mercoledì 25 gennaio 2017

#5 Cosa penso di...La voce nascosta delle pietre di Chiara Parenti |Recensione|

Salve salvino popolo di lettori!
Siamo già a mercoledì e la settimana piano, piano (molto piano) volge a termine, ma le letture fortunatamente procedono abbastanza bene, ho finito il libro di cui vado a parlavi già da qualche giorno e oggi quasi sicuramente finirò 9 Novembre, questo fa sì che verrete sommersi da recensioni, purtroppo non so se oggi riuscirò a pubblicare l'amato w...w...w...Wednesday, spero di riuscirci ma non vi garantisco niente. *sob*

E un grazie infinite alla Garzanti per la copia del romanzo. ❤



La voce nascosta delle pietre
di Chiara Parenti
Editore: Garzanti
Pagine: 384
Prezzo: 16,90 euro
SINOSSI
«Segui le pietre, solo loro regalano la felicità.» Luna è una bambina quando il nonno le dice queste parole speciali insegnandole che l’agata infonde coraggio, l’acquamarina dona gioia e la giada diffonde pace e saggezza. E lei è certa che quello sia il suo destino. Ma ora che ha ventinove anni, Luna non crede più che le pietre possano aiutare le persone. Non riesce più a sentire la loro voce. Per lei sono solo sassolini colorati che vende nel negozio di famiglia, mentre il nonno è in giro per il mondo a cercare gemme. Perché il suo cuore porta ancora i segni della delusione. Si è fidata delle pietre, di quello che nascondono, di quello che significano. Si è fidata di quel ragazzo di sedici anni che attraverso di loro le parlava di sentimenti. Dell’amicizia che cresceva ogni giorno e racchiudeva in sé la promessa di un amore indistruttibile. Leonardo era l’unico a credere come lei nel fascino dei minerali e dei cristalli. Leonardo che in una notte di molti anni prima l’ha abbandonata, senza una spiegazione, senza una parola. E da allora il mondo di Luna è crollato, pezzo dopo pezzo. A fatica lo ha ricostruito, non guardando mai più indietro. Fino a oggi. Fino al ritorno di Leonardo nella sua vita. È lì per darle tutte le risposte che non le ha mai dato. Risposte che Luna non vuole più ascoltare. Fidarsi nuovamente di lui le sembra impossibile. Ha costruito intorno al suo cuore un muro invalicabile per non soffrire più. Ma suo nonno è accanto a lei per ricordarle come trovare conforto: il quarzo rosa, la pietra del perdono, e il corallo che sconfigge la paura. Solo loro conoscono la strada. Bisogna guardarsi dentro e avere il coraggio di seguirle. Un debutto potente, una storia unica, un mondo affascinante come quello delle pietre. Un romanzo intenso sulle emozioni. Sulle scelte dettate dalla vita e sul coraggio di sovvertirle per seguire i propri desideri. Perché per ognuno esiste una pietra che può donare la felicità.


Anche il vero amore è così. Ha bisogno di forza, sacrificio, di una resistenza infinita. E' un diamante che non ha paura del tempo che passa, delle tempeste, della furia degli elementi. L'amore resiste. Aspetta e continua a vibrare per sempre.

E' un po' difficile scrivere la recensione di questo libro perchè è stata davvero una bella lettura, ma in alcuni punti è stata un po' troppo scontata, lasciate che vi spieghi meglio.
Per la prima parte di questo libro i capitoli si alternano tra passato e presente narrando la storia della protagonista: Luna, una bambina, poi donna, che vediamo crescere davanti ai nostri occhi, un personaggio che in un primo momento ho trovato parecchio distante, quasi antipatico, per certi versi l'ho trovato anche un po' isterico. Luna è uno di quei personaggi che non si fanno avvicinare subito, alzano dei muri che poi si sgretolano pian piano, man mano che la lettura procede e per questo ho trovato un po' difficile procedere la lettura, purtroppo quando il protagonista si comporta così mi risulta difficile entrare pienamente nella storia, ma nonostante tutto l'ho letta con piacere. Allora cosa ho trovato di scontato?
La storia d'amore.
Eh sì.
Qui abbiamo Leonardo, migliore amico di Luna e crescendo fianco a fianco cos'è inevitabile? Ovvio che i due si innamorino! Ma cosa c'è di ancora più inevitabile? Il fatto che lei non si senta abbastanza per Leonardo e ovviamente non mancano i commenti delle vipere di turno che dicono "Gne, che ci fa uno come lui con una come te! Gne gne!", ma questo al nostro ragazzo non importa e alla fine dopo i vari tentennamenti di Luna "l'amore troverà la via", purtroppo però che poi succederà "il fattaccio" che sconvolgerà la vita dei nostri due protagonisti e da lì beh...non vi dico nient'altro per quanto riguarda questo, solo posso dire che l'ho trovato un po' scontatuccio? 
Per me, purtroppo in questo libro l'amore è passato in secondo piano, lasciando spazio alle vere protagoniste: le pietre!
Sono state proprio loro a farmi dire "ok, devo leggerlo!", il loro misterioso mondo mi ha sempre affascinato e incuriosito e non potevo lasciami sfuggire la lettura di questo libro!  E devo dire che da questo punto di vista sono stata piacevolmente sorpresa, soprattutto grazie alla presenza di nonno Pietro, un personaggio a cui mi sono subito affezionata, un uomo fatto di avventure e di amore infinito per quei minerali che gli parlano rivelandogli il senso di ogni cosa. Nonno Pietro è uno di quei personaggi che rendono la lettura di questo romanzo un'esperienza unica, un incontro in prima persona con il mondo delle pietre e avrei voluto sentire di più delle sue avventure e delle leggende legate ad ogni minerale e conoscere in modo più approfondito la sua storia che mi davvero conquistato!
Poi arriviamo alla seconda parte del libro, questa sì che mi è piaciuta davvero molto, l'ho trovata più ricca di emozioni e inoltre c'è stata anche una crescita interiore di Luna che la rende più avvicinabile, i suoi sentimenti più forti, abbiamo una sorta di rinascita che la fa sbocciare!
Non vi nascondo che c'è stata una parte che è stata parecchio difficile da leggere perchè rischiavo di piangere da un momento all'altro!


Perciò, tralasciando la storia d'amore tra Luna e Leonardo che avrei tralasciato per lasciare spazio a ben altra storia e un ben altro amore, questo è stato un bel libro, che si è fatto leggere più che volentieri!
Un viaggio, una crescita interiore grazie al grande potere e alla saggezza di quelle potrebbero sembrare semplici pietre, ma nascondono ben altro: un potere immenso quanto la storia della nostra terra.

VOTO FINALE
☆☆☆ e mezzo /5

Voi l'avete letto o pensate di farlo?

Sempre con tanto amore,

22 commenti:

  1. Oh Grazia, Grazia, aspettavo questa tua recensione con ansia xD
    Ora mi hai incuriosito davvero, e quindi credo proprio che lo leggerò ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahaha felice di averti incuriosito, un po' meno per l'ansia xD

      Elimina
  2. Ciao! Ero proprio curiosa di sapere qualcosa in più su questo libro perché ho letto di tante ragazze che ne sono rimaste incantate. E la tua è la prima recensione che leggo. Mi hai convinta a dargli una possibilità, non importa se la storia d'amore è scontata, ma il mondo delle pietre affascina anche me e ora sono proprio curiosa di leggerlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtropppo è difficile trovare una storia d'amore che non sia scontata ormai, ma la parte sulle pietre è molto azzeccata ;)

      Elimina
  3. ciao, io l'ho finito ieri (recensione domani) ma purtroppo a me non è piaciuto, concordo con te che ha dato troppo risalto alla love story rispetto alle pietre, che è il nesso di tutto. Io ho avuto un odio profondo nei confronti di Luna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Più che altro l'ho trovata un po' isterica, a volte anche troppo, non mi sono legata a lei come capita in altri libri, in compenso la figura di nonno Pietro mi ha dato di più.

      Elimina
  4. Mi hai incuriosita ancora di più, spero di leggerlo davvero questo libro *___*

    RispondiElimina
  5. Sembra un libro carino, adatto per intervallare altre letture :)

    RispondiElimina
  6. Dico a te quello che avevo detto anche a Laura: felice di non essermi approcciata a questo libro perché, nonostante trovi Chiara una persona dolcissima e simpaticissima, mi sa proprio di storia che io odierei con tutta me stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Conoscendo, più o meno, i tuoi gusti lo penso anche io. :p

      Elimina
  7. Una lettura piacevole, mi pare di capire! Confesso che sarei curiosa di leggerlo; le rue parole mi hanno trasmesso una certa curiosità 😊😉

    RispondiElimina
  8. Bella recensione, Grazia :)
    Ero un pò titubante nel decidere se leggerlo o meno, ma sicuramente la tua opinione ha alimentato la mia curiosità.
    Come te, quello che mi spinge a leggero sono sicuramente "le pietre" come elemento principale di questo romanzo, visto che tutto ciò che le circonda mi ha sempre affascinato.
    Credo proprio che gli darò una possibilità :)

    Baci
    Eleonora C
    LA BIBLIOTECA DELLA ELE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dal punto di vista delle pietre è davvero molto interessante ;)

      Elimina
  9. Alla fine i pareri delle varie recensioni convergono verso il poteva essere ma non è stato.
    Peccato! Io personalmente sono incerta ma credo che, almeno per ora, propenderò per il no :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'unica cosa che non mi ha convinto in pieno è stata la storia d'amore, per i resto è stata una bella lettura ;)

      Elimina
  10. Io l'ho amato molto. Mi ha riportato indietro nel tempo e non ho potuto non apprezzarlo. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono stati certi passaggi che ho amato e nonno Pietro è un personaggio stupendo ^^

      Elimina
  11. Della Parenti lessi tempo fa il suo primo Youfeel quindi immagino che nemmeno questo sia male e la tua opinione sembra confermarlo ^_^ E poi le pietre hanno sempre affascinato anche me.

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥