lunedì 26 settembre 2016

La Spacciatrice prende il volo e cambia aria (almeno per un po')!

Miei cari lettori...BUONGIORNO!
Sì, lo so sono le 12!

Come immagino abbiate già capito dal titolo del post, la sottoscritta parte!



Ma non temete non vi sbarazzerete di me per molto tempo!

MUAHAHAHAHAH


Infatti passo dal profondo sud al profondo (?!?!) nord da domani 27 settembre fino al 13 ottobre e di conseguenza il blog starà in pausa, anche se spero di postare ogni tanto qualcosa sulla pagina facebook e su Instagram (qui quasi sicuramente), perciò non sentirete la mancanza di questa lettrice matta e delirante.


Lettrice matta e delirante che non legge da una settimana.
Sì, DA UNA SETTIMANA!


Non ho ben capito se sia per mancanza di tempo, di voglia o di entrambe le cose...
non so neanche se avrò abbastanza tempo per leggere durante questi giorni di 'pausa', ma chissà!

Ora passiamo ad alcuni piccoli aggiornamenti e rinnovo il mio essere una brutta e cattiva book blogger, perchè vi avevo promesso (PROMESSO!)  che in questi giorni vi avrei lasciato la recensione di Qualcosa di molto speciale di Sandy Hall, cosa che non ho fatto...


... e mi dispiace tantissimo!



Fra: "Cosa metto in valigia?", "Sistema la valigia!", "Ho dimenticato di mettere qualcosa in valigia!", "Risistema la valigia!" "C'è tutto in valigia?" e quel che è la mia vita non ho avuto molto tempo per fare una recensione decente, ma spero di scrivere qualcosina almeno su Goodreads.

E adesso è tempo che io vada a sistemare gli ultimi preparativi!
Inutile dire che mi mancherete anche in questo breve lasso di tempo!


Ma tornerò!

A prestissimo,




venerdì 23 settembre 2016

#15 Let's tag! Libri (e dintorni) dalla A alla Z.

Sono una cattiva blogger e non faccio un tag da luglio!
LUGLIO!

Sono una cattiva book blogger perchè non ho ancora pubblicato la recensione di Qualcosa di molto speciale (arriverà domani, prometto!)


Sono, ancora, una cattiva e brutta book blogger perchè non riesco a fare un post sulle uscite librose del giorno (e se facessi dei post sulla pagina facebook?)!!!


Okay.
Okay.
Okay!

Cerco di porre rimedio al primo problema, il book tag, rispondendo a quello de Sorridere come un gatto del Cheshire ringraziando immensamente Sara aka Stregatto Astratto.

Credo di avere altre nomine in giro sparse per la blogosfera, ma non le ricordo (cattiva, cattiva, cattiva!)



SIGH!

Perciò...procediamo con il tag...(vi avviso sarà un post lungo. lol)

LIBRI (E DINTORNI) DALLA A ALLA Z


A
Autore con la A maiuscola (quello di cui hai letto più libri).
Umh...
direi proprio la mia cara Jane Austen, ho letto tutti i suoi libri.
TUTTI.
Ho iniziato con Orgoglio e pregiudizio e non mi sono più fermata.

   
B
Bevo responsabilmente, quando leggo.
Tè, tè, tè e ancora tè! 
Sono una teinomane, non vivo senza questa bevanda e adesso che ci penso vado a mettere l'acqua sul fuoco per il mio tè post pranzo!

 C 
Confesso di aver letto.
Ve ne ho già parlato, ma ho letto 50 sfumature di grigio e... *scappa via


D
Dovrei smettere di...
Aggiungere libri in Wishlist.Non aggiungo altro, conoscete bene questo dramma.

E
E-reader o cartaceo?
*sospira*
Cartaceo tutta la vita, ma non riesco a far a meno del digitale. Purtroppo.
F
Fangirl impenitente di...
...voi lo sapete, tutto il mondo lo sa....
AMO MR.DARCY.
Ma visto che farò il suo nome più avanti, e non vorrei risultare ripetitiva dico...
 HARRY POTTER e tutta la sua magica storia!


G
Genere preferito e che di solito non leggi.
Mmh...non ho un genere preferito, forse i classici e i fantasy, ma leggo molto, molto, molto raramente i thriller.


H 
Ho atteso a lungo per...

Harry Potter e i Doni della morte.
Ricordo ancora  l'ansia e l'attesa per il libro, ma anche per il film.
Attesa che si sta ripetendo per La maledizione dell'erede, che non so se acquisterò.

mercoledì 21 settembre 2016

w...w...w...Wednesday! 21.09.2016

BuonSalve miei cari lettori!


Oggi come ogni mercoledì arriva la rubrica più amata dalla blogosfera il w...w...w...Wednesday! 
Perciò che ne dite di iniziare subitissimo???

Rubrica ideata da Should Be Reading  e che riepiloga le mie letture passate, presenti e future con le domande: What are you currently reading? (Cosa stai leggendo?), What did you recently finish reading? (Cosa hai appena finito di leggere?) e What do you think you'll read next? (Cosa  pensi leggerai in seguito?)
 COSA STAI LEGGENDO?

Dopo L'imperfetta avevo di bisogno di un libro non troppo impegnativo e questo devo dire che è stata una scelta più che buona, anche se i due protagonisti mi stanno facendo penare! 
Mi mancano circa una ventina di pagine, perciò presto avrete la recensione.


COSA HAI APPENA FINITO DI LEGGERE?


Due libri molto belli, anche se in modo differente.
La sposa scomparsa (recensione QUI) è un giallo che mi ha piacevolmente sorpreso per i suoi risvolti e per i suoi personaggi (viva nonna Iole!),  mentre L'imperfetta (recensione QUI) è...ho finito le parole per descrivere questo libro!



COSA LEGGERAI IN SEGUITO?

Per troppe settimane ho avuto un'idea ben precisa su cosa leggere, ma adesso NON LO SO!
NO NO NO NO NO NO!
COSA LEGGO???

Adesso vi lascio e vado a vedere le ultime puntate di Supergirl (AAAADORO) e se riesco (non ci riuscirò mai! MAI!) la nuova puntata di Victoria (STRAAAAADORO) e la prima puntata della nuova stagione di The Big Bang Theory (Sheldon del mio cuoricino!)

(24 ore non bastano!)

Voi lasciate i vostri commenti, magari trovo il prossimo libro da leggere! HELP ME!


lunedì 19 settembre 2016

#54 Cosa penso di...L'imperfetta di Carmela Scotti |Recensione|

Buon inizio di settimana stelle belle.
Io sto qui a sorseggiare una camomilla perchè i miei cari nervi sono già alle stelle e il mio povero collo è tutto un dolore! La vecchiaia che avanza....(22 anni sono tanti no?)



Comunque.
Parliamo di cose ben più piacevoli, un libro meraviglioso che ho amato fin dalla prima pagina e mi trovo in grande difficoltà a scrivere questa recensione.
Intanto colgo l'occasione per ringraziare la Garzanti che mi ha mandato una copia digitale del libro, anche se poi l'ho visto in libreria, tutto carino carino messo lì sullo scaffale, e l'ho preso.




L'imperfetta
di Carmela Scotti
Editore: Garzanti
Pagine: 208
Prezzo: 14,90 euro
SINOSSI
Per Catena la notte è sempre stata un rifugio speciale. Un rifugio tra le braccia di suo padre, per disegnare insieme le costellazioni incastonate nel cielo, imparare i nomi delle stelle più lontane e delle erbe curative, leggere libri colmi di storie fantastiche. Ma da quando suo padre non c'è più, Catena ha imparato che la notte può anche fare paura e può nascondere ombre oscure. L'ombra delle mani della madre che la obbligano al duro lavoro nei campi e le impediscono di leggere, quella degli occhi gelidi e inquieti dello zio che la inseguono negli angoli più remoti della casa. Le sue sorelle sembrano non vederla più, ormai è la figlia imperfetta e il ricordo del calore dell'amore di suo padre non basta a riscaldare il gelo nelle ossa. Catena ha solo sedici anni e decide che non vuole più avere paura. E l'ultima notte nella sua vecchia casa si colora del rosso della vendetta. Poi, la fuga nel bosco, dove cerca riparo con la sola compagnia dei suoi amati libri. È grazie a loro e agli insegnamenti del padre che Catena riesce a sopravvivere nella foresta. Ma nel suo rifugio, fatto di un cielo di foglie e di rami intrecciati, la ragazza non è ancora al sicuro. La stanno cercando e per salvarsi Catena deve ridisegnare la sua vita, la vita di una bambina che è dovuta crescere troppo in fretta, ma che può ancora amare di un amore, forse imperfetto, ma forte come il vento. Con questo romanzo potente, finalista al prestigioso Premio Calvino, Carmela Scotti ci guida al cuore di una storia antica e insieme attualissima, illuminata da un'intensa e affilata voce femminile. La storia di una ragazza coraggiosa e troppo sola. Della sua voglia di vivere contro tutti e tutti. Di una stella che continua a brillare anche in un cielo coperto di nuvole.


Nessuno può rubare la liberà a chi la custodisce dentro di sé.

Come ho già detto è molto difficile scrivere la recensione di questo libro, perchè la storia che racconta è molto cruda, vera, forte.
Forte come la sua protagonista, Catena, una ragazza che si aggrappa alla vita e la rende finalmente sua, una ragazzina che perdendo il padre ha perso tutto: la gioia, le risate, la sua stella polare.
Ma tutto questo non basta, perchè Catena da quel tragico giorno conosce la vera natura dell'uomo che è feroce, spietato e, soprattutto, conosce il dolore che proviene dalle mani dello zio.
Catena perde l'innocenza, l'infanzia e si ribella.
Lei che è stata da sempre considerata strana, imperfetta, solo perchè ama i libri e le parole d'inchiostro, si ribella, fugge. Spezza le catene che l'hanno sempre tenuta in quella casa fatta di persone che mai l'hanno apprezzata e inizia la sua storia, la sua sopravvivenza contro il dolore che pensava di aver abbandonato, cacciato, ucciso.
Il dolore, però, non conosce confini e la insegue: ha altri occhi, altre braccia, altre mani, ma il dolore è lo stesso. Però, non le importa, è solo un dolore passeggero che non potrà avere posto nel suo corpo, nel suo cuore, perchè già saturo di altro dolore, quello che non potrà mai dimenticare, la morte del padre, che ha un ruolo centrale in tutto il romanzo.
"Il dolore vecchio che ha l'odore disperato dell'ultimo respiro di mio padre [...]. Quel dolore io non lo curerò, perchè è con me che deve stare, perchè è il ricordo che non posso perdere, è la mancanza che non si riempe, neanche con tutte le parole che il mondo contiene."
Quel padre che anche da morto le sta accanto, nel vento, nei sogni, non l'abbandona, ma per Catena gli abusi non finiscono, anche quando sembra aver trovato un po' di tranquillità il buio squarcia il suo cielo sereno e Catena cade nelle tenebre più scure.
"La mia vita era già una notte di paura, che differenza poteva fare un’altra manciata di nero?"
In una Palermo di fine '800 distrutta dal colera, Catena fra stenti e dolore, ancora e ancora, sopravvive in un luogo che non da pace alle anime come lei, donne come lei considerate "mavare", streghe, perchè la morte non le prende, perchè in grado di curare attraverso le erbe ed è lì, in un luogo scuro come la morte, che Catena spezza finalmente le catene che l'hanno sempre imprigionata e lì che Catena, condannata da sempre, diventa libera.

In questo suo primo romanzo Carmela Scotti riesce a imprigionare il lettore con le sue parole che sanno di poesia e di  ingiustizia, un romanzo toccante che arriva nel cuore del lettore e che ho letto pian piano, perchè a volte era troppo da sopportare, troppo per Catena e troppo anche per me.
Questa è una di quelle storie che ti lega alle parole, ti spezza con la sua realtà vera e cruda e poi una volta finito senti come un senso di vuoto, questo libro va letto. Assolutamente.

I VOTI DELLA SPACCIATRICE
STORIA: /5
STILE: /5
COPERTINA: /5

VOTO FINALE
 

Come sempre aspetto i vostri commenti!
Alla prossima,


sabato 17 settembre 2016

#53 Cosa penso di...La sposa scomparsa di Rosa Teruzzi |Recensione|

Buon sabato miei cari!
Da qualche parte sembra essere arrivato già l'autunno...beh qui da me ha dato giusto una sbriciatina e poi ha deciso che non è ancora il suo momento, lasciando la sottoscritta parecchio delusa!
Voglio l'autunno, i suoi colori, i maglioni, le castagne...VOGLIO L'AUTUNNO!



E mancano 98 GIORNI a Natale!!




Non sono qui per parlare di questo, no, ma per la recensione di un bel libro!
Sto parlando de La sposa scomparsa di Rosa Teruzzi e colgo l'occasione per ringraziare la Sonzogno per la copia digitale!


La sposa scomparsa
di Rosa Teruzzi
Editore: Sonzogno
Pagine: 170
Prezzo: 14,00 euro
SINOSSI
Dentro Milano esistono tante città, e quasi inavvertitamente si passa dall’una all’altra. C’è poi chi sceglie le zone di confine, come i Navigli, a cavallo tra i locali della movida e il quartiere popolare del Giambellino. Proprio da quelle parti Libera – quarantasei anni portati magnificamente – ha trasformato un vecchio casello ferroviario in una casa-bottega, dove si mantiene creando bouquet di nozze. È lì che vive con la figlia Vittoria, giovane agente di polizia, un po’ bacchettona, e la settantenne madre Iole, hippie esuberante, seguace dell’amore libero. In una piovosa giornata di luglio, alla loro porta bussa una donna vestita di nero: indossa un lutto antico per la figlia misteriosamente scomparsa e cerca giustizia. Il caso risale a tanti anni prima e, poiché è rimasto a lungo senza risposta, è stato archiviato. Eppure la vecchia signora non si dà per vinta: all’epoca alcune piste, dice, sono state trascurate, e se si è spinta fino a quel casello è perché spera che la signorina poliziotta possa fare riaprire l’inchiesta. Vittoria, irrigidita nella sua divisa, è piuttosto riluttante, ma sia Libera che Iole hanno molte buone ragioni per gettarsi a capofitto nell’impresa. E così, nel generale scetticismo delle autorità, una singolare équipe di improvvisate investigatrici – a dispetto delle stridenti diversità generazionali e dei molti bisticci che ne seguono – riuscirà a trovare, in modo originale, il bandolo della matassa, approdando a una verità tanto crudele quanto inaspettata.




Inizio questa recensione col presupposto che amo i gialli e polizieschi, se si pensa a questo genere viene subito in mente Sherlock Holmes, Poirot, Maigret che forse sono i più famosi e sono veri e propri investigatori, e poi ci sono loro le 'investigatrici in gonnella', quelle che hanno fatto del mistero il loro hobby! Parlo di Miss Marple e Jessica Fletcher e devo dire che la mia passione per questo genere è nata grazie a quest'ultima. 


Credo di aver visto tutte le puntate e alcune anche più volte, e se capita le riguardo volentieri anche oggi, e allora secondo voi potevo lasciarmi sfuggire questo romanzo?
Certo che no!
Così è iniziata la mia avventura insieme una famiglia di tre donne davvero particolare, perchè queste tre non potrebbero essere più diverse! Ma chi sono?
Bene, partiamo dalla più 'anziana', anche se non potrei definirla così perchè nonostante i suoi (quasi) 70 anni è sicuramente più pimpante e agile della sottoscritta (per non parlare della vita sentimentale, poi)! Sto parlando di nonna Iole, un personaggio che non si può fare a meno di amare e dico sul serio! Lei è una nonna all'avanguardia, un hippie che passa le sue giornate tra una seduta di yoga, meditazione e qualche incontro amoroso: è lo spirito irriverente della casa! Poi abbiamo Libera, figlia di Iole, una fioraia con la passione per i libri () rimasta vedova dopo l'assassinio del marito poliziotto, lei è il personaggio che all'interno del libro ha un ruolo centrale, è colei che collega il tutto. Da Libera passiamo alla 'piccola' di casa: Vittoria, di lei sappiamo davvero pochissimo, solo che fa la poliziotta e non si è mai arresa nel cercare chi ha ucciso il padre, vive tutto questo con un profondo dolore, questo è certo, e per questo resta sempre un po' schiva soprattutto nei confronti della madre che cerca disperatamente di avere un confronto con lei.
Ma adesso entriamo nel vivo del romanzo, addentriamoci nel mistero!


Le nostre investigatrici avranno a che fare con un 'cold case', ossia un caso irrisolto, e il tutto nasce con la comparsa di una donna anziana completamente vestita di nero che suona alla loro porta. Il nome della donna è Rosalia ed è una madre che non si è mai arresa alla scomparsa della figlia Carmen, una giovane donna sparita quasi 30 anni fa, cerca di far riaprire il caso perchè è fortemente convinta che la figlia sia morta per mano dell'ex fidanzato, un tipo che non le è mai piaciuto.
Nonostante alla figlia questo caso non sembri importarle, a Libera lascia qualcosa: una strana empatia nei confronti di questa madre che come lei ha perso qualcuno che amava e così insieme all'esuberante Iole inizia questa caccia all'assassino, grazie a loro vengono a galla bugie e vecchi amori e alla fine arriverà un finale che MAI mi sarei aspettata. Di solito nella lettura di gialli viene lasciato qualche indizio, qui invece niente è come sembra e ne sono stata piacevolmente sorpresa, questo ha reso la lettura molto avvincente e mai noiosa, tant'è che stavo per finire il libro in una notte, ma il sonno per una volta ha avuto la meglio e ho dovuto proseguire il mattino dopo.

Il finale è decisamente aperto, perciò spero che ci siano altre avventure per le nostre Libera, Iole e Vittoria, specialmente quest'ultima vorrei conoscerla meglio. Non mi resta che aspettare!


I VOTI DELLA SPACCIATRICE
STORIA: ★★★★★/5
STILE: ★★★★★/5
COPERTINA: ★★★★/5
VOTO COMPLESSIVO
★★ e mezzo

Con questo per oggi è tutto!

Voi conoscete questo libro?
Pensate di leggerlo?



venerdì 16 settembre 2016

5 cose che...5 Personaggi che vorrei incontrare nella realtà

No, ma io inizio veramente a stupirmi di come il tempo vada veloce! Ma siamo sicuri che stiamo già a venerdì?
Una settimana è già finita?
Ma davvero???



A quanto pare sì!
E cosa c'è ogni venerdì?
Ma la rubrica 5 cose che e oggi mi divertirò davvero tanto e allora non perdiamo altro tempo e diamo inizio alle danze (WTF?!)!




Rubrica 5 cose che...ideata dal blog Twin Books Lovers  che
consiste nel pubblicare ogni settimana un elenco di 5 cose legato al mondo dei libri, cinema o musica.

Oggi bisogna scegliere 5 personaggi che vorrei incontrare nella realtà, scelta per niente semplice!
In quasi tutti i libri che leggo c'è un personaggio che vorrei incontrare, poi ci sono quelli delle serie tv...e adesso chi scelgo?
Bel dilemma!


Hermione Granger
DI HARRY POTTER


Un personaggio di Harry Potter era inevitabile in questa lista e Hermione è una di quelle protagoniste che vorrei tanto incontrare e poi ho sempre pensato che noi due saremmo andate veramente d'accordo.

FITZWILLIAM DARCY
DI ORGOGLIO E PREGIUDIZIO

 
Altra scelta un po' banale la mia, ma Mr. Darcy è Mr Darcy e immaginate incontrarlo! *sospiro sognante*

BILBO BAGGINS
DI LO HOBBIT
 
 
Piccolo e caro Bilbo vorrei tanto avere un avventura con te o almeno stare nella tua piccola tana e mangiare come se non ci fosse un domani! *ops*


SHERLOCK HOLMES
DI ARTHUR CONAN DOYLE


Qui però aggiungo anche quello della serie tv. Sherlock è il mio ammmmore! (credo di avere qualche problemino!)

REGINA MILLS
DI ONCE UPON A TIME


La Evil Queen per eccellenza! Lei dei personaggi di OUAT è quello che considero più interessante (ci sarebbe pure Hook...lol.), durante la serie è cambiata parecchio e nonostante tutto non ha mai avuto il suo lieto fine, in poche parole lei è la regina del mai 'na gioia.



E voi fra i tanti personaggi di libri, serie TV e film chi vorreste incontrare?