lunedì 19 settembre 2016

#54 Cosa penso di...L'imperfetta di Carmela Scotti |Recensione|

Buon inizio di settimana stelle belle.
Io sto qui a sorseggiare una camomilla perchè i miei cari nervi sono già alle stelle e il mio povero collo è tutto un dolore! La vecchiaia che avanza....(22 anni sono tanti no?)



Comunque.
Parliamo di cose ben più piacevoli, un libro meraviglioso che ho amato fin dalla prima pagina e mi trovo in grande difficoltà a scrivere questa recensione.
Intanto colgo l'occasione per ringraziare la Garzanti che mi ha mandato una copia digitale del libro, anche se poi l'ho visto in libreria, tutto carino carino messo lì sullo scaffale, e l'ho preso.




L'imperfetta
di Carmela Scotti
Editore: Garzanti
Pagine: 208
Prezzo: 14,90 euro
SINOSSI
Per Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c'è più, Catena ha imparato che la notte può anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L'ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell'amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa. Catena ha solo sedici anni e decide che non vuole più avere paura. E l'ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. È grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore, forse imperfetto, ma forte come il vento. Con questo romanzo potente, finalista al prestigioso Premio Calvino, Carmela Scotti ci guida al cuore di una storia antica e insieme attualissima, illuminata da un'intensa e affilata voce femminile. La storia di una ragazza coraggiosa e troppo sola. Della sua voglia di vivere contro tutti e tutti. Di una stella che continua a brillare anche in un cielo coperto di nuvole.


Nessuno può rubare la liberà a chi la custodisce dentro di sé.

Come ho già detto è molto difficile scrivere la recensione di questo libro, perchè la storia che racconta è molto cruda, vera, forte.
Forte come la sua protagonista, Catena, una ragazza che si aggrappa alla vita e la rende finalmente sua, una ragazzina che perdendo il padre ha perso tutto: la gioia, le risate, la sua stella polare.
Ma tutto questo non basta, perchè Catena da quel tragico giorno conosce la vera natura dell'uomo che è feroce, spietato e, soprattutto, conosce il dolore che proviene dalle mani dello zio.
Catena perde l'innocenza, l'infanzia e si ribella.
Lei che è stata da sempre considerata strana, imperfetta, solo perchè ama i libri e le parole d'inchiostro, si ribella, fugge. Spezza le catene che l'hanno sempre tenuta in quella casa fatta di persone che mai l'hanno apprezzata e inizia la sua storia, la sua sopravvivenza contro il dolore che pensava di aver abbandonato, cacciato, ucciso.
Il dolore, però, non conosce confini e la insegue: ha altri occhi, altre braccia, altre mani, ma il dolore è lo stesso. Però, non le importa, è solo un dolore passeggero che non potrà avere posto nel suo corpo, nel suo cuore, perchè già saturo di altro dolore, quello che non potrà mai dimenticare, la morte del padre, che ha un ruolo centrale in tutto il romanzo.
"Il dolore vecchio che ha l'odore disperato dell'ultimo respiro di mio padre [...]. Quel dolore io non lo curerò, perchè è con me che deve stare, perchè è il ricordo che non posso perdere, è la mancanza che non si riempe, neanche con tutte le parole che il mondo contiene."
Quel padre che anche da morto le sta accanto, nel vento, nei sogni, non l'abbandona, ma per Catena gli abusi non finiscono, anche quando sembra aver trovato un po' di tranquillità il buio squarcia il suo cielo sereno e Catena cade nelle tenebre più scure.
"La mia vita era già una notte di paura, che differenza poteva fare un’altra manciata di nero?"
In una Palermo di fine '800 distrutta dal colera, Catena fra stenti e dolore, ancora e ancora, sopravvive in un luogo che non da pace alle anime come lei, donne come lei considerate "mavare", streghe, perchè la morte non le prende, perchè in grado di curare attraverso le erbe ed è lì, in un luogo scuro come la morte, che Catena spezza finalmente le catene che l'hanno sempre imprigionata e lì che Catena, condannata da sempre, diventa libera.

In questo suo primo romanzo Carmela Scotti riesce a imprigionare il lettore con le sue parole che sanno di poesia e di  ingiustizia, un romanzo toccante che arriva nel cuore del lettore e che ho letto pian piano, perchè a volte era troppo da sopportare, troppo per Catena e troppo anche per me.
Questa è una di quelle storie che ti lega alle parole, ti spezza con la sua realtà vera e cruda e poi una volta finito senti come un senso di vuoto, questo libro va letto. Assolutamente.

I VOTI DELLA SPACCIATRICE
STORIA: /5
STILE: /5
COPERTINA: /5

VOTO FINALE
 

Come sempre aspetto i vostri commenti!
Alla prossima,


18 commenti:

  1. Hai scritto una bellissima e sentita recensione. Già prima mi incuriosiva, adesso lo voglio!

    RispondiElimina
  2. Ho adorato questo libro fin dal primo momento in cui l'ho visto: per la copertina, il titolo, la trama..e ora anche tu confermi le mie sensazioni..non vedo l'ora di leggerlo *_*

    RispondiElimina
  3. Sono d'accordo con ogni parola.

    RispondiElimina
  4. Lo sto leggendo proprio adesso Grazia, eccome se sono d'accordo con te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di leggere la tua recensione ^^

      Elimina
  5. In lista ma, grazie anche al tuo pensiero, mi viene voglia di recuperarlo quanto prima! Voglio conoscere anche io Catena e la sua storia anche se sarà una lettura cruda e dura, ricca di pause. A presto!

    RispondiElimina
  6. Ciao Grazia!!
    Tutti adorano questo libro!!! come vorrei comprarlO!! questo mese però ne ho già presi uno a prezzo pieno e uno usato... mi sa che devo aspettare che arrivi in biblioteca!!! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che lo leggerai presto, allora! :)
      E per fortuna esistono le biblioteche!

      Elimina
  7. Questa tua recensione m'ispira moltissimo!!!! Devo leggerlo!

    RispondiElimina
  8. Sono sempre felice di trovare nuovi spunti di lettura e da quello che ho letto questo sarà sicuramente uno dei prossimi libri che leggerò <3
    Mi piace la passione che ci metti nel redigere le recensioni <3
    Passa da me se ti va, mi fa sempre piacere incontrare nuove blogger che condividono come me l'amore per i libri <3
    https://enchantedbybooksblog.wordpress.com/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice che questa recensione ti sia piaciuta **

      Elimina
  9. Vorrei leggerlo anche io!
    Mi hai convinto!!!! :)

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥