al suo volto e per il bambino questa è come una rinascita.
Finalmente capisce di essere speciale e riesce ad intraprendere una strada che non è per niente semplice: accettare se stesso.

Cosa dire di Wonder se non che è un libro che andrebbe letto a tutte le età?
Ci sono piccole e grandi lezioni di vita che spesso tendiamo a dimenticare. Un libro che fa riflettere, che fa pensare a quanto la vita possa essere ingiusta, ma in fondo cos'è giusto?
Cos'è normale?
Sta a noi capirlo e soprattutto sta a noi esercitare una dose quotidiana di gentilezza, che per quanto sia difficile, non fa mai male.

Nel libro prendono voce anche altri protagonisti vicini ad Auggie, vite che ha toccato e stravolto, io non vi dirò di più, leggetelo e lo scoprirete!

VOTO FINALE
☆☆☆☆☆ su cinque

Della serie di Wonder fanno parte altri libri che raccontano la storia da altri punti di vista, quelli di alcuni bambini che hanno incotrato August, sono molto curiosa di leggerli adesso.
Voi conoscete il libro? SE NO COSA STATE ASPETTANDO??
E avete visto il film?
Io spero di farlo presto...spero.
PERCHÈ NON RIESCO MAI A VEDERE I FILM TRATTI DAI LIBRI CHE HO LETTO???

Con amore,

12 commenti:

  1. Ciao Grazia! Anche io ho avuto il piacere di leggere questo libro lo scorso anno, e sebbene all'inizio non mi convincesse molto, man mano che la lettura procedeva ho decisamente cambiato idea! La storia di August resta nel cuore e ha molto da insegnare a tutti quanti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ho scritto dovrebbe essere letto da tutti

      Elimina
  2. nonostante sia un po' una storia che è già stata rimasticata da vari film e libri, sono sinceramente curiosa di leggere questo libro: non sono una tipa sentimentale (a malapena mi commuovo coi film, coi libri figuriamoci) però spesso e volentieri questo tipo di storie si concentrano più sull'età adolescenziale, se ne trovano davvero poche su bambini presi di mira per il loro aspetto, o, almeno io, non ne ho mai sentito parlare.
    secondo me dev'essere interessante capire come un bambino, che vuole solo divertirsi ed essere spensierato, percepisca questa discriminazione nei suoi confronti: è già di per se una cosa terribile essere giudicati per il proprio aspetto, figuriamoci come dev'esserlo per un bambino...
    interessante recensione, come sempre! alla prossima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato emozionante entrare nella testa del piccolo Auggie!

      Elimina
  3. Ho visto il trailer del film e mi ha già incuriosito tanto che ho deciso di voler leggere il libro prima e spero di riuscire a farlo. La tua recensione mi fa ben sperare

    RispondiElimina
  4. Ho letto il libro e mi è piaciuto tantissimo. Molto commovente.

    RispondiElimina
  5. Ho letto il primo libro due anni fa mi pare, mi era piaciuto molto e ance secondo me andrebbe letto un po' a qualsiasi età. Dei seguenti secondo me vale la pena leggere quello di Julian, in modo da avere il punto di vista del "bullo" mentre quello di Christopher a me ha annoiato parecchio, tanto che poi non ho nemmeno letto quello di Charlotte. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che mi 'chiama' di più è proprio quello di Julian, i personaggi di Charlotte e
      Christopher non mi hanno detto granchè... :)

      Elimina
  6. ho amato alla follia questo libro, insegna tantissimo e scalda il cuore

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥