domenica 13 marzo 2016

Cosa penso di...#10 Perfect. La perfezione dei un attimo di Alison G. Bailey |Recensione|

Salve salvino gente!
Eccoci qui con la decima recensione di questo blog e siete anche in 50! Yeeeee!

 Okay ora mi calmo.

Questa sarà la recensione di un libro che mi è piaciuto?
Bella domanda. Non lo so neanche io!
Forse troverò la risposta scrivendo questa recensione.


Perfect
Serie: Perfect series #1
Autore: Alison G. Bailey
Editore: DeAgostini
Prezzo: € 14,90
Uscita: 8 marzo 2016
SINOSSI
Può la vera felicità durare più di un attimo?
È quello che si domanda Amanda, diciotto anni e una vita di insicurezze, quando decide di rifiutare con ostinazione l’amore di Noah. Noah che è il suo migliore amico, la sua anima gemella, il suo cavaliere dall’armatura scintillante. Amanda sa che Noah potrebbe renderla felice, immensamente felice, ma sa anche che tanta felicità potrebbe non durare. E perdere Noah le spezzerebbe il cuore. Ecco perché preferisce rinunciare a lui, e all’illusione di un momento, piuttosto che vivere con il rimpianto di averlo perso per sempre.
Per molto tempo Amanda e Noah si rincorrono, soffocando la passione che li divora, gettandosi a capofitto in storie sbagliate e avventure di una notte. Ma quando un tragico evento sconvolge la vita di Amanda, le cose cambiano. Costretta a lottare con tutte le proprie forze per ricominciare, la ragazza capisce che al mondo non esiste dono più prezioso di ogni singolo istante in cui possiamo respirare, correre, ridere e… amare. E si rende conto di non avere più nemmeno un secondo da sprecare.
Perché, a volte, un solo attimo di felicità vale più di una vita intera. 




Parto col presupposto che non avevo grandi aspettative su questo libro, non era neanche nella mia lista di libri da leggere nell'immediato futuro, ma dopo averlo visto pubblicizzato in lungo e in largo mi sono lasciata trasportare dall'onda e quindi eccoci qui.

Per la recensione di questo libro procederò per punti, elencando man mano cosa ho provato leggendolo, non starò qui a raccontarvi più o meno il libro, penso che sia ben descritto nella trama...
Pronte?
Allora iniziamo!
  • Amanda non ha neanche un briciolo di autostima, niente, nada, nisba, insomma non è pervenuta e questo non cambia per tutto il libro. Forse un po' alla fine. Forse.
    Sta sempre lì a dirsi di non essere perfetta, di non essere bella, di non essere abbastanza ecc ecc...per un po' può anche starci, la capisco, potrebbe anche starci, ma alla lunga diventa una lagna, sul serio! Soprattutto quanto ha un bellissimo ragazzo che le ripete ogni volta il contrario e lei continua a ripetersi "Non sono abbastanza per lui, rovinerei tutto e bla bla bla" e io avrei voluto dirle per tutto il tempo "Miseriaccia buttati ragazza!!"
  • Noah è il ragazzo perfetto della situazione, perchè ogni Young Adult che si rispetti deve avere il suo ragazzo perfetto e il caro Noah non fa una piega (tranne per i momenti di estrema gelosia che si tramutano in rabbia aggressiva e.e).
    Il povero fanciullo mi fa tanta pena, davvero tanta pena, perchè è dolcissimo e ha davvero tanta pazienza con quella poveretta di Amanda.
  • Non basta che Amanda si ripeta ogni santissima volta quanto sia poco perfetta per Noah, no! Ovviamente devono anche arrivare quelle ragazze altamente odiose che le ricordano che "Noah non fa per te, non sei abbastanza per lui!"...e basta!

  • Amanda continua in ogni capitolo a farsi male con questa sua insicurezza che la tormenta, perchè lei ama Noah, è certo, ma non può amarlo perchè così, perchè colà e per questo cerca di dimenticarlo nel 'migliore' dei modi conosciuti: l'alcool! Indimenticabile la "Señorita Zoquila" e tutto ciò che combina!
  • Ovviamente non può mancare il colpo di scena e...olè! Mi chiedo perchè trattare questo tema, avrei preferito altro sinceramente, vedo questo argomento fin troppo delicato ormai strausato in questi libri, chiamasi effetto "Colpa delle stelle"? (Ops, ho detto troppo?)
La finisco qua con l'elenco, vi dico solo che dopo "Il colpo di scena" Amanda sembra riprendersi un po' e così il libro.

La parte finale, lo confesso mi è scesa qualche lacrimuccia, è forse la migliore a parer mio e che alza la mia valutazione su questo libro, perchè altrimenti sarebbe stata di sole due stelline.
La lettura è abbastanza scorrevole, addirittura piacevole in alcuni punti, se non fosse per il comportamento di Amanda che mi ha fatto venire voglia di darle qualche schiaffo ogni tanto.


Il mio voto finale per questo libro è....



Non è stata una lettura complatamente da dimenticare, devo ammettere che ogni tanto mi son chiesta cosa avrei fatto io al posto di Amanda e mi son ritrovata a pensare che all'inizio mi sarei sentita un po' come lei: confusa e impaurita. Perchè purtroppo le cose belle ci rendono insicuri, ci fa paura perderle e per questo a volte non si coglie l'attimo lasciandocelo sfuggire per sempre, ma bisogna avere il coraggio di buttarsi perchè altrimenti si vive solo a metà.


Questo è il primo libro di una trilogia e questo punto non so se leggerò gli altri due...umh.


Voi avete letto Perfect?
Avete intenzione di leggerlo?
I vostri commenti sono sempre i benvenuti ^^




4 commenti:

  1. Come sai a me la parte finale non è piaciuta per nulla ..forse, se ci fosse stato un finale diverso, avrebbe potuto anche piacermi il libro, perché nella prima parte non mi è dispiaciuto. Peccato!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, perché come idea generale non era male!

      Elimina
  2. Ecco spiegato perché ho messo il libro da parte, evidentemente fin dalle prime pagine me lo sentivo che non mi sarebbe piaciuto >.<

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è stata una lettura 'perfetta' ecco.

      Elimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥