lunedì 11 luglio 2016

Cosa penso di...#42 Camera single di Chiara Sfregola |Recensione|

Buona sera gente!
La sottoscritta vi scrive dalla sua postazione accanto al mio fido ventilatore e conto di non spostarmi da qui almeno fino a settembre!
Oggi per voi un recensione!
Yeeeh!
Ma a  quale libro tocca?
Ma a Camera Single di Chiara Sfregola!
Un libro che racconta un lato diverso dell'amore, ma come vedrete tanto diverso non è!
Ringrazio la Leggeredirore  che mi ha dato l'opportunità di leggerlo e adesso via con le danze?
(Danze? Ma che dico! Io non ballo!) (Fa caldo, fa tanto caldo!)

Camera single
di Chiara Sfregola
Editore: Leggereditore
Prezzo: 14,90 euro
SINOSSI
Clorinda Baronciani, detta Linda – ma anche Lilly, Cloro, Baroncina o Bretney Spears, a seconda di chi sia a cercarla -, ha ventisette anni, un lavoro niente male e una fidanzata storica, Margherita. In famiglia aspettano solo la data delle nozze e soprattutto l’annuncio di una gravidanza. Invece, di punto in bianco, Linda si ritrova single. Per rimettersi in sesto dopo il tracollo sentimentale inizia a praticare quella che definisce “la fisioterapia del cuore”, un mix di dubbi esistenziali, Gin Tonic e donne sbagliate. Tante donne. Sì, perché Linda vive in una grande città, una Roma che riscoprirà inedita e amatissima, in cui le opportunità di riempire il tempo e i vuoti sono infinite e si dipanano dal Pigneto, il quartiere più bohémien della Capitale, fino al pettinato rione Monti, a due passi dai Fori Imperiali e dalla Grande bellezza. All’ombra del Colosseo o della Tangenziale Est, sulle banchine della stazione Termini in attesa di un treno per Milano, Linda si barcamena tra amori effimeri in quella che si rivelerà essere una vera e propria ricerca di sé stessa





Se una donna può essere impossibile,lo sarà.


Dalle pagine di questo bel libricino spunta fuori una protagonista che vi farà fare qualche risata, ma che finirete per volerle bene, sto parlando di Clorinda, meglio conosciuta come Linda, Cloro, Lilly o anche Baroncina, ha così tanti nomi come tante sono le persone che la circondano, una volta era anche Amore, adesso non lo è più.
E' bastata una sola semplice e crudele frase "Non ti amo più" per toglierle di mezzo quel nomignolo.
Una sola frase può sconvolgere tutto un mondo?
Può eccome!
Questo Linda lo sa perfettamente.
E allora si trova ad essere single, lesbica e senza casa, sembrerebbe la fine del mondo, ma per la nostra ragazza non è così, perchè fortunatamente ha un gruppo di amiche pazze, matte e sopratutto lesbiche fino al midollo che sapranno come tenerla su di morale.
E ci riusciranno in un modo o in un altro.
Perchè quando la loro amica è in difficoltà si faranno in quattro  per aiutarla, ma anche loro hanno il loro da fare: un figlio in arrivo (forse), un amore tira e molla e la voglia di provare qualcosa di nuovo porteranno Linda e le sue amiche a districarsi tra vari problemi, ma l'unione fa la forza e alla fine insieme riusciranno a venirne fuori.
Ma Linda in tutto questo caos non perde occasione di trovare un nuovo amore o qualcosa che gli somigli, anche se l'amore è qualcosa di davvero complicato per la nostra giovane donna, anzi per chi non lo è?
L'amore è la cosa più complicata che esista al mondo, ma Linda sente il bisogno di avere qualcuno accanto, quel qualcuno porta diversi nomi: Margherita l'ex infame (quanti schiaffi!), Stella la ragazza che sembra una fata, Cecile che le farà battere forte il cuore e Sveva la snob per eccellenza, ma chi sarà la persona giusta per la nostra Linda?
Questo dovrà capirlo da sola, ma dopo vari abbagli, qualche caduta, un paio di gay pride e un po' di alcol capirà che la persona giusta per se stessa la vede davanti allo specchio ogni giorno e anche se per lei non è un bello spettacolo, Linda imparerà a bastarsi e questo è quello che molti di noi dovremmo imparare fare. (Pure io, pure io!)

Questo è uno di quei libri che ci spalanca le porte su una Roma tanto bella e fatta di colori, con una voce narrante ironica che ci guiderà nella sua vita frenetica  e in un mondo che ancora oggi alcuni criticano e ci sputano sopra, ma l'amore è amore e non importa quanto sia diverso, ognuno di noi ne ha bisogno.

Un libro che ho letto in pochissimo tempo le cui pagine volavano via come se niente fosse, ridendo delle disavventure di Linda, sorridendo dei suoi momenti felici e capirla quanto qualcosa non le andava per il verso giusto.
Un libro che consiglio?
Certamente.
Ho visto che l'amore può essere etero o omosessuale, ma che ha sempre, e dico sempre, lo stesso problema: è una gran fatica trovarlo!

E voi che mi dite di questo libro?
Siete interessati a leggerlo?



12 commenti:

  1. Adoro i libri ironici e irriverenti e con trame fuori dal comune, proprio come questo..L'avevo già adocchiato e si, ho intenzione di leggerlo presto..
    Buona serata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero di avere un tuo parere allora. ^^

      Elimina
  2. Raramente vedo libri che vede protagonista una lesbica, la maggior parte sono m/m e non capisco perché, magari perché alle donne piace di più una storia che vede protagonisti due uomini piuttosto che due donne, la cosa mi rattrista un po.
    Deve essere una storia divertente da come ne parli, mi piace quando nei romanzi c'è un pizzico di ironia rende la lettura più fresca e veloce da concludere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche i protagonisti con ruoli marginali sono quasi sempre ragazzi omosessuali, ma ragazze. È davvero raro.
      E comunque è un libro davvero carino, con una dose di ironia che non guasta.

      Elimina
  3. Ciao Grazia:) Innanzitutto, complimenti per il blog e il nick, da brava filopotteriana apprezzo moltissimo:) Poi, bella pure la recensione! Mi ero persa questa pubblicazione della Leggereditore, ma sembra molto interessante e, soprattutto, molto divertente!
    Un saluto
    Virginia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice che il blog ti piaccia ^^

      Sicuramente è un bel libro!

      Elimina
  4. Ciao Grazia! Bellissima recensione. Mi è rimasta questa frase "Ho visto che l'amore può essere etero o omosessuale, ma che ha sempre, e dico sempre, lo stesso problema: è una gran fatica trovarlo!"
    È verissimo. In molti dovrebbero capirlo!
    Questo libro mi ha davvero incuriosita, quando l'ho visto in libreria. Sapere che lo consigli mi induce a comprarlo :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un libro che porta a riflettere su molte cose, l'amore è un 'problema' universale!
      :P

      Elimina
  5. Ciao Grazia sembra bello e spiritoso ^_^ si può far al caso mio soprattutto in questo periodo *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha quel lato ironico che lo fa apprezzare ancora di più :)

      Elimina
  6. Ammetto che leggendo la trama non mi sentivo più tanto incuriosita ma la tua recensione mi ha fatto ricredere ed ora sono curiosa di immergermi in questa Roma! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta di averti incuriosita :)

      Elimina

I vostri commenti mi rendono felice!
Lasciatene uno, vi risponderò con piacere. ♥