martedì 31 marzo 2020

|Recensione| Noi due ai confini del mondo di Morgan Matson

Salve popolo di lettori!
Come state?
La sottoscritta mangia, dorme, legge e guarda film Disney come se non ci fosse un domani! Vorrei guardare Il ritorno del re, ultimo film della trilogia de Il signore degli anelli, ma temo che il mio livello di attenzione non possa raggiungere le 3 (sono 3 giusto?) ore di film.
Ma comunque.
Oggi vi parlo di uno YA, non leggo YA da una vita.
Non ricordo neanche l'ultimo YA.
Aiut!

Andiamo! Oggi vi porto in giro per l'America!

AH. MA L'AVETE VISTA LA NUOVA GRAFICA?
VI PIACE?
CI SONO I CORVI!
I CORVI!
CHISSÀ PERCHE!
LEGGETE SEI DI CORVI. LEGGETE SEI DI CORVI. LEGGETE SEI DI CORVI.

Noi due ai confini del mondo
di Morgan Matson
Editore: Newton Compton
Pagine: 414
Prezzo: 5,90
Link d'acquisto: Amazon
Amy Curry pensa che la sua vita sia uno schifo. Suo padre è recentemente scomparso in un incidente d'auto e sua madre ha deciso di trasferirsi dalla California al Connecticut, proprio durante il suo ultimo anno di scuola. Il viaggio in macchina per raggiungere la costa opposta degli Stati Uniti è lunghissimo, e con lei ci sarà Roger, figlio di un'amica della madre, che Amy non vede da quando erano bambini. Perciò, quando se lo trova di fronte, Amy ha uno strano sussulto, che però è brava a nascondere. La verità è che non è esattamente entusiasta all'idea di attraversare il Paese con qualcuno che non conosce, ma la strada è infinita e bisogna darsi il cambio alla guida. Il tragitto scrupolosamente programmato da sua madre viene però completamente stravolto, via via che l'iniziale diffidenza tra i due diventa simpatia, e il viaggio si trasforma, ora dopo ora, in qualcosa di diverso, molto speciale e più profondo...
Di Morgan Matson ho già letto altri libri, 2 per la precisione.
Al centro dell'universo che credo sia uno dei migliori YA che abbia mai letto e Un amore inaspettato, carino ma non ha quel qualcosa che ha il primo e soprattutto il finale...il finale di quel libro si è rivelato BOH.
E secondo voi cosa è successo con questo libro?
LA STESSA IDENTICA COSA.
Il finale è boh! In fin dei conti lascia con un BOH in testa. 
MA SI PUÒ FINIRE COSÌ UN LIBRO?
Pagine e pagine a farmi aspettare e poi così??
E un epilogo non ci sta??? Un, che so, "Un anno dopo", "Qualche mese dopo"...niente?
Non si fa cara Morgan, non si fa.
Ma parliamo del libro.
Noi due ai confini del mondo è un viaggio on the road per le strade dell'America, un incontro tra due ragazzi che ha cambiato la concezione della loro vita. Tutto inizia da Amy, lei deve lasciare il luogo che ha sempre chiamato "casa" e che porta con sè ricordi sia belli che brutti, ma purtroppo non riesce a dividere i primi dai secondi. La sua nuova vita l'aspetta in Connecticut insieme alla madre e così dalla California deve fare un lungo viaggio, ma non sarà sola, oh no! Con lei ci sarà Roger, figlio di un'amica di famiglia, che l'accompagnerà.
Roger!
Ah, il mio caro Roger!
Vedete, quest'autrice ha il dono di creare dei protagonisti maschili assolutamente adorabili, quasi perfetti e per questo introvabili...ma vabbè.
Roger non poteva che farne parte! È un ragazzo così dolcino, così carino e così attendo al cibo (mangia, mangia tanto) che non ho potuto fare a meno di avere gli occhi a cuoricino per tutto il tempo.
Certo, è un po' un inguenuotto per quanta riguarda alcune cosucce, ma forse questo lo rende ancora più...pucci pucci pu!
Amy invece...è Amy!
Ha un peso sulle spalle, un senso di colpa che le opprime la vita e che per questo ha deciso di lasciarsi un po' andare, per lei alcune cose non valgono più la pena, ma questo viaggio la porterà a riscoprirsi, a reinventarsi.

I libri (ma anche i film) che trattano viaggi on the road sono sempre molto interessanti, permettono un cambio di ambientazione graduale che rende più dinamico il libro e inoltre chi legge ha la possibilità di conoscere diversi luoghi, questo non fa differenza. Anzi!
Credo che sia dato più spazio al viaggio in sè che alla storia dei due personaggi, questa viene quasi voglia di metterla da parte (tanto per come è andata a finire...) e concentrarsi sui luoghi visitati che sono resi veramente bene, questo perchè l'autrice stessa ha fatto lo stesso viaggio, con le stesse tappe e inoltre il libro è ricco di foto che lo rendono molto carino anche graficamente.
Però...a perderci è la storia secondo il mio parere, soprattutto la parte che riguarda Amy che viene "sbrigata" molto in fretta, lasciandomi anche a corto di emozioni. Purtroppo.

Questo resta, comunque, un libro davvero carino, capace di portare il lettore in luoghi lontani, un viaggio in poltrona, e in questo periodo è davvero quello che ci vuole.

VOTO FINALE
★★★ su cinque
Voi l'avete letto?
Vi piacciono i viaggi on the road?
Ditemi un po'!


6 commenti:

  1. Sarò onesta: le tue grafiche mi piacciono sempre! Molto pulite, eleganti e facili da seguire: una gioia per chi, come me, adora le cose semplici, curate e immediate *^*.
    Dell'autrice, mi hai spinto a leggere "Al centro dell'universo" *^*. Mi sa che gli darò una possibilità.
    Un bacio! <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Daai! Leggilo, è tanto carino ^^
      E grazie per la grafica!

      Elimina
  2. La nuova grafica è bellissima :D il corvo che legge poi è troppo carino!

    RispondiElimina
  3. Mi piace sempre leggere le tue recensioni :)

    RispondiElimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥